Quoi de neuf ?

Bienvenue sur Psychonaut.fr !

En vous enregistrant, vous pourrez discuter de psychotropes, écrire vos meilleurs trip-reports et mieux connaitre la communauté

Je m'inscris!

Papaver rhoeas (papavero comune o rosolaccio)

angel10

Holofractale de l'hypervérité
Inscrit
6 Juil 2010
Messages
1 334
mr_terrorman a dit:
...non ho esperienze con il papavero comune ma in base a quelle che ho con il somniferum: rimuovete i petali, tagliate lo stelo subito sotto la capsula e fate seccare..
Proverò sicuramente... Secondo te qual è il periodo migliore per fare questa operazione?
 

Headache

Banni
Inscrit
2 Fev 2012
Messages
1 704
Nelle mie zone sta iniziando adesso a crescere, penso che proverò, ma ci vorrà pazienza per riuscire a ricavare qualche grammo di lattice..vi dirò la mia inpressione e se funziona!
 

flcl

Sale drogué·e
Inscrit
7 Mar 2010
Messages
830
angel10 a dit:
Avevo proprio l'intenzione di combinarla con la virosa. Tu hai già provato?

Si io ho già provato sempre con resina di virosa e con un infuso di capsule e semi di papavero comune, ripeto l'effetto è forse più sedativo ma non poi di tanto, il luppolo l'ho aggiunto in quanto blando ipnotico anche se mi aspettavo risultati più marcanti. Ad ogni modo sono quelle cose è bene fare come tè tradizionale prima di coricarsi o guardando un film..
 

dima

Glandeuse pinéale
Inscrit
26 Nov 2011
Messages
118
oggi ho fatto a metà col mio amico con il lattice secco che avevo più o meno erano 1, 5 g quindi sui 7,5 a testa.
devo dire che pur essendo così poco mi sono sentito leggermente stordito e molto rilassato è stata una buona esperienza ma le dosi sono ancora troppo basse.
riproverò con più lattice e vi farò sapere.
A proposito mi consigliereste dei metodi per prendere il lattice perchè io stacco tutta la capsula ma in questo modo ne ricavo meno che incidendolo metodo che non posso usare perchè dove vado a prenderli io i papaveri è sempre pieno di gente cosa mi consigliate? ad esempio potrei incidere la capsula già staccata?

Ah dimenticavo in Italia non crescono solo i papaver rhoeas ma anche tante altre specie praticamente identiche e io credo di aver fatto un bel miscuglio infatti oggi tornando sul luogo ho notato papaveri più scuri con 4 petali altri più chiari con molti più petali e altri senza la macchia nera,l' ho capito che non erano tutti uguali perchè c'erano capsule rotonde e grosse e altre più piccole e lunghe,riguardo all'effetto non so bene cosa cambi sinceramente...
le differenze non si notano se non ci si mette a confrontarli
 

dima

Glandeuse pinéale
Inscrit
26 Nov 2011
Messages
118
Papaver setigerum
Papaver%20setigerum.jpg

post-5-1192444635.jpg

è l'unico altro papavero che altre al somniferum contiene OPPIO


Papaver pinnatifidum Moris
4144356327_f093f9e7dc_z.jpg

l'alcaloide principale è Oripavine che credo sia la papaverina, protopine, isocorydine ,ebaina, allocryptopine, scoulerine, isoboldine e papaverrubines A, C e D, berberina, e corytuberine.


Papaver hybridum

PPVHY-Papaver_hybridum_t.jpg

readina, protopina, mucillagini e sostanze coloranti

Papaver argemone

papaaherb1.jpg

gli stessi alcaloidi dell'hibridum forse più concentrati

Papaver apulum

pa2.jpg_201069115930_pa2.jpg

non ho trovato niente riguardante i suoi alcaloidi purtroppo
 

flcl

Sale drogué·e
Inscrit
7 Mar 2010
Messages
830
Queste specie che hai postaolo per ultimo crescono spontaneamente in italia? Sopratutto il primo mi interessa..locazione geografica? Molto interessante, sarebbe anche il caso di aprire un topic nuovo solo sul Papaver setigerum che non capisco se è una sotto specie o una specie a se...
 

dima

Glandeuse pinéale
Inscrit
26 Nov 2011
Messages
118
il papaver setingerum in Italia è presente nelle regioni costiere del Tirreno e nelle isole.
ho scritto solo i nomi dei papaveri più comuni in tutta italia poi ce ne sono anche altri
da quel che ho trovato credo di aver capito che è una specie a se
non è molto comune purtoppo, e fiorisce tra maggio e giugno
 

angel10

Holofractale de l'hypervérité
Inscrit
6 Juil 2010
Messages
1 334
Grazie per la segnalazione delle altre specie, soprattutto del setigerum :wink:
Concordo che potremmo aprire un topic a parte su quest'ultimo(e spero a maggio-giugno di poter postare qualche foto :D )
 

sd&m

Holofractale de l'hypervérité
Inscrit
7 Mar 2010
Messages
1 378
secondo me sarebbe d'uopo acquistare qualche kg di semi di papavero da oppio per uso alimentare, e lasciarli -distrattamente- cadere a terra, per ripopolare le nostre terre con questa magica pianta autoctona...contrariamente al pensare comune, il papavero da oppio è infatti originario dell'europa centrale, e specificatamente della pianura padana...solo in tempi posteriori la sua coltivazione si spostò ad oriente...giova infatti ricordare che il più antico ritrovamento archeologico attestante l'uso di droghe in europa consiste proprio in semi di papavero da oppio ritrovati un insediamento preistorico in spagna...e anche in puglia il popolo dei dauni venerava la dea del papavero...per l'oppio è stata praticata alle nostre latitudini una forma di rimozione culturale simile a quella della cannabis

(nei climi temperati la semina avviene in primavera, o anche in tardo autunno, se nell'inverno è garantita la neve, che proteggerà i semi dal gelo)

es. http://www.ebay.it/itm/ws/eBayISAPI.dll ... &hlp=false
 

aryaman

Holofractale de l'hypervérité
Inscrit
29 Sept 2008
Messages
3 710
A me sembra una bella idea, ma sei sicuro che i semi di papavero ad uso alimentare siano da oppio?
 

Horror Vacui

Holofractale de l'hypervérité
Inscrit
21 Fev 2012
Messages
1 202
Anche a me sembra un'ottima idea, purtroppo però non ho mai visto questi semi in supermercato. Qualcuno che abbia indicazioni più precise?
 

flcl

Sale drogué·e
Inscrit
7 Mar 2010
Messages
830
sd&m a dit:
secondo me sarebbe d'uopo acquistare qualche kg di semi di papavero da oppio per uso alimentare, e lasciarli -distrattamente- cadere a terra, per ripopolare le nostre terre con questa magica pianta autoctona...contrariamente al pensare comune, il papavero da oppio è infatti originario dell'europa centrale, e specificatamente della pianura padana...solo in tempi posteriori la sua coltivazione si spostò ad oriente...giova infatti ricordare che il più antico ritrovamento archeologico attestante l'uso di droghe in europa consiste proprio in semi di papavero da oppio ritrovati un insediamento preistorico in spagna...e anche in puglia il popolo dei dauni venerava la dea del papavero...per l'oppio è stata praticata alle nostre latitudini una forma di rimozione culturale simile a quella della cannabis

(nei climi temperati la semina avviene in primavera, o anche in tardo autunno, se nell'inverno è garantita la neve, che proteggerà i semi dal gelo)

es. http://www.ebay.it/itm/ws/eBayISAPI.dll ... &hlp=false

Questa mie è veramente nuova, devo dire che ne hanno combinato di porcate nel tempo con la nostra popolazione. Sotto la pressione del clero immagino ovviamente. Ad ogni modo un idea veramente eccellente!! Si potrebbe fare anche qualcosa tipo la festa della semina. Visto che noi tutti proveniamo da diverse regioni d'italia e che in fondo la ricopriamo tutta, potremmo in simultanea portare avanti questa ripopolazione. Che ne dite?! Io qui da me sto facendo lo stesso con la lacutca virosa, visto che nella mia regione non cresce ^^.

ad ogni modo i semi di papavero ad uso alimentare sono (da quel che ho letto io su una confezione) tostati, quindi non penso siano più vitali. Purtroppo..qualcuno ha altre fonti?

arimane a dit:
A me sembra una bella idea, ma sei sicuro che i semi di papavero ad uso alimentare siano da oppio?

Guarda io su erowid (ora non trovo più l'articolo ma era sotto i report dei decessi) di uno che si era fatto un te con 1 kg di semi di papavero ad uso alimentare ed è morto d' overdose.. quindi generalmente credo che si, i semi vengano prelevati da specie di papaveri da oppio, forse da quelli con % più blande.
 

Horror Vacui

Holofractale de l'hypervérité
Inscrit
21 Fev 2012
Messages
1 202
flcl a dit:
Queste specie che hai postaolo per ultimo crescono spontaneamente in italia? Sopratutto il primo mi interessa..locazione geografica? Molto interessante, sarebbe anche il caso di aprire un topic nuovo solo sul Papaver setigerum che non capisco se è una sotto specie o una specie a se...
"Note, possibili confusioni: Simile, ma più robusto e glabro è Papaver somniferum L. e alcuni autori hanno trattato P. setigerum come varietà o subspecie di detta specie.
Papaver somniferum è diploide n= 11 e Papaver setigerum è tetraploide n= 22, ha esattamente il doppio del numero di cromosomi.
Nessuna altra specie di Papaver è nota per avere il numero n= 11 o un multiplo di questo numero. Ciò indica che P setigerum non è la specie selvatica ancestrale del coltivato P somniferum, come si riteneva precedentemente, dal momento che un diploide, non sarebbe derivato da una pianta tetraploide ."

Fonte: http://www.actaplantarum.org/floraitaliae/mod_viewtopic.php?t=20150
Sono specificate anche le zone geografiche.
 

dima

Glandeuse pinéale
Inscrit
26 Nov 2011
Messages
118
Il mese scorso ho comprato dei semi di papavero da oppio (controllando che non fossero tostati) e ho cominciato a spargerli in giro, spero proprio che crescano =)
 

mr_terrorman

Holofractale de l'hypervérité
Inscrit
8 Mar 2010
Messages
2 494
arimane a dit:
A me sembra una bella idea, ma sei sicuro che i semi di papavero ad uso alimentare siano da oppio?

tutti i semi di papavero usati in pasticceria sono di somniferum.. ;) basta chiedere che non siano tostati.


:!: Ragazzi cercate di non mischiare questo topic con quello sul sommniferum. Grazie.
 

angel10

Holofractale de l'hypervérité
Inscrit
6 Juil 2010
Messages
1 334
Chiedo ai due mod... si potrebbero spostare i post su questo topic che parlano del somniferum sul topic adatto (diciamo quasi tutti gli ultimi post, a parte un paio mi pare)?
...e ovviamente cancellare questo mio messaggio ;-) Grazie!
 

poiop

Glandeuse pinéale
Inscrit
24 Avr 2012
Messages
154
Ho fatto ieri sera un infuso con una ventina di capsule e migliaia di petali di papaver rhoesas, tutti appena raccolti (sì lo so, meglio seccarli, ma che volete ero proprio curioso :) ). Considerando che dopo lavoro ho fatto un paio di joints e un'altra dopo cena, comunque nell'ordinario, gli effetti sono stati simili ad una potentissima camomilla.
HO messo in acqua fredda il tutto e fatto bollire per una decina di minuti (forse meno). Ci ho bevuto due tazze, una filata e un'altra con calma facendo altro al pc.
Effetto principale pesantezza degli occhi (cui l'hashish avrà certamente contribuito, ma ripeto che prima dell'infuso ho comunque fumato nell'ordinario), quella piacevole (per me) sana sensazione di sonno e basta, non stanchezza mentale, fisica, spossatezza o che altro, solo occhi stanchi... davvero utile e piacevole for me!!!
Ma non è stato questo l'aspetto più positivo dell'esperienza. Nessuno ha parlato del sapore nè dell'aspetto dell'infuso: il colore è di un rosso scuro bellissimo!!! Potrebbe sembrare il thè ai quattro frutti rossi, ma è molto meno denso e in qualche modo più "elegante"... è proprio bello, mi ha colpito!
Ma la più grande sorpresa è stato certamente il SAPORE!!! Premetto che io nel thè ci metto almeno 3 o 4 cucchiaini di zucchero (ghgh) e anche questa volta non mi sono trattenuto, anzi, ma a parte la stradolcezza della bevanda, mi è davvero piaciuta... cavolo è davvero buona. Ribadisco la strana sensazione di avere a che fare con una bevanda discreta, sobria, ma in qualche modo "elegante".

L'esperienza è stata per tutti i punti di vista certamente positiva: facilissima reperibilità, ottenuto un effetto molto leggero (proprio questo mi è piaciuto, avevo bisogno di un po' di pacatezza), ma piacevole e cercato, sapore OTTIMO, momento d'assunzione molto appagante per una fine giornata di lavoro, con cannino and so ----> stasera e per tutta la primavera sotto con l'infuso, ma soprattutto: ADDIO AMATA CAMOMILLA!!!!!!
 

Horror Vacui

Holofractale de l'hypervérité
Inscrit
21 Fev 2012
Messages
1 202
Migliaia di petali? Non stai forse esagerando?
Interessante esperienza comunque, anche se i joint l'avranno in parte condizionata! Mi è venuta voglia di provarci :-)
 

angel10

Holofractale de l'hypervérité
Inscrit
6 Juil 2010
Messages
1 334
Grazie per il report poiop :wink:
Anche a me viene da chiederti se sei sicuro se fossero migliaia di petali :grin: Più che altro fino a qualche giorno fa ho fatto incetta in giro di papaveri rhoeas (più che altro capsule, qualche centinaio, ora stanno seccando) e ho visto che raccogliere anche i petali è una cosa lunga... tu li hai raccolti dalle piante o quelli già caduti?
Poi un'ultima curiosità: le capsule di che dimensione erano: piccole,medie,grandi..? (ovviamente per lo standard del rosolaccio)
Se rifai una prova senza joint sarebbe interessante vedere la differenza... comunque anch'io appena ho seccato il tutto posto qua i risultati
 

poiop

Glandeuse pinéale
Inscrit
24 Avr 2012
Messages
154
Migliaia di petali? Non stai forse esagerando?

Bhè non saranno stati migliaia, dai ho un po' esagerato!! erano comunque davvero tanti ma non mi sono messo a contarli, diciamo che avevo tutte e due le mani piene, tenendole unite... sì forse un po' tanti, ma non mi sento di trattenermi con sostanze comunque abbastanza blande (come dire occhio a non mettere troppa camomilla, insomma non mi sembra di rischiare tanto).

ho visto che raccogliere anche i petali è una cosa lunga... tu li hai raccolti dalle piante o quelli già caduti?
Poi un'ultima curiosità: le capsule di che dimensione erano: piccole,medie,grandi..? (ovviamente per lo standard del rosolaccio)

Dunque io gli ho raccolti da un campo incolto e visto che in questo periodo i contadini stanno tagliando tutto e a breve faranno fuori anche quelli, non mi sono fatto problemi e ho preso la pianta con tutto lo stelo facendo dei grandi mazzi, sia di fiori che di capsule (fiori a cui sono caduti i petali). Poi con calma a casa mi sono messo a tagliare le capsule dagli steli e a staccare i petali, mica uno per uno, molto rozzamente li afferravo tutti e staccavo, poi quello che prendevo prendevo, a volte si staccavano tutti bene, a volte si spezzavano, ne avevo talmente tanti che ho fatto la cosa un po' così, alla membro di cane e quindi non ci ho impiegato poi tanto.

Le capsule erano di tutte le dimensioni, piccole, medie, grandi (per gli standard dei rhoesas), non ho cercato molto, quelle che c'erano c'erano, ripeto non ho fatto proprio una raccolta ad opera d'arte: passavo lì con la macchina e mi son detto "raccogliamone un po' va", così tanto per fare.

Se rifai una prova senza joint sarebbe interessante vedere la differenza

eh ragazzi la vedo tosta!! specie dopo lavoro è il mio appuntamento preferito :smoke:!!
 
Haut