[Thread Ufficiale] Esperienze e curiosità su cactus e mescalina
#91
Abej^a G. a écrit :...oppure puoi trovare la tua linea di confine

per freddy: hai mai provato ad entrarci in contatto?


Mi è successo qualche anno fa. Ho sognato di trovarmi esattamente nello stesso posto che ho lasciato quando mi sono addormentato, e cioè sul letto. Praticamente ho sognato di stare sveglio... E c'era questa figura che si avvicinava e veniva verso di me. Io volevo dirgli tante cose e ho notato uno strano tormento dentro di me. Ho provato a urlare ma non ci sono riuscito. Così mi sono toccato il collo e ho notato di non avere le corde vocali. Mi sono svegliato e mi trovavo esattamente nella stessa posizione da "sognante". Il giorno dopo provai a meditare (anche se credo che la parola "meditare" sia troppo grossa per me) per cercare di capire e come al solito ci misi quasi un'ora solo per cercare di fare silenzio. Poi sentii una voce che non si trovava nella mia testa, ma avevo l'impressione che fosse tutta intorno a me. Come se qualcuno parlasse nella stanza. Mi disse che eravamo una cosa sola e che io non mi sarei mai liberato di lui perché lui era me. Tutt'ora non ho mai capito cosa significasse.
Un Dio che è onnisciente e onnipotente, e che non si cura nemmeno di far sì che le sue intenzioni vengano intese dalle sue creature: e questo sarebbe un Dio di bontà? Un Dio che lascia sussistere gli innumerevoli dubbi e obiezioni per migliaia di anni, come se non fossero di alcun pregiudizio per la salvezza dell'umanità, e che però prospetta le conseguenze più terribili in caso di trasgressione della verità? Non sarebbe crudele un Dio che fosse in possesso della verità, e se ne stesse a guardare l'umanità che si tormenta penosamente per raggiungerla?
  Répondre
#92
krakatoa a écrit :Ciao! Dì al tuo amico che sarebbe l'ideale recuperare del lapillo vulcanico per fare la miscela in cui va a interrare i cactus :nod:

e per la terra che ha usato che ne pensi ?ha fatto bene a mettere quell'aggiunta di torba?
  Répondre
#93
Forse era una parte del tuo inconscio, un riflesso della tua persona...
"But how can the one liberate the many? By first liberating his own being. He does this not by elevating himself, but by lowering himself. He lowers himself to that which is simple, modest, true; integrating it into himself, he becomes a master of simplicity, modesty, truth. Completely emancipated from his former false life, he discovers his original pure nature, which is the pure nature of the universe. Freely and spontaneously releasing his divine energy, he constantly transcends complicated situations and draws everything around him back into an integral oneness. Because he is a living divinity, when he acts, the universe acts." Lao Tzu

"It’s too early for a science. What we need now are the diaries of explorers. We need many diaries of many explorers so we can begin to get a feeling for the territory." T. McKenna

"The man who dies before he dies, does not die when he dies." A. a Sancta Clara


ATTENZIONE! Tutti i miei post sono scritti a puro titolo informativo e non vogliono incitare in alcun modo all'utilizzo di sostanze stupefacenti e/o psicotrope!
  Répondre
#94
Stok a écrit :e per la terra che ha usato che ne pensi ?ha fatto bene a mettere quell'aggiunta di torba?


Dipende, sai per caso in che proporzioni ha usato argilla (se non è solo sul fondo), terriccio per cactacee (e a sua volta anche la composizione di questo) e torba?
  Répondre
#95
Monad a écrit :Forse era una parte del tuo inconscio, un riflesso della tua persona...


Guarda Monad, io sono andato da uno psicologo per farmi spiegare questo sogno e lui mi ha detto che poteva significare due cose. La prima è la tua affermazione, una parte della personalità che si è "staccata" in modo che tu abbia potuto vedere all'esterno, però non mi ha convinto questa affermazione. La seconda sua affermazione è stata più che altro una specie di diagnosi. Disse che avrei potuto soffrire di un lieve "disturbo bipolare" ovvero personalità multipla. Però non aveva sufficienti dati per poterlo confermare.
Un Dio che è onnisciente e onnipotente, e che non si cura nemmeno di far sì che le sue intenzioni vengano intese dalle sue creature: e questo sarebbe un Dio di bontà? Un Dio che lascia sussistere gli innumerevoli dubbi e obiezioni per migliaia di anni, come se non fossero di alcun pregiudizio per la salvezza dell'umanità, e che però prospetta le conseguenze più terribili in caso di trasgressione della verità? Non sarebbe crudele un Dio che fosse in possesso della verità, e se ne stesse a guardare l'umanità che si tormenta penosamente per raggiungerla?
  Répondre
#96
Benvenuto!

A me "piacciono" molto episodi del genere: scrivo tra virgolette perché smettono di piacermi quando inizio a provarle sulla mia pelle...
Ormai mi capita di avere due modi di affrontarli, così come un'altra fobia che ho per i serpenti: o rimango paralizzato, o completamente sfacciato affronto le cose di forza...
Ma quand'ero piccolo e mi capitavano stranezze mi cagavo in mano, era proprio brutto e inquietante; soprattutto dopo: quando nessuno ti crede.
Comunque non so se qualcuno ci ha mai fatto caso al fatto che queste cose capitano molto spesso ai bambini, e non capisco perché io.

Riguardo invece alla cosa della mano... Bhe io personalmente non credo in Dio, ma so di non sapere.
Ma la lettura della mano, ed il destino scritto... Se c'è una cosa che ho imparato io, e forse sarò tremendamente rigido, è che nella vita non puoi permetterti nemmeno una sconfitta:
la mia vita la gestisco io, e dovesse scendere dio in persona per impedirmelo arriverei a tentare di mettermelo sotto i piedi.
La tua vita è l' unica cosa che possiedi veramente...
Se non hai più quel controllo è finita.


Riguardo al peyote invece .... Io mi definisco proprio un fedele di questa divinità vivente.
E confermo davvero il fatto ch'è lui a trovarti.
Hai avuto esperienze? Ho aperto una discussione nel Baretto per parlare più dell' aspetto spirituale delle esperienze...
Se ti va leggi un po' Wink Smile

Buona giornata! Big Grin
ATTENZIONE: TUTTO CIÒ CHE SCRIVO E' FRUTTO DI FANTASIA, ALLO SCOPO DI DIVERTIRE.

[SIZE=4]COLTIVO CACTUS.

[/SIZE]
  Répondre
#97
Abbi pazienza Freddy... il disturbo bipolare, deo gratias, non prevede personalità multiple (apoteosi dei disturbi dissociativi).
C' è solo oscillazione ciclica tra fase depressiva e fase (ipo)maniacale.
  Répondre
#98
A mio avviso e per mia esperienza diretta puoi convincerti di qualsiasi cosa a riguardo eventuali voci nella tua testa o presenze nella tua stanza. Il risultato è che, una volta "convinto" della tua idea/ipotesi essa diventerà la "tua" realtà (fino all'eventuale sua sostituzione con un'altra convinzione). Essa potrà più o meno combaciare con la "realtà" di altri individui e "solo" in base a questo meccanismo la naturale funzione del tuo cervello chiamato "pensare" verrà reputata sana o malata, buona o cattiva, intelligente o stupida e le varie gradazioni tra gli estremi. Ovviamente mi riferisco a cervelli integri dal punto di vista fisiologico.

Io sono in grado di fare comparire quelle "voci nella testa" per mezzo dell'ipnosi (non prendetemi per G.C., non è che ci riesca proprio con tutti, ma mi è accaduto diverse volte). Allo stesso modo sono in grado di riprodurre altri fenomeni giudicati inusuali (nella nostra cultura) come ad esempio le paralisi isteriche degli arti, aumento/diminuzione della temperatura corporea o suggestioni postipnotiche varie.
Non sono un mago ma uno scienziato. Non possiedo poteri particolari ma utiilizzo tecniche standardizzate e collaudate... con un po' di pratica ci riescono "quasi" tutti (più o meno bene come in tutte le attività un po' artigianali).

Il cervello è una macchiana potentissima ma incredibilmente "stupida" e assimilabile ad un normale colcolatore. Esso restituisce dei risultati in base ai programmi e ai dati che assorbe (o gli vengono somministrati). Molti limitano la pianificazione delle variabili "set" e "setting" solo in funzione di stati "alterati" ma ogni nostra esperienza è influenzata da fattori esterni di contorno.

Per concludere, secondo me, non hai nessuna dote particolare e non ti è successo nulla di "anormale". Ma tu sei libero di credere il contrario e lasciarti condizionare dai tuoi pensieri. Forse questo potrà farti sentire una persona migliore e farti ottenere dei risultati in qualche campo dell'attività umana dove culturalmente è richiesta un certa dose di eccentricità o, forse, potresti essere sopraffatto dalle tue voci non avendo voluto razionalizzarle. Ti sconsiglio comunque l'uso di allucinogeni finchè non avrai fatto chiarezza e non avrai raggiunto una tua personale stabilità.

Edit: per "stabilità" intendevo "maturità" e "self confidence".
  Répondre
#99
CrazyFractalHaze, vorrei sottolineare che la lettura della mano non è conforme ai canoni della religione di Stato, in pratica non è "cattolica" nel senso convenzionale del termine. E' associata secondo la cultura popolare come qualcosa affine ai tarocchi o agli zingari per strada con carte e palle magiche. Non sto dicendo che hai insinuato questo. Voglio solo precisare che non ha niente a che vedere con il concetto di Dio. Neanch'io non credo nella religione di Stato, però credo in un Dio che magari non si chiama nemmeno Dio, però è simbolo di amore e pace. Perché la religione a mio avviso è pace e amore. Ma già il termine "religione" sradica questo concetto perché è simbolo di devozione e ammirazione gerarchica nonché sottomissione. Quindi non andrebbe chiamata nemmeno religione. La lettura della mano è qualcosa a cui non crederai mai fin quando non lo fanno a te. Perdonami se non ti do altri dettagli però comprenderai che voglio preservare almeno un po' di privacy. Però ti chiedo almeno di credere alle mie parole. Esiste e c'è questa possibilità. L'idea di un destino già scritto è qualcosa che potrebbe dare fastidio perché dà l'idea che la nostra vita sia gestita da qualche essere superiore. Ma perché non è già così? Scendendo nel materialismo terreno, non è forse la società consumistica che ti dice cosa fare, come gestire il tuo tempo, cosa dire quando sei innamorato, cosa giudicare giusto o sbagliato? Fin quando la vita ce la gestiscono e noi abbiamo l'illusione della libertà, va tutto bene. Poi c'è l'anticonformismo, un'altra parola creata dalla massa per darti l'illusione di distaccarti da essa. Ma è un'illusione! L'anticonformismo al pari del conformismo provengono dalla stessa fabbrica. Insomma, il mio parere è che noi siamo continuamente gestiti da altri e il destino scritto è un'altra cosa di queste. Ma non è un male, anzi. Qui non si parla di schiavitù. E voglio fare una distinzione: quello che la società ha creato per controllare la maggior parte della nostra vita è un male, certo, però il nostro destino già scritto credo che sia un bene. E se il destino fosse stato scritto da noi stessi prima ancora che ci reincarnassimo sotto forma di corpo fisico e materiale per poter attuare tale piano? Questa domanda può andar contro a tanti scettici però sappiate che il pensiero viene frainteso nell'istante stesso in cui si trasforma in scrittura. Sono aperto a qualsiasi tipo di discussione. =)

Leary-Huxley a écrit :Abbi pazienza Freddy... il disturbo bipolare, deo gratias, non prevede personalità multiple (apoteosi dei disturbi dissociativi).
C' è solo oscillazione ciclica tra fase depressiva e fase (ipo)maniacale.


Leary-Huxley, il disturbo bipolare è stata la sua diagnosi, la personalità multipla è stata la mia seppur grossolana deduzione. Ho pensato che il cambiamento d'umore fosse in qualche modo riconducibile a qualcos'altro, ma evidentemente non è così. Quindi non è che il disturbo bipolare possa essere una sorta di "base" per quello dissociativo?

Pagan Atheist a écrit :Per concludere, secondo me, non hai nessuna dote particolare e non ti è successo nulla di "anormale". Ma tu sei libero di credere il contrario e lasciarti condizionare dai tuoi pensieri. Forse questo potrà farti sentire una persona migliore e farti ottenere dei risultati in qualche campo dell'attività umana dove culturalmente è richiesta un certa dose di eccentricità o, forse, potresti essere sopraffatto dalle tue voci non avendo voluto razionalizzarle. Ti sconsiglio comunque l'uso di allucinogeni finchè non avrai fatto chiarezza e non avrai raggiunto una tua personale stabilità


Pagan Atheist, credo di essermi spiegato male. Quello che ho scritto non aveva alcuna finalità se non informativa e dialogica e in nessun modo io avrei voluto che pensassi che potrei vantarmi facendomi carico di un potere che non ho. Assolutamente. Non voglio che pensi questo per dei semplici motivi. Il primo è il più ovvio. Se casomai avessi scritto per sembrare importante agli occhi della comunità, quale finalità avrei raggiunto? A quale eccentricità avrei mirato? Qui, in un modo o nell'altro siamo tutti anonimi (anche se io il mio nome l'ho scritto per intero essendo un filosofo che viene dal passato con la sua macchina del tempo... Wink), non ha senso credersi importante qui. Altro punto: mi sono limitato a riferire quello che mi successe qualche anno fa ai tempi delle superiori e successivamente durante la notte. Quello che hai detto tu è stata conseguenza di un fraintendimento. Fraintendimento che ti ha portato a scrivere la tua ultima frase (che più che un consiglio mi sembra una diagnosi).

Comunque mi hai incuriosito. Che scienziato sei? Biologo, chimico, medico... =)
Un Dio che è onnisciente e onnipotente, e che non si cura nemmeno di far sì che le sue intenzioni vengano intese dalle sue creature: e questo sarebbe un Dio di bontà? Un Dio che lascia sussistere gli innumerevoli dubbi e obiezioni per migliaia di anni, come se non fossero di alcun pregiudizio per la salvezza dell'umanità, e che però prospetta le conseguenze più terribili in caso di trasgressione della verità? Non sarebbe crudele un Dio che fosse in possesso della verità, e se ne stesse a guardare l'umanità che si tormenta penosamente per raggiungerla?
  Répondre
Pace è amore sono pace e amore. Dio non c'entra per fortuna! Big Grin

Casomai pace e amore sono due divinità, questo si... Ma sono dei concetti divinizzati, secondo me dio non c'entra. Per fortuna pace e amore ci sono sempre...

Comunque io ti consiglierei semplicemente di prendere in modo più positivo queste cose: se ti convinci che stai diventando pazzo lo diventi davvero...
E su tutto questo le droghe influiscono; in maniera negativa spesso.
ATTENZIONE: TUTTO CIÒ CHE SCRIVO E' FRUTTO DI FANTASIA, ALLO SCOPO DI DIVERTIRE.

[SIZE=4]COLTIVO CACTUS.

[/SIZE]
  Répondre
Ciao a tutti, trovo molto personale e molto profondo il pensiero di Freddy perchè mi rispecchia un po'.
Avete mai letto il libro o i libri di Erich Fromm?
Vi consiglio: AVERE O ESSERE? Vero capolavoro, che non va preso sottogamba, per me è quasi la Bibbia.
Non voglio togliervi nulla del libro, ma sappiate che si ricollega al discorso di Freddy su conformismo e anti-conformismo nell'occidente, paragonandolo all'Oriente, il Buddha e molte altre cose.
Erich Fromm tenta di dare un analisi della società moderna, gretta meschina legata al possesso al denaro che è diventata schiava di se stessa, ha creata la macchina e ora è solo un meccanismo di essa.
Pensato al discorso di Trainspotting: "Diventerò esattamente come voi: il lavoro, la famiglia, il maxi televisore del cazzo, la lavatrice, la macchina, il cd e l’apriscatole elettrico… buona salute, colesterolo basso, polizza vita, mutuo, prima casa, moda casual, valigie, salotto di tre pezzi, fai da te, telequiz, schifezze nella pancia, figli, a spasso nel parco, oraro d’ufficio, bravo a golf, l’auto lavata, tanti maglioni, natale in famiglia, pensione privata, esenzione fiscale, tirando avanti, lontano dai guai, in attesa del giorno in cui morirai."
Un altro libro di Fromm è Fuga dalla libertà che riprende le stesse tematiche, dicendo che ormai siamo schiavi di un meccanismo che non sappiamo nemmeno cos'è potremmo alzarci alla mattina e non sapere chi siamo ma fare finta che vada tutto bene, ma inconsciamente sappiamo che non è così che viviamo a stento cercando di pagare il mutuo,andare al lavoro, fare questo o fare quest'altro solo perchè molti lo fanno e pensiamo sia giusto così, ma noi in realtà se continuamo a pensarla così diventeramo solo burattini(e in realtà quasi tutti lo siamo) anche se non ce ne accorgiamo.
Dove ambire a mete più elevate per noi stessi, e non per servire un meccanismo che andrà ormai in rotta di collisione.
Scusate se tutto questo è confusionario, ma è anche un po' come mi sento, confuso, ma anche felice per avere aperto gli occhi, per aver capito il peso della cultura, e iniziare a pensare almeno un po' anche con la mia testa.
Ma tornando a Freddy penso che la lettura della mano non sia qualcosa di indiscusso e sicuramente certo, ma che secondo me è può avvicinarsi, è qualcosa di misterioso, che ancora non ho compreso pienamento.

Spero di essere stato utile, e spero anche che questo argomento sia fonte di dibattito.
:lol:
  Répondre
Freddy Nietzsche a écrit :... Quello che hai detto tu è stata conseguenza di un fraintendimento. Fraintendimento che ti ha portato a scrivere la tua ultima frase (che più che un consiglio mi sembra una diagnosi).


Ti prego di accogliere le mie parole con serenità. Questo forum mi piace perché è frequentemente implicito sospendere il "giudizio" sulle esperienze altrui. Ho cercato di attenermi ai fatti, tenendo conto anche della terminologia che adoperi per descriverli. Sicuramente sono portato ad osservare il fenoneno che chiamiamo "mente" da una prospettiva diversa dalla tua. Lungi dal credere di avere la verità in tasca o di poter immaginare una sorta di graduatoria nelle modalità di approccio alla vita. Per quanto mi ruguarda parlare di cose come religione o "lettura della mano" non ha nessun senso. Inoltre "leggere la mano" è uno dei primi "trucchi" che un "mentalista" è portato ad apprendere.

Esempio di come dovrebbe essere una lettura della mano per NON essere scientificamente presa in considerazione:
...leggo sulla tua mano ... bla bla bla... che in un futuro non molto lontano una persona che ti sta particolarmente a cuore comincerà a comportarsi in modo insolito e tu non riuscirai subito a comprenderne il perché... Probabilmente non te ne rendarai subito conto, ma poi tutto diventerà molto più chiaro e tu ti vedrai costretto a prendere una decisione importante e che coinvolgerà anche i tuoi cari... non molto tempo dopo, ma forse non verrà subito alla luce, un'altra persona a te vicina si troverà ad affrontare un problema di salute di una certa gravità... ...la maggiore maturità che avrai raggiunto ti sarà di notevole aiuto e questa esperienza ti farà crescere ulteriormente... bla bla bla ...qui vedo qualcosa che non mi piace tanto ma mi riservo di non svelartela. Comunque ricorda che non è tutto scritto ma il destino è solo una traccia.... bla bla bla...

Quello che ho appena fatto è quello che fanno gli indovini e cioè tirano a indovinare utilizzando un linguaggio che non ha senso ma che costringe la tua mente a riempirlo di significato. Stessa cosa potrei fare leggendoti il passato. Non voglio dire che tutti gli indovini siano consapevoli di tale meccanismo e quindi in malafede... anzi, più l'indovino è convinto di ciò che dice, maggiori saranno le sue probabiltà di convincere anche te (per ragioni che hanno a che fare con congruenza del linguaggio del corpo e segnali non verbali). E' questo il linguaggio delle religioni, della poesia della filosofia. Non è una cosa negativa perché molto spesso per funzionare bene la mente ha bisogno di essere ingannata.

Ti prego ancora di accettare il mio contributo come le parole di un essere umano che tiene davvero al tuo equilibrio e alla tua serenità. Magari mi sbaglio ma io aspetterei di avere un porto sicuro in cui approdare prima di intraprendere viaggi verso l'ignoto.
Con affetto,
Pagan Atheist (il mio nick è tutto un programma)
  Répondre
PaganAtheist, davvero, il tuo discorso non fa una piega. A volte mi meraviglio anch'io di come sono riuscito a convincermi del contrario leggendo le tue righe. Se mi fossi iscritto qualche anno fa ti avrei messo "Like". Il discorso che fai tu però prescinde dall'esperienza diretta. Tu non sai davvero niente di quello che mi è capitato e davvero, non so come spiegartelo, però sono cose che si devono vedere. Quello che dici tu ha molto senso ed è fondato da una deduzione razionale. Però io non ho mai visto un ingannatore che legge la mano ad una ragazza dicendole che fra due anni dovrà concepire un bambino dovendo abortire per problemi familiari e dopo due anni tutto questo succede davvero; non ho mai visto un ingannatore che prevede l'incidente con la moto ad un mio amico; non ho mai visto un ingannatore prendermi in disparte e dirmi con le lacrime agli occhi che quel bidello dovrà morire di incidente d'auto e poi quel bidello morì davvero; e non ho mai visto un ingannatore prevedere la separazione dei genitori di un mio amico 2 anni prima che avvenissero. Ora, tu puoi credere in quello che vuoi come anche tu hai invitato me di fare, però ti chiedo di analizzare almeno quello che ti dico non guardandolo dall'alto verso il basso sul piedistallo che tu chiami razionalità, perché seppur quel piedistallo poggia su basi molto solide costruite in anni e anni di intelletto, non è l'unico. Ti chiedo di farlo da una posizione di uguaglianza. Non farò rivoltare morti nella tomba cacciando frasi del tipo: "il mondo va guardato da quanti più lati possibili" perché servirebbero solo come orazione di fronte a una folla; ti chiedo con umiltà di credere anche solo per alcuni secondi a quello che ti dico. Perché non avrebbe senso se io scrivessi cose insensate con la finalità di obbligare tutti questi sconosciuti anonimi con nick anonimi di credermi. Non mi entra niente in tasca. E l'originalità non è il mio fine. E perdonami se non ci credo che tieni davvero al mio equilibrio e serenità. Perché in fin dei conti, anche il concetto di equilibrio e serenità sono vaghi e illusori. Insomma, chi è che con un metro e una bilancia può definire concretamente cos'è l'equilibrio e la serenità? Prima di augurarmi qualcosa di impossibile definisci questi due concetti.

La parte finale della tua frase mi dà le basi per un mio pensiero riguardante le religioni. Ebbene, mio modesto parere, esse sono dei trattati scientifici. Non mi va di descrivere me stesso, però in un certo senso devo farlo (così avrai più dati per giudicarmi xD). Io invece consiglierei di leggere i libri di Zecharia Sitchin e, senza andare eccessivamente OT, vorrei spendere due parole per descrivere un po' l'opera. E vorrei descriverla facendoti una domanda: hai mai pensato alla religione e alla scienza come se fossero inevitabilmente un qualcosa di unico? Come le facce di una stessa medaglia. Chi dice che la Bibbia non possa essere un trattato scientifico? L'uomo è un progetto extraterrestre - YouTube
Un Dio che è onnisciente e onnipotente, e che non si cura nemmeno di far sì che le sue intenzioni vengano intese dalle sue creature: e questo sarebbe un Dio di bontà? Un Dio che lascia sussistere gli innumerevoli dubbi e obiezioni per migliaia di anni, come se non fossero di alcun pregiudizio per la salvezza dell'umanità, e che però prospetta le conseguenze più terribili in caso di trasgressione della verità? Non sarebbe crudele un Dio che fosse in possesso della verità, e se ne stesse a guardare l'umanità che si tormenta penosamente per raggiungerla?
  Répondre
Da almeno un punto di vista scienza e religione sono un qualcosa di unico nel senso che sono entrambe un prodotto della mente umana. Per il resto la religione si basa su atti di fede e sulla rinuncia alla verifica razionale delle sue basi. La scienza si basa su modelli validati dalla riprodicibilità di evidenze sperimentali. La scienza per propria natura è sempre messa in discussione e il miglioramento della comprensione dei fenomeni è insito nella sua natura. Non è un dramma se una teoria scientifica viene messa in discussione e sostituita da un'altra che descrive meglio un determinato fenomeno. Prova a mettere in discussione un dogma religioso!

Non è che io non voglia crederti è che non sono portato a "credere" per mia natura. Per chiarezza, io sono sicuro che tu credi davvero a quello che scrivi e lo fai in totale buona fede ma io non posso basarmi su avvenimenti non verificati in prima persona. Altre spiegazioni alle divinazione potrei trovarne... ad esempio "profezie autorealizzanti" (potrebbe valere per la ragazza madre ad esempio). Poi bisognerebbe tener conto del rapporto tra profezie effettivamente "avverate" sul totale... si ha la tendenza di ricordare solo le profezie che si "avverano" (statisticamente ogni tanto accade).

Ultima cosa, non è che per assumere droghe devi aderire alla mia visione del mondo, altrimenti tutti gli sciamani avrebbero avuto bad trip con effetti disastrosi. "Secondo me" bisogna però avere una base solida sulla quale fare appiglio, qualsiasi essa sia.
  Répondre
bò guarda nel preciso non ti sò dire.però ha abbondato di argilla sul fondo,nella terra non c'è perchè drena già forte,ha usato una terra ricca di sabbia per cactus e un pò di bio torba fatta dice in modo biologico,per il resto niente d'importante ,ha interrato e per ora tutto procede bene
  Répondre
salve ragazzi posto qui perchè non ho trovato niente nei vecchi post e non volevo magari fare una domanda già fatta... mi hanno apppena regalato dei semi di trichocereus pachanoi, ssono semi solamente senza kit di germinazione vorrei sapere come fare per piantarli...come si fanno germinare ? se germogliano impiegheranno molto a crescere? grazie in anticipo
  Répondre
Ma ti sembra scientificamente possibile che non se ne sia già parlato? :lol:
http://www.psychonaut.com/cactacee/46520...actus.html
La sezione italiana del forum si è spostata all'indirizzo http://forum.psiconauti.net/
  Répondre
scusami tanto mi è sfuggito grazie mille Smile
  Répondre
Comunque sia, Freddy.. anche a me è sorto, come Pagan, forte dubbio di forte Effetto Forer.

Per il resto, come sono colpito dalle tue voci, lo sono altrettanto circa il controllo del SNC attuato e descritto da Pagan.
Il controllo della temperatura, in particolare, mi rimanda alla potentissima meditazione tummo.
  Répondre
Ah dimenticavo di ringraziarti per aver aperto in primi passi dubbio della legittimità della domanda, è un'usanza che andrebbe presa come standard per i nuovi.
  Répondre
Monad a écrit :Non saprei, ci sono tantissimi fattori... Probabilmente e' l'ambiente in cui e' stato messo. Si, credo che valga la stessa regola.



A dire il vero a me è stato detto il contrario da uno che lavora che i cactus. Per sicurezza ho esplicitato bene la domanda, per ovviare a fraintendimenti: la risposta è stata no... :angry:
ATTENZIONE: TUTTO CIÒ CHE SCRIVO E' FRUTTO DI FANTASIA, ALLO SCOPO DI DIVERTIRE.

[SIZE=4]COLTIVO CACTUS.

[/SIZE]
  Répondre
krakatoa a écrit :Ciao! Dì al tuo amico che sarebbe l'ideale recuperare del lapillo vulcanico per fare la miscela in cui va a interrare i cactus :nod:

Interessante suggerimento: come ce lo si procura?
Lo si trova in vendita?
O tocca andare a Napoli e, tra una provoletta di bufala e un babà, fai un paio di passeggiate su Vesuvio?
  Répondre
Leary-Huxley a écrit :Interessante suggerimento: come ce lo si procura?
Lo si trova in vendita?
O tocca andare a Napoli e, tra una provoletta di bufala e un babà, fai un paio di passeggiate su Vesuvio?

L'idea di Napoli è ottima ma non sottovalutare la passeggiata sull'Etna tra un arancino e una cassata!

Seriamente: Ho cercato 5 minuti su internet e ho visto che sta pure su ebay. Comunque se sei di zona, andare a prenderselo dai dintorni del Vesuvio/Etna non dovrebbe essere molto diverso (la differenza sarebbe nel sapere la composizione).
  Répondre
Stok a écrit :bò guarda nel preciso non ti sò dire.però ha abbondato di argilla sul fondo,nella terra non c'è perchè drena già forte,ha usato una terra ricca di sabbia per cactus e un pò di bio torba fatta dice in modo biologico,per il resto niente d'importante ,ha interrato e per ora tutto procede bene


L'importante è che ci sia una buona quantità di materiale inerte. Anche se alla fine, in realtà, se ci si dosa bene con l'acqua, e non se ne dà MAI in eccesso e sempre a intervalli adatti alla stagione, puoi anche usare del comune terriccio e le piante crescono ugualmente. Lapillo, perlite e altri inerti del genere aiutano "solamente" a prevenire marciume radicale (il solamente è tra virgolette perché non è che sia una cosa proprio da niente per una pianta grassa :lolSmile

Stok a écrit :ma voi riuscite a vedere le foto che ho postato?


No!

Leary-Huxley a écrit :Interessante suggerimento: come ce lo si procura?
Lo si trova in vendita?
O tocca andare a Napoli e, tra una provoletta di bufala e un babà, fai un paio di passeggiate su Vesuvio?


Io lo trovo comunemente nei vivai o nelle aziende agricole che riforniscono gli stessi vivaisti, un sacco da 50l costa sugli 8€ mrgreen
  Répondre
Ah, però. pensavo di più.
Chissà se fa bene anche ai funghetti.
  Répondre
Quando l'Etna erutta tutta la zona nei pressi di casa mia si riempie di cenere vulcanica, così tanta che mamma è costretta a spazzare due volte al giorno!! Le strade sono così piene che quando piove si crea del fango e i lapilli neri restano ai margini della strada per mesi!!!
  Répondre
ma perchè quando metto a caricare le foto per inserirle mi dice che non supporta il formato ,ma sono jpeg ,fà finta di caricare e poi d'ha un errore,che storia è?
  Répondre
Buona sera, innanzitutto mi scuso per il titolo chilometrico e per la sezione in cui sto aprendo il thread (che è probabilmente sbagliata :-o).
Volevo raccontarvi una mia esperienza avuta con un trichocereus bridgesii mostruoso, cactus che si dice sia quello con la tipologia di effetti più simile a quella del peyote.
Bevo, con gran disgusto e mandandolo giù insieme a piccoli sorsi di succo, a stomaco vuoto, in un bel posto in mezzo alla natura, tra prati, torrenti e grotte. Dopo un po' mi sale la nausea, per un po' la controllo ma alla fine cedo e vomito. Mi sdraio sul prato sotto il sole, e ad un tratto mi sento molto bene, anzi completo stato di benessere, e apprezzo tutto ciò che vedo. Mi incantavo a guardare qualsiasi cosa, ho giocato mezz'ora con un filo d'erba sfibrandolo con stupore, mi sono seduto su un sasso coperto dal muschio e lo accarezzavo maniacalmente elogiando la morbidezza di quel sasso ai miei amici. Il problema è che io, la maggior parte di queste cose, la faccio e/o le provo anche da sano (o anche dopo una canna).
In sostanza non è stata un'esperienza al massimo potenziale della mescalina e degli altri alcaloidi, proprio per niente.
I miei dubbi sono 2:
1) Ho cucinato il cactus due settimane prima di prenderlo, può essersi deteriorato qualcosa in questo lasso di tempo (non l'ho conservato in freezer ma in frigo);
2) La dose: il cactus pesava 400g da fresco, anche se chiamarlo fresco è un azzardo perché non gli davo da bere da 6 mesi circa, quindi penso che il peso realmente "fresco" possa essere stato di 50g o forse anche poco più. Ho letto report di persone che facevano quest'esperienza e ottenevano effetti alcuni con dosi basse, altri con dosi più alte, quindi ho detto "boh faccio una via di mezzo e vedo". Quindi ho pensato che la dose magari era troppo bassa, però essendo un esemplare di un po' di anni e stressato, speravo di trovarlo abbastanza carico già di suo Wink

Alla fine penso che appunto con 600g di pianta fresca l'esperienza sarebbe stata totalmente diversa; ad ogni modo se qualcuno sa dirmi se anche la conservazione non è stata ottimale, almeno so come conservarlo per la prossima volta Big Grin
  Répondre
Io dico che ti sei già dato tutte le risposte da solo.
Sai già che la potenza varia in base ai trascorsi della pianta, sai i dosaggi, sai tutto. Da questo può essere dipeso. Punto.
Che vuoi sentirti dire? Che forse sarebbe stato meglio non aspettare due settimane dalla preparazione al consumo?
L'unica cosa che non hai descritta è stata la preparazione, ma ti vedo documentato e presumo che l'avrai fatta come si deve.
Hai anche postato nella sezione giusta visto che avendo meno di 20 messaggi puoi postare solo qui.
Basta.
Sai già tutto. Perchè vuoi altre conferme? Big Grin
[SIZE=4]se il forum è pieno di messaggi ripetitivi o fuori tema [SIZE=6]la colpa è tua che gli rispondi [/SIZE][/SIZE][Image: images?q=tbn:ANd9GcSgkdouuObGgMeLXTXTVC_...ajxNZkpXSA]
  Répondre
ehm stok, io le vedo e a quanto pare le hai messe pure su facebook? bhè se te sei un certo L T levale ahahhaha non penso sia molto furba come cosa
È la LORO regola a renderti un criminal!
  Répondre


Sujets apparemment similaires...
Sujet Auteur Réponses Affichages Dernier message
  [Thread Ufficiale] Esperienze e curiosità sui funghetti andrea92 670 42,827 23/09/2015 15:08
Dernier message: Pab
  [Thread Ufficiale] Esperienze e curiosità sul 1p-LSD twisty 36 8,183 22/09/2015 16:37
Dernier message: mengu
  [Thread Ufficiale] Esperienze e curiosità sulla Datura toti 65 6,640 21/09/2015 12:32
Dernier message: arcanico
  [Thread Ufficiale] Esperienze e curiosità sull'LSD purplefabio 428 30,227 21/09/2015 10:51
Dernier message: mengu
  [Thread Ufficiale] Coltivazione Cannabis PersianWhite 204 21,100 16/09/2015 15:29
Dernier message: spinosauro
  [Thread Ufficiale] Metodi di estrazione DMT kyashan 28 8,878 15/09/2015 10:01
Dernier message: Znezello
  [Thread Ufficiale] Esperienze e curiosità sull'MDMA maan 59 4,661 13/09/2015 21:21
Dernier message: astraldream
  [Thread Ufficiale] Coltivazione funghetti LaPav 175 7,866 11/09/2015 14:34
Dernier message: tsunami666
  [Thread Ufficiale] Esperienze e curiosità sui Nootropi Free Energy 124 16,522 09/09/2015 16:54
Dernier message: Nor3g
  [Thread Ufficiale] Prime esperienze con la Cannabis LiberateMind 75 4,567 07/09/2015 12:30
Dernier message: ZioCane

Atteindre :


Utilisateur(s) parcourant ce sujet : 1 visiteur(s)