S’enregistrer Bienvenue sur le forum de Psychonaut, un espace de discussion autour des produits psychoactifs et de l’exploration de l’esprit.

Pour prendre part aux discussions, n'hésitez pas à vous inscrire. Nous serions heureux de vous compter parmi nous !

S’enregistrer


Progetto: Test di cultura sulle droghe

#1
Ho visto che è stato aperta questa sezione, fatta apposta per lanciare idee per progetti che non andranno mai in porto, anche perchè siamo tutti dei drogati col cervello bruciato che non combineranno mai un cazzo nella vita. Visto che per ora è vuota, rilancio l'idea di BlueFire: facciamo un test di cultura sulle droghe, per fare un po' di vera (contro)informazione.

La prima cosa sarebbe capire come realizzarlo, con che programma, come metterlo su internet. Cioò serve uno che ne sappia un po' di informatica. Poi ci possiamo sbizzarrire a scrivere le domande e le riposte. E poi non fare un cazzo, perchè a forza di sparaci le canne in vena ci dimentichiamo il progetto a metà.
#2
Ciao Ming,
i topic inerenti vari progetti andranno spostati qui, non l'ho fatto ancora per i motivi che tu citi probabilmente, però mi pare che questo topic possa unirsi a quello preesistente, se per te va bene.

Per quanto riguarda l'aspetto tecnico: realizzare un piccolo quiz a risposta multipla è cosa davvero facile, si può fare online, però magari mi concentrerei su aspetti più di gioco che di conoscenza.
Nel senso:
le risposte valgono tutte uguali? O alcune sono più facili, altre più difficili...
Ci sono vari temi? Storia chimica effetti...
Come si sceglie un tema? È casuale, lo sceglie l'avversario, devi avere una buona risposta per ogni tema...
Come si vince? A punti, a eliminazione diretta, a torneo, a squadre?
Contro chi si gioca? È una sessione di gioco (tipo io, te e psycore che ci facciamo una partita) oppure più strutturato proprio come un test, stile "inizia il test", rispondi alle domande e vedi un punteggio.
Poi vuoi che siano pubblicati i punteggi?

Ci sono molte domande alle quali rispondere prima di introdurre i contenuti a mio parere, una volta trovata la struttura e create le caselle dove mettere le domande si può iniziare con il popolare il tutto più efficacemente.

Questi i miei 2 baht
#3
Centro che si riferisca a quando visto il test della narconon accennai al fatto che noi avremmo di certo potuto fare qualcosa migliore e che sarebbe in caso tornata utile a qualcuno...
Per il gioco è un altro discorso (e lì ancora c'è davvero parecchio a cui pensare)
#4
Non mi pareva ci fosse un topic preesistente, erano solo due post all'interno di questo thread http://www.psychonaut.com/notizie-e-arti...i+migliori. Riguardo l'altro discorso io su come realizzarlo non so nulla quindi come prima cosa vorrei capire come si fa, il resto per me viene dopo, per te che ci chiappi più di me di informatica ovviamente non è così. Comunque imho 1) diversi punteggi 2) solo un elenco di domande su più temi 3) a punti 4) tipo test 5) risultati visualizzabili da chi ha terminato il test, volendo con dei profili tipo: sai tutto, sai qualcosa, non sai una mazza, sei peggio di giovanardi
#5
Apposto, mi sarò confuso io allora, scusa.
Per i punti sollevati erano solo di esempio, non volevano essere un'effettiva scaletta. Dico solo di strutturare per bene e poi pensare ai contenuti.
Alla messa in pratica informatica poi ci si pensa, si dovrebbe trovare il modo =)
#6
Siccome è decisamente più facile organizzare un test che un intero gioco (poi si parla di cose fatte decentemente, altrimenti non conta) e soprattutto su un mezzo non immediato con un forum inizio col lanciare idee:
-Grafica semplice e neutra, un tranquillo bianco va benissimo. O al limite qualcosa comunque di basso impatto visivo (tipo lo sfondo di telegram) e magari a tema.
-Alla fine spiegazioni date in modi semplice: si tratta sempre di un test informativo
-Boh
#7
per la grafica se vogliamo un basso impatto visivo meglio uno sfondo nero, fa fare pure meno fatica agli occhi..
' a écrit :
dio balla / god dances

ed è felice / and he's happy


Albert Einstein:

«
Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà. Non c’è un’altra via. Questa non è filosofia. Questa è fisica.»

«Everything is energy and that’s all there is to it. Match the frequency of the reality you want and you cannot help but get that reality. It can be no other way. This is not philosophy. This is physics.»


#8
Citation :Per i punti sollevati erano solo di esempio, non volevano essere un'effettiva scaletta.
Si si, io già che c'ero ho detto come la pensavo in merito, che tanto da qualcosa si deve ben iniziare.

Secondo me, nel fare questo test, la cosa più importante è avere sempre in testa la "mission": fare informazione sulle sostanze, in un mondo dove girano tante bufale e tanta disinformazione proibizionista. Quindi eviterei domande fini a sè stesse, come magari cose di chimica o di etnologia, a meno che le riposte non possano essere utili a rompere qualche pregiudizio.

Ah, magari si può fare che le riposte diano punteggi sia positivi che negativi. Domanda facile: risposta giusta +1, sbagliata -5. Domanda difficile: giusta +5, sbagliata -1. Qualcosa del genere.
#9
Ming a écrit :
Quindi eviterei domande fini a sè stesse, come magari cose di chimica o di etnologia, a meno che le riposte non possano essere utili a rompere qualche pregiudizio.


come quello sulla ketamina
' a écrit :
dio balla / god dances

ed è felice / and he's happy


Albert Einstein:

«
Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà. Non c’è un’altra via. Questa non è filosofia. Questa è fisica.»

«Everything is energy and that’s all there is to it. Match the frequency of the reality you want and you cannot help but get that reality. It can be no other way. This is not philosophy. This is physics.»


#10
Magari non 5/1 che è un pochino drastico... Forse ci potrebbe stare anche un "giusta +1, sbagliata 0, cazzata astronomica -1" tutto segnato cromaticamente diverso alla fine, magari il classico verde/rosso (così alla fine uno vede pure a occhio quali erano le cose che proprio non c'entravano nulla).

Poi siccome la gente è scettica su pensieri diversi dai propri alla fine qualche link ci starebbe sempre bene.
#11
quale tra queste sostanze non si trova sui blotter (cartoni)?

a. 25i-NMBOMe
b. fentanyl
c. LSD
d. mescalina
e. DOB

cosa si estrae dal paever somniferum?

a. oppio
b. pioppo
c. popper
d. yopo
e. PCP

quale tra questi animali non è considerato sacro nei riti dell'ayahuasca?

a. giaguaro
b. colibrì
c. kondor
d. pitone
e. macaco
#12
Per un test informativo l'ultima mi pare un pochettino esagerata (fuori da questo forum trova qualcuno che sappia anche solo cos'è l'ayahuasca...) :lol:
#13
Quindi fatemi capire, è una specie di raccolta di domande a contribuzione libera finalizzata ad una maggiore conoscenza delle sostanze tramite il test. Una cosa che si possa linkare su facebook agli amichetti, e intanto si impara qualcosa. Giusto? Ovviamente con un piccolo sistema di punteggio e alla fine la descrizione della risposta corretta ed eventuali link di approfondimento.

Se è così mi sembra il primo vero buon progetto per la riduzione del danno applicata ai grandi numeri che ho sentito su questo forum. Posso pensare io alla struttura web volendo, se per voi va bene, avrei solo bisogno di capire il sistema di punteggio e il nome che si vuole dare al progetto (un sito come testdiculturasulledroghe.com mi sembra improbabile).
Farei anche in modo che chiunque possa, tramite una specie di form, proporre un po' di domande da inserire nel database (ovviamente andrebbero poi approvate da un amministratore).

Se va bene anche un secondo livello è gratis(tipo sito.qualcosa.com), poi il tempo che occorre a fare il tutto dipende dall'impaginazione che si vuole fare, se si vuole accorpare ad altri progetti (come la webzine/blog, o una wikia, o cose così), e dal tempo che ho. Mi piacerebbe fare una cosa carina, non solo una paginetta bianca con domande in nero e risposte alla fine (o sì? il minimale pare stia andando molto di moda).
#14
Minimale piace abbastanza a tutti, poi magari non troppo... Ecco, possibilmente non uno sfondo psichedelico di quelli che fanno girare la testa dopo 5 minuti minuti a chi non è abituato.
L'idea era partita vedendo quello della narconon, quindi la mia idea di impostazione era un "quello però fatto da persone competenti" :lol:
Si parlava della webzine in questi giorni, magari potrebbe essere collegato in seguito. Una wikia, se vogliamo essere realistici, la escludo. Magari una già esistente ma crearne una decente e aggiornata è un'impresa epica.

Credi sia possibile una versione mobile per smartphone? Ormai molti lo usano anche più del pc e certamente questo aiuterebbe.
#15
arimane a écrit :
Quindi fatemi capire, è una specie di raccolta di domande a contribuzione libera finalizzata ad una maggiore conoscenza delle sostanze tramite il test. Una cosa che si possa linkare su facebook agli amichetti, e intanto si impara qualcosa. Giusto? Ovviamente con un piccolo sistema di punteggio e alla fine la descrizione della risposta corretta ed eventuali link di approfondimento.


io è cosi che me lo sono immaginato...


arimane tu occupati della parte strutturale, io e gli altri buttiamo giu le varie domande poi gli amministratori decideranno in che ordine metterle nel test e quali magari scartare o correggere. Al punteggio ci si pensa poi...
#16
Invece penso convenga pensarci subito al punteggio, perchè se nel momento in cui propongo la domanda propongo anche il punteggio da attribuire alle riposte ho già il lavoro fatto, se invece, dopo avere stilato la lista di domande dobbiamo riprenderla da capo per assegnare i punteggi ci mettiamo più tempo, secondo me. Un'altra cosa che sicuramente va decisa prima è il numero di opzioni. Sarebbe bene che tutte le domande presentassero lo stesso numero di opzioni.

In merito al punteggio, difendo la mia proposta di dare un ampio range di punteggio, se non da -5 a +5, comunque più ampio di -1 +1. Una domanda come la seconda proposta da jolly è proprio facile, e a chi dice che dal papavero si estrae il pioppo altro che dargli un -1, bisogna andarli in casa e levargli il cervello con l'aceto. Le domande facili facili ci stanno, per misurare correttamente la preparazione del soggetto ed anche per non fare sentire dei completi pipponi gli ignoranti, ma se sbagli pure quella devi ottenere un punteggio ben più negativo di quando non sai spiegare come si verificano le lesioni di olney.
#17
bene allora facciamo +1 per quelle azzeccate, -1 per quelle sbagliate e 0 per quelle non risposte cosi uno non butta a caso
#18
No no io dicevo di spaziare almeno almeno fino a +-2. Cioè, -2 per le cazzate, -1 per gli errori meno gravi, 0 per le omissioni o anche per errori a domande molto difficili, +1 per quelle giuste, +2 per quelle giuste e difficili. Se no fumare pioppo vale come confondere GABA con serotonina.
#19
Mica è un test universitario... -1 per le cretinate apocalittiche ci sta, ma -1 per l'errore generico forse è parecchio: considerando che è abbastanza a scopo informativo non credo che la gente tenda a mettere a caso.
Per il range direi di non sbilanciarsi sul troppo alto o basso, +-2 mi pare ottimo. Al limite si potrebbe fare una versione più specifica per categorie (magari vegetali, sintetici, semisintetici, o eccitanti, sedativi, psichedelici) con domande più approfondite dove è giusto premiare la conoscenza di cose sconosciute ai più -per esempio una domanda sulla storia dell'LSD, sulla bufotenina o sulla differenza tra due rc-, anche se a questo penserei quando già avremo le idee più chiare. D'accordo per lo stabilire subito i punteggi: messa una domanda così si può discutere subito se il punteggio proposto è adeguato o meno e al momento di rifinire già molto sarà già stato fatto.
Propongo una cosa strutturata in 3 diversi tipi di quesito:
- il classico 4 possibilità a scelta singola
- 2 opzioni (tipo qualche vero/falso sparso)
- x diverse possibilità e scegliere le y giuste tra di esse

Edit.
Lunedì ho un'ora di buco, credo che peròotrei mettermi a pensare a qualche domanda per il test base Wink

Secondo edit, visto il post di ming:
Poi dipende dalla domanda. Se possibile pure uno scarto di 0.5 tra punteggi.
#20
Non ho capito:
-se i tre diversi tipi di quesito sono alternativi o se vorresti che a diverse domande abbiano tipi di risposta diverse
-cosa intendi con x possibilità y giuste. Forse che può esserci più di una risposta corretta?
-cosa intendi con scarto di 0,5 tra i punteggi
-perchè se sei d'accordo con il range +-2, perchè dici che per le cretinate apocalittiche va bene il -1

Io propongo un' unica tipologia di item per tutto il test. Propendo per 4 risposte di cui solo una giusta. Se possibile fare che almeno una delle riposte sbagliate sia un po' meno ovvia delle altre. Se no va bene anche quattro vero falso, di cui le opzioni possono essere anche tutte vere o tutte false, se ho ben capito è quello che intendi con x possibilità y giuste, ma mi pare un po' più difficile da realizzare, perchè devi trovare una domanda a cui si possano accordare più enunciati indipendenti tra loro.
#21
ma perchè secondo voi pioppo è piu o meno sbagliato di popper? che c'azzecca il popper col papavero me lo spiegate?
#22
infatti.. come si può scegliere quale errore sia più grave...
' a écrit :
dio balla / god dances

ed è felice / and he's happy


Albert Einstein:

«
Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà. Non c’è un’altra via. Questa non è filosofia. Questa è fisica.»

«Everything is energy and that’s all there is to it. Match the frequency of the reality you want and you cannot help but get that reality. It can be no other way. This is not philosophy. This is physics.»


#23
Il popper è comunque una droga (più o meno), un pioppo è un albero.
#24
si e il pioppo è una pianta e come tale ha piu cose in comune col papavero di quante c'è l'abbia il popper. E poi sulle altre domande dove lo mettiamo il -2? sullo mbome perchè è un RC? sul fentanyl perchè è un oppioide? o sul colibrì perche è innocuo?
#25
Sono d'accordo con Jolly, questa cosa di dare punteggi diversi alle risposte diverse non solo complica le cose ma le rende più confuse.
Un semplice +1 per risposta giusta, 0 per risposta sbagliata e non si possono saltare le domande? O comunque qualcosa del genere.

Comunque, se proprio si vuole pensare da ora a dare tutte le informazioni utili credo che sarebbe comodo avere una cosa tipo:
Domanda
Opzioni
Risposta giusta
Descrizione della risposta giusta (qualche riga che istruisca l'utente a fine test)
Link con approfondimenti

Ho pensato anche all'idea di accorpare tutti questi progetti in un unico portale sulle sostanze ma insomma... qualcuno di noi è davvero così appassionato di riduzione del danno?
#26
arimane a écrit :
0 per risposta sbagliata e non si possono saltare le domande?


se non si possono saltare le domande a che serve lo zero? ...sul resto sono d'accordo.
#27
Vabbè uno con le idee molto confuse può sapere o presumere che dal papavero si estragga una droga ed allora ne spara una a caso, che si possa pensare che da un papavero si estragga un albero significa qualcosa di più grave di non conoscere le droghe, significa non aver nessuna conoscenza sulla natura e sulla logica. Motivo per cui in effetti non avrebbe neanche senso inserirla come opzione, perchè quello che misura non è l'ignoranza in merito alle droghe ma la stupidità, argomento che non ci deve riguardare. Quando si fa un test una delle regole di base è quello che ogni risposta valuti solo la grandezza che si intende misurare e non altro, oppure che lavori su più scale le quali verranno tutte calcolate e presentate alla fine. Del tipo che se mettessimo domade così dovremmo poter dare anche un punteggio per la cultura generale ed il Q.I., per poter incorciare i risultati. Quindi in un certo capisco cosa volete dire affermando che non è chiaro in che misura pioppo sia una risposta peggiore di popper, non perchè non sia in generale una riposta peggiore, ma perchè il suo essere peggiore va misurato su una scala completamente diversa, ovvero è peggiore ma in un modo che non ci interessa poi molto a livello di cultura sulle droghe.

Poi forse una cosa che forse non è chiaro di quello che intendevo col suggerire 5 livelli di risposta (ovvero +-2), è che non intendo che in ogni domanda ci debba essere una risposta che esprima ognuno dei differenti livelli (anche perche non basterebbero 4 opzioni ma 5), ma solo che risposte diverse possano essere associati a livelli diversi. Dipende dal caso e da quanto decidiamo di valutare ogni singola risposta. Cioè, i punteggi estremi sono un opzione, non un obbligo.

Per quanto riguarda il complicarsi la vita coi punteggi multipli, secondo me quel piccolo sbatto in più permette di dare un punteggio molto più accurato. Esempio: cosa si estre dal papavero: oppio+1 eroina0 endorfina-1 popper-2. Non potremmo dare 0 sia ad eroina (che è una risposta quasi giusta) che a popper (riposta assurda), non posiamo dare lo stesso punteggio ad uno che ci picchia vicino ad uno che scambia un narcotico naturale per della colla. Quindi i casi sono due: o ce ne freghiamo di dare un punteggio accurato (del resto a noi in realtà interessa che fare informazione e riduzione del danno, il test è solo una scusa), oppure se abbiamo anche l'ambizione di dire alla gente quanto effettivamente abbiano conoscenza in materia, possiamo solo far si che ai vari livelli di punteggio corrispondano altrettanti ed adeguati livelli della variabile. Cioè, se faccio 5 livelli, posso spaziare da risposte molto sceme a molto intelligenti, se i livelli sono 2 allora per ogni domanda ci deve essere una risposta giusta e 3 riposte che siano sbagliate nella stessa misura. Ovvero, nell'esempio di prima non potremmo mettere tra le opzioni il popper ma solo derivati dell'oppio, di modo che gli errori siano tutti altrettanto gravi e che non si diano valutazioni ingiuste assegnando ad ognuno lo stesso punteggio.

Per quanto riguarda la struttura sono d'accordo. L'unico suggerimento che provo a dare è che, a seguito di ogni domanda, segua immediatamente la risposta giusta ed una breve correzione delle riposte sbagliate. Secondo me a fine test uno non ha più voglia di riprendere tutte le domande da capo, vuole solo sapere il punteggio. Magari non ricorda manco tanto bene che risposta ha dato o quale ragionamenti ha fatto per darla. Se la correzione è immediata è più efficace. Certo che a fare così spezza un po' il ritmo per chio fa il test, per cui bisogna evitare gli spiegoni (ma vanno evitati in ogni caso).

Per quanto riguarda il megaportale, penso che, al di la di quanto la comunità possa tenerci e sbattercisi, i tempi sarebbero molto lunghi ed è concreto il rischio che in questo postale ci si possa trovare, se non per sempre, almeno per un bel pezzo, solo il test (il quale non faremo comunque per la questione delle canne in vena di cui sopraWink).
#28
Scusa se rispondo tutt'altro che celermente, ma ho imparato che se devo dire tante cose insieme, già che ho i pensieri ingarbugliati di mio allora devo scriverli davanti al pc e non un po' per volta sul telefono.

-3 tipi diversi da alternare. "y giuste su x totali" era un'abbreviazione di "ci sono un tot di possibilità e tra esse vanno scelte quelle giuste, magari con 0.5 punti l'una (in questo senso scarto di 0.5 tra i punteggi), ad esempio Quali di essi sono oppiacei?: -Eroina -Mescalina -LSD -Morfina -Efedrina e vano spuntate quelle giuste"
-La cosa del parlare sia di 2 che di 1 è perché i sono confuso tra tutti gli edit che ho fatto Oopsops:

Comunque ripensandoci questa cosa dei punti negativi mi are un po' eccessiva. Sarebbe andata bene per quell'altra cosa del giochino sulla psiconautica e possiamo tenerla come idea, ma per un test informativo forse andrebbe bene mettere come punteggio un punto per le esatte, 0.5 per le mezze esatte in caso ci siano (vedi, per esempio, quella di prima sul papavero/oppio/eroina), e 0 per tutte le sbagliate. Poi magari mettere qualche domanda difficile la cui risposta esatta valga 2 (che ne so,magari una sull'ayahuasca). Skippabile o meno non credo cambi molto, siccome le sbagliate varrebbero 0.

Per le informazioni dopo ogni domanda è vero che alla fine uno rischia di non sapere nulla perché non ricontrolla, ma è anche vero, e qui conosco i miei coetanei, che dopo 2 domande dove tutto è spiegato dopo ognuna si rompono le palle e chiudono. L'unica è una spiegazione breve alla fine con un elenco delle risposte dove sono di nuovo mostrate alla fine di tutto: sotto il punteggio.
#29
Io farei ad esempio

-test di 20 domande
-le prime 10 più facili a risposta multipla con 2 risposte giuste su 5. ogni risposta giusta +1 sbagliata -1 non data 0
-le altre 10 più difficili a risposta multipla con 1 risposta giusta su 4. ogni risposta giusta +2 sbagliata -1 non data 0
-piccolissima spiegazione dopo ogni domanda (che si possa skippare velocemente) con link diretto per l'approfondimento
-risultato finale con simpatica premiazione tipo " Hai la cultura sulle ustanze di un..." (tutto giusto: "Docente universitario di psiconautica e culturepsicoattive". tutto sbagliato: " KetaReiverFallito")
-al risultato finale riassunto di tutti i link di approfondimento

Per fare le domande più facili usiamo argomenti più generali tipo
-quali tra questi sono oppiacei/fenetilammine/triptamine/sintetici/naturali
-quali tra queste piante/funghi/cacti sono psicoattive/i
ecc

Più difficili si va più nello specifico:

-da quale sostanza è possibile ottnere MDMA? safrolo, leugenolo, DXM, serotonina
-quale di questi dosaggi è considerato medio per l'MDMA: 10 mg 75 mg 1 g 550 mg
ecc

Mischiare punteggi differenti è troppo complicato anche da spiegare, uno si scoccia a leggere i tipi di punteggio ancora prima di iniziare.

Come "inno" tipo il messaggio che comunque deve passare sempre, quindi tipo scritto sempre e perennemente in basso, io lo ruberei da erowid:

Know your Body - Know your Mind - Know your Substance - Know your Source.

Anzi non mi spiacerebbe come titolo "KnowYourSelf"
... noi scendiamo in piazza, siamo democratici, siamo antifascisti, la realtà è più avanti! Siamo sempre indietro!
[cit: Giorgio Gaber]

Se è assolutamente necessario che l’arte o il teatro servano a qualche cosa, dirò che dovrebbero servire ad insegnare alla gente che ci sono attività che non servono a niente e che è indispensabile che ci siano.
[cit: Eugène Ionesco]

“Fanno quello che vogliono, ma quel che si può non possono farlo. Chi può, può soltanto l’impossibile”.
[cit: Carmelo Bene]



Ogni frase da me riportata è da ritenersi falsa, inventata e senza nessun fondamento scientifico-logico-razionale
#30
Bluefire, ma se mettiamo 0 0,5 1 e 2 abbiamo coumunque 4 livelli di risposta, contro i 5 che dicevo io. Poi per carità, va bene, ma a sto punto... è solo che hai eliminato i punteggi negativi, ma nei fatti sei sempre nella mia parrocchia. E dare mezzo punto per le risposte che comunque sono sbagliate non ha tanto senso. Vogliamo fare -1 per le sbagliate 0 per quelle sbagliate ma che in fondo hanno una ratio, 1 per le giuste? A sto punto le domande non dovrebbero essere skippabili, perchè se no uno le skippa tutte e risulta col punteggio di chi ha fatto errori minori. Comunque se facciamo così ricordiamoci che il livello di "ignoranza" delle risposte deve essere omogeneo in una domanda, possiamo permetterci solo errori ed errori poco gravi, niente cazzate madornali (oppure cazzate madornali ed errori normali, a fronte di una risposta ovvia, comunque ci deve essere sempre un rapporto). Comunque continuo a non capire quale sia il problema di fare 5 livelli al posto di 3 o 4, ci da più libertà nel proporre domande e risposte, secondo me è più facile così.

Sono d'accordo con psycore che ad usare sistemi di punteggio diversi rischiamo di incasinarci, più che altro a decidere come questi vadano a pesare sul risultato finale (non è una cosa scontata, tipo li sommiamo e via). Non capisco invece perchè nelle domande facili mettere due risposte giuste, anche perchè così facciamo un po' quello che propone bleufire, non sono più 3 ma 2 differenti tipi di punteggio. Il primo se ci pensi è praticamente un vero/falso, il secondo un vero test a riposta multipla. Anche qui rischiamo di incasinarci.

20 domande mi sembran poche, se dobbiamo fare un po' di informazione e riduzione del danno: pensa a quante cazzate si possono fare con tutte le droghe esistenti. A fare le cose per bene si dovrebbe fare una domanda sui dosaggi per TUTTE le droghe più comuni e per qualche rc. Più tutto il resto. Solo che si passerebbe il centinaio di domande e nessuno arriverà alla fine del test. Io dico minimo minimo 50 domande, massimo massimo 100. Comunque prima facciamo un elenco di domande che poi facciamo selezione tra quelle necessarie e quelle velleitarie e il numero giusto magari vien fuori da solo. Non è manco detto che siamo capaci di tirarne fuori 3, siamo qui che manco abbiamo deciso che punteggio dare.

Per la correzione, magari dare subio la risposta giusta, ed un link che apre un'altra finestra (o un'altra scheda del browser) su cui cliccare se uno volesse avere più informazioni. Del tipo: "Ma io ero convinto che la risposta giusta fosse quest'altra. Aspetta un po' che vediamo cosa dicono sti stronzi". Se invece uno se ne frega tira dritto fino al finale. Dopo il punteggio, in cui può venir detto qualcosa del tipo "Hai una buona conoscenza delle droghe ma hai delle lacune, ti sei fatto fregare da qualche leggenda metropolitana" gli si propone una pagina con tutti gli spiegoni, che magari il tipo, punto sul vivo, vuole controllare dove ha sbagliato.


Topics apparemment similaires...
  Test di cultura sulle droghe: SOLO Domande Abej^a G. 24 4,352 28/02/2015 16:00
Dernier message: Abej^a G.
  ricerca sulle sostanze psicoattive sd&m 6 1,946 16/02/2015 19:36
Dernier message: sd&m
  Film e documentari sulle droghe triptamina 162 37,429 23/11/2014 09:10
Dernier message: JOLLY



Utilisateur(s) parcourant ce topic : 1 visiteur(s)

À propos de Psychonaut

Psychonaut.fr est une communauté d'auto-support francophone, dédiée à l'information et à la réduction des risques liés à l'usage des substances psychoactives.