Papaver rhoeas (papavero comune o rosolaccio)
#1
Il papavero comune o rosolaccio (Papaver rhoeas L.) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia Papaveraceae.
La specie, largamente diffusa in Italia, cresce normalmente in campi e sui bordi di strade e ferrovie ed è considerata una pianta infestante. Petali e semi possiedono leggere proprietà sedative.
Qui http://www.samorini.it/doc1/alt_aut/ek/grassano.pdf un bell'articolo sull'uso psicoattivo, come calmante, di questa pianta con tanto di dosaggi e modalità di preparazione

[Image: Papaver_rhoeas_mak_polny_small.jpg]
  Répondre
#2
se sn quelli che ho sempre visto in tt i parchi...peccato che l'estate è finita Big Grin
un pò cm lo stramogno se lo conosci lo eviti (molto diffuso anche se han provato a sradicare)
  Répondre
#3
esatto è proprio il papavero che si vede nei campi o ai bordi delle strade, sapete se contiene gli stessi alcaloidi del papaver somniferum?
  Répondre
#4
Il più comune papavero dei prati (Papaver rhoeas, comunemente chiamato rosolaccio) contiene in minima quantità gli stessi alcaloidi del Papaver somniferum, ma per le piccole dimensioni delle capsule, ha una rilevanza tossicologica molto minore.


fonte
io,se fossi Dio, preferirei il secolo passato,, se fossi Dio, rimpiangerei il furore antico: dove si odiava, e poi si amava... e si ammazzava il nemico.
  Répondre
#5
infatti se sn quelli che vedo sn molto piccole le dimensioni della capsula,
bisognerebbe vedere se cn molte capsule si riesce a ottenere maggior tossicologia
  Répondre
#6
sapevo di questa pianta... comunque...
" Sono appunto i fiori la parte attiva farmacologicamente, Vanno raccolti d'estate, fatti seccare all'ombra e conservati in luogo asciutto. I principi attivi sono costituiti da una sostanza colorante: la mecocianina, un alcaloide (la rhoeadina), acido gallico e malico.Si adopera come calmante della tosse ed ipnotico. "
l'uniche autorità che accetto sono il tempo e il silenzio
  Répondre
#7
Faustone a écrit :I principi attivi sono costituiti da una sostanza colorante: la mecocianina, un alcaloide (la rhoeadina), acido gallico e malico.Si adopera come calmante della tosse ed ipnotico. "


..probabilmente è come dici tu ma sicuramente,anche dalla fonte citata sopra, contiene anche gli stessi principi attivi del somniferum (morfina, codeina, tebaina, papaverina, ecc)
io,se fossi Dio, preferirei il secolo passato,, se fossi Dio, rimpiangerei il furore antico: dove si odiava, e poi si amava... e si ammazzava il nemico.
  Répondre
#8
Visto che siamo quasi in periodo, sapete se è "conveniente" raccogliere solo i petali e farli seccare, oppure raccogliere anche le capsule?
Ho letto che con i petali secchi si possono fare infusi rilassanti, mentre per quanto riguarda le capsule sono un po' ignorante in materia e non capisco bene se e quando andrebbero raccolte...
  Répondre
#9
io ho già provato sia con i petali che con le capsule.
i primi hanno un effetto diciamo che somiglia alla camomilla non è un granchè ma sicuramente ad dosi più alte delle mie (15 petali circa) l'effetto sarà più forte.
per quanto riguarda le capsule io non le incido anche perchè sono molto piccole, le taglio a metà e tolgo il semi che ci sono al centro aspetto una decina d minuti e poi gratto tutto il lattice marroncino rimasto per formare alla fine con una ventina di capsule grossotte una pallina non troppo piccola ancora però non ho provato il lattice perchè lo sto facendo seccare poi ti informo.
  Répondre
#10
Grazie per aver riportato la tua esperienza :wink:
Comunque 15 petali quanti grammi saranno stati? Perché credo che per un effetto decente ci sia bisogno almeno di 3-4 g di petali secchi (in un infuso intendo).
Mentre per le capsule in che periodo le hai raccolte?
Cioè le hai prese nello stesso momento in cui hai raccolto i petali, oppure hai aspettato che i petali cadessero naturalmente?
Per quanto ne so anche con le capsule (senza semi come hai detto anche tu) si dovrebbe poter fare un infuso
  Répondre
#11
15 petali credo che siano davvero pochi per avvertire degli effetti, porta la dose a 50-60 petali minimo e tienici aggiornati sugli effetti del lattice che hai estratto Smile
  Répondre
#12
ho preso solo petali caduti da soli perchè almeno non dovevo farli seccare come invece sto facendo con gli altri petali che ho staccato dalla pianta.Le capsule invece le capsule le ho prese in diversi giorni perchè cerco quelle più grosse, comunque ho cominciato la settimana scorsa e adesso ho una pallina più o meno grande quanto il mio pollice che sto facendo seccare.
che metodo di assunzione mi consigliate? io avevo pensato di fumarlo
che dite?
  Répondre
#13
Dipende, com'è la consistenza? Simile a quella dell' oppio? Se così fosse potrai fumarlo o ingerirlo in una cartina solo che per la dose passo.
  Répondre
#14
Ragazzi permettetemi un intervento, l'effetto sedativo della pianta utilizzata da sola è ben poco, consiglio l'utilizzo combinato (se già vogliamo rimanere sulle piante europee ) con lattuga virosa e luppolo. Una tisana con questa combinazione è discretamente sedativa se si abbonda con i dosaggi, ma niente di che comunque.

Qui riporto l'analisi fitochimica della pianta:

Il papavero comune ovvero sia il Papaver rhoeas contine: Alcaloidi rhoeadina (0,06% nelle parti aeree), rhoeagenina, rhoemarina, isocorydina, berberina, protopina e altri. Il contenuto alcaloideo totale totale è pari a 0,11-0,12%.
Non sono presenti alcaloidi dell'oppio.

Fonte: Flora psicoattiva italiana di Gianluca Toro pag. 105
Ogni frase, pensiero o quant'altro da me scritto-espresso deve essere considerato falso, inattendibile e/o puramente inventato.
  Répondre
#15
Io l'ho usato come sedativo della tosse, con una quarantina di foglie ci si sente leggeri e nient'altro...
Penso che se si aumentano le dosi qualche blando effetto si possa sentire, mai provato con dosi alte quindi
nulla di sicuro!
Comunque sia, secondo me per avere maggior concentrazione di alcaloidi, bisognerebbe fare
un infuso di capsule secche, come si fa per fare l'infuso di capsule di oppio, Aggiungendo il classico goccio di limone Smile
  Répondre
#16
si in effetti non mi aspetto nulla di che comunque una buona pallina di lattice la ho magari qualcosa si sente.
oggi raccogliendo altre capsule mi sono accorto che spremendole verso il gambo esce del lattice bianco ma se le spremi ancora di più quando sembra finito in alcune capsule esce lattice marrone e ce ne sono altre invece che esce direttamente lattice marroncino
c'è qualche differenza fra il lattice bianco (che dopo un po' diventa marrone) e il lattice già scuro?

P.S. ah dimenticavo oggi con quel lattice ci ho intinto una sigaretta il liquido era poco ma il papavero si è fatto sentire, all'inizio mi sono sentito un po' rilassato anche grazie al tabacco poi l'effetto è aumentato un po' e alla fine mi sono sentito la lingua e la bocca strana come leggermente anestetizzata poi nient'altro, questo a bassissime dosi
  Répondre
#17
flcl a écrit :Ragazzi permettetemi un intervento, l'effetto sedativo della pianta utilizzata da sola è ben poco, consiglio l'utilizzo combinato (se già vogliamo rimanere sulle piante europee ) con lattuga virosa e luppolo. Una tisana con questa combinazione è discretamente sedativa se si abbonda con i dosaggi, ma niente di che comunque.

Avevo proprio l'intenzione di combinarla con la virosa. Tu hai già provato?
Per il luppolo invece avevo letto qualcosa in giro sulle sue proprietà leggermente sedative ma non ne so granché. MI era già venuto in mente di aprire un topic in merito, a questo punto pensò lo aprirò a breve :wink:

dima a écrit :c'è qualche differenza fra il lattice bianco (che dopo un po' diventa marrone) e il lattice già scuro?

Credo che non ci sia differenza se non il fatto che il lattice più scuro è più "evaporato" cioè credo che contenga meno acqua. Ma è solo una mia supposizione. Smile
  Répondre
#18
oggi ho controllato come procedeva l'essiccamento e devo dire che la pallina era bella dura, quindi ho pensato di fumarla ma visto che volevo offrire anche a un mio amico raccoglierò anche per i prossimi due giorni e poi fumeremo insieme.
  Répondre
#19
Sono super curioso, fammi sapere come va a finire Smile
  Répondre
#20
angel10 a écrit :
dima a écrit :c'è qualche differenza fra il lattice bianco (che dopo un po' diventa marrone) e il lattice già scuro?
Credo che non ci sia differenza se non il fatto che il lattice più scuro è più "evaporato" cioè credo che contenga meno acqua. Ma è solo una mia supposizione. Smile

si,, è come dice Angel.
comunque, a parte che 15 petali possono pesare a dir tanto 0.25g, ma il lattice sta nelle capsule... non ho esperienze con il papavero comune ma in base a quelle che ho con il somniferum: rimuovete i petali, tagliate lo stelo subito sotto la capsula e fate seccare.. ci sarà la massima concentrazione possibile di alcaloidi.. dopodichè se fumare o farci un infuso penso che sia soggettivo... proverò anche io, così vi faccio sapere.. Wink .
io,se fossi Dio, preferirei il secolo passato,, se fossi Dio, rimpiangerei il furore antico: dove si odiava, e poi si amava... e si ammazzava il nemico.
  Répondre
#21
mr_terrorman a écrit :...non ho esperienze con il papavero comune ma in base a quelle che ho con il somniferum: rimuovete i petali, tagliate lo stelo subito sotto la capsula e fate seccare..

Proverò sicuramente... Secondo te qual è il periodo migliore per fare questa operazione?
  Répondre
#22
Nelle mie zone sta iniziando adesso a crescere, penso che proverò, ma ci vorrà pazienza per riuscire a ricavare qualche grammo di lattice..vi dirò la mia inpressione e se funziona!
  Répondre
#23
angel10 a écrit :Avevo proprio l'intenzione di combinarla con la virosa. Tu hai già provato?


Si io ho già provato sempre con resina di virosa e con un infuso di capsule e semi di papavero comune, ripeto l'effetto è forse più sedativo ma non poi di tanto, il luppolo l'ho aggiunto in quanto blando ipnotico anche se mi aspettavo risultati più marcanti. Ad ogni modo sono quelle cose è bene fare come tè tradizionale prima di coricarsi o guardando un film..
Ogni frase, pensiero o quant'altro da me scritto-espresso deve essere considerato falso, inattendibile e/o puramente inventato.
  Répondre
#24
oggi ho fatto a metà col mio amico con il lattice secco che avevo più o meno erano 1, 5 g quindi sui 7,5 a testa.
devo dire che pur essendo così poco mi sono sentito leggermente stordito e molto rilassato è stata una buona esperienza ma le dosi sono ancora troppo basse.
riproverò con più lattice e vi farò sapere.
A proposito mi consigliereste dei metodi per prendere il lattice perchè io stacco tutta la capsula ma in questo modo ne ricavo meno che incidendolo metodo che non posso usare perchè dove vado a prenderli io i papaveri è sempre pieno di gente cosa mi consigliate? ad esempio potrei incidere la capsula già staccata?

Ah dimenticavo in Italia non crescono solo i papaver rhoeas ma anche tante altre specie praticamente identiche e io credo di aver fatto un bel miscuglio infatti oggi tornando sul luogo ho notato papaveri più scuri con 4 petali altri più chiari con molti più petali e altri senza la macchia nera,l' ho capito che non erano tutti uguali perchè c'erano capsule rotonde e grosse e altre più piccole e lunghe,riguardo all'effetto non so bene cosa cambi sinceramente...
le differenze non si notano se non ci si mette a confrontarli
  Répondre
#25
Papaver setigerum
[Image: Papaver%20setigerum.jpg]
[Image: post-5-1192444635.jpg]
è l'unico altro papavero che altre al somniferum contiene OPPIO


Papaver pinnatifidum Moris
[Image: 4144356327_f093f9e7dc_z.jpg]
l'alcaloide principale è Oripavine che credo sia la papaverina, protopine, isocorydine ,ebaina, allocryptopine, scoulerine, isoboldine e papaverrubines A, C e D, berberina, e corytuberine.


Papaver hybridum

[Image: PPVHY-Papaver_hybridum_t.jpg]
readina, protopina, mucillagini e sostanze coloranti

Papaver argemone

[Image: papaaherb1.jpg]
gli stessi alcaloidi dell'hibridum forse più concentrati

Papaver apulum

[Image: pa2.jpg_201069115930_pa2.jpg]
non ho trovato niente riguardante i suoi alcaloidi purtroppo
  Répondre
#26
Queste specie che hai postaolo per ultimo crescono spontaneamente in italia? Sopratutto il primo mi interessa..locazione geografica? Molto interessante, sarebbe anche il caso di aprire un topic nuovo solo sul Papaver setigerum che non capisco se è una sotto specie o una specie a se...
Ogni frase, pensiero o quant'altro da me scritto-espresso deve essere considerato falso, inattendibile e/o puramente inventato.
  Répondre
#27
il papaver setingerum in Italia è presente nelle regioni costiere del Tirreno e nelle isole.
ho scritto solo i nomi dei papaveri più comuni in tutta italia poi ce ne sono anche altri
da quel che ho trovato credo di aver capito che è una specie a se
non è molto comune purtoppo, e fiorisce tra maggio e giugno
  Répondre
#28
Grazie per la segnalazione delle altre specie, soprattutto del setigerum :wink:
Concordo che potremmo aprire un topic a parte su quest'ultimo(e spero a maggio-giugno di poter postare qualche foto Big Grin )
  Répondre
#29
secondo me sarebbe d'uopo acquistare qualche kg di semi di papavero da oppio per uso alimentare, e lasciarli -distrattamente- cadere a terra, per ripopolare le nostre terre con questa magica pianta autoctona...contrariamente al pensare comune, il papavero da oppio è infatti originario dell'europa centrale, e specificatamente della pianura padana...solo in tempi posteriori la sua coltivazione si spostò ad oriente...giova infatti ricordare che il più antico ritrovamento archeologico attestante l'uso di droghe in europa consiste proprio in semi di papavero da oppio ritrovati un insediamento preistorico in spagna...e anche in puglia il popolo dei dauni venerava la dea del papavero...per l'oppio è stata praticata alle nostre latitudini una forma di rimozione culturale simile a quella della cannabis

(nei climi temperati la semina avviene in primavera, o anche in tardo autunno, se nell'inverno è garantita la neve, che proteggerà i semi dal gelo)

es. http://www.ebay.it/itm/ws/eBayISAPI.dll ... &hlp=false
  Répondre
#30
A me sembra una bella idea, ma sei sicuro che i semi di papavero ad uso alimentare siano da oppio?
La comunità italiana si è spostata su psiconauti.net , unisciti a noi!
  Répondre


Sujets apparemment similaires...
Sujet Auteur Réponses Affichages Dernier message
  Papaver Somniferum ilgrinch 336 66,524 16/08/2015 22:28
Dernier message: Natur4l
  Papaver Setigerum angel10 12 3,975 23/04/2014 12:00
Dernier message: Karonte
  Glaucium flavum (Papavero giallo) sd&m 1 3,331 22/04/2012 23:12
Dernier message: flcl

Atteindre :


Utilisateur(s) parcourant ce sujet : 1 visiteur(s)