Psychonaut

Version complète : Sogni Lucidi
Vous consultez actuellement la version basse qualité d’un document. Voir la version complète avec le bon formatage.
Pages : 1 2 3 4 5 6
Salve a tutti.
Sono l'utente B3nway.
Sono molto affascinato dall 'argomento sogni lucidi ed onironautica in genere.
Ho raccolto alcune esperienze personali abbastabnza interessanti e sarei ben lieto di documentarle sul forum, al fine di condividere, scambiare pareri ed opinioni.

Grazie a tutti.

A presto.

Benway.
Ciao!!! anche io sono un appassionato di onironautica! non vedo l'ora di leggere qualche esperienza!!!
come si può iniziare e soprattutto quale sostanza potrebbe aiutare?
Io ti consiglio di leggere il libro di Laberge Exploring the world of lucid dreaming, che è molto pratico e bello davvero (ha gettato le basi di pratica poi dopo sviluppate). C'è anche un forum che frequentavo, dreamviews, che raccoglie molte guide davvero ben fatte.

Come sostanze io ho trovato lo stramonio a bassi dosaggi utile, per il resto niente. Leggiti il topic sullo stramonio se vuoi qualche mio parere, ho già scritto lì.
Sogni d'oro =)
Anche a me interessa molto questo argomento se scrivessi le tue esperienze sarei molto contento!!
Riguardo ai sogni lucidi penso di essere più ferrato di quanto non lo sia con le droghe... Pratico l' onironautica praticamente da quando avevo 14 anni.
E vi assicuro che sono esperienze che non sono assolutamente o necessariamente subordinate all' uso di droghe.
Devo dire che però il migliore sogno lucido della mia vita l' ho fatto sotto un trip di Benzidamina.

Qui c'è l' esperienza per intero, per chi fosse interessato:
http://www.psychonaut.com/esperienze/488...ogena.html
Anchio riuscivo ad avere queste esperienze fino a qualche anno fa poi bho...improvvisamente non sono più riuscito a fare niente e non ho ancora capito il motivo....
Coniciua'

io provo a diventare completamente lucido da 5 anni, tranne la dream machine penso di aver provato tutti i metodi. Ci sono riuscito solo 2 volte, e non quando ero in fase di training, ma quando ai SL non ci pensavo affatto. Poteri della mente!

Oltre a Laberge (il piu grande pioniere nel campo, un Gordon Wasson dei SL) gia' citato da Arimane, ho trovato utile il libro di Patricia Garfield - Sognare, pensare, creare - G.E. Futura, un ottimo approfondimento sul tema. Parla molto dei Senoi, popolazione malesiana maestra nel campo. Anche la tribu' africana degli Xhosa è molto avanti in materia e fa largo uso di Silene C..
Di aiutini chimici ho usato Calea Z., Silene C., Datura S., Artemisia A., Humulus Lupulus, Valeriana O. ma con scarsi risultati. La Galantamina, che a quanto si dice dovrebbe fare miracoli, non l'ho ancora trovata per vie legali (ci vuole la ricetta in quanto è usata contro l' Alzhaimer), e di sicuro non rischio denunce inutili, quindi per il momento nisba. Poi tutti i cibi che aumentano i livelli di melatonina, cioè latte, uova, banane, formaggio.... ehm, nisba nemmeno qui. Uno dei 2 motivi che mi spinse ad accantonare la dolce foglia fu proprio il poter ricordare meglio i sogni. Dei dieci anni che ho fumato ricordero' forse una ventina di sogni (stratosferici neh, ma veramente troppo pochi).

Ho tenuto per due anni il diario, che mi ha aiutato moltissimo anche a livello di composizione musicale, ora che sono allenato ricordi i sogni molto facilmente anche in dettaglio, anzi a volte mi rimangono in testa per giorni e continuo a rifletterci su.

Provato anche i binaural beats, con metodo subliminale, anche li scarsi risultati. Mi convinco sempre piu' che è un processo lunghissimo, quindi la speranza non l'ho persa e quando la situazione sara' favorevole ricomincero' gli allenamenti.
Dico a tutti gli aspiranti onironauti come me che i rari risultati valgono assolutamente gli sforzi fatti e il tempo investito, quindi, non mollate, che poi puzza Smile
Silver O a écrit :Mi convinco sempre piu' che è un processo lunghissimo.

Io penso che sia un processo profondo più che lungo, e che non può essere limitato soltanto ai sogni lucidi ma a 360 gradi. Tu fumi regolarmente cannabis?
Io non lo vedo assolutamente correlato all' utilizzo di droghe. Quando ho iniziato non conoscevo questo mondo ancora.
Credo che ci siano diverse concezioni di onironautica tra noi...
Jodorowsky dice che se non sei lucido da sveglio non lo sarai neanche nel mondo onirico.
Citation :Uno dei 2 motivi che mi spinse ad accantonare la dolce foglia fu proprio il poter ricordare meglio i sogni. Dei dieci anni che ho fumato ricordero' forse una ventina di sogni

No, non fumo piu' da anni. Non faccio uso costante di nessuna sostanza, nemmeno alcool tabacco o caffè. La sera prima del secondo SL che ho avuto pero' avevo bevuto abbastanza, non ubriaco ma piu' del solito, il fatto è che dicono che l'alcool non vada d'accordo con l'onironautica. Boh?
Per processo lunghissimo intendo che piano piano si aggiungono elementi che prima non c'erano. Tipo adesso i sogni li vivo in prima persona, come se fossero vita reale, solo che PENSO di essere nella vita reale e non mi rendo conto che sia un sogno. Prima del training invece i sogni erano solo come dei ricordi, quelli in cui ero presente erano pochissimi. Inoltre adesso metto in ordine cronologico gli avvenimenti del sogno senza difficolta' (prima era un chaos) e ricordo tantissimi dettagli. Ecco diciamo che ho aumentato la "risoluzione grafica", se prima era 100x100 pixel, ora è perlomeno 3000x3000. Li ricordo bene anche a distanza di settimane, e calcola che non tengo piu ildiario. Alla fine è un po' come andare in bicicletta o suonare, una volta che hai imparato ti arrugginisci ma non devi ricominciare tutto da capo.

Comunque in tutto quello che ho letto, tutti dicono sempre che non è un processo istantaneo ma graduale. Solo che prima credevo intendessero mesi, ora so che volevano dire anni.

Mi spieghi meglio cosa intendi con 360 gradi? Cosa dovrei cambiare nella vita di tutti i giorni? Per profondo intendi nel subconscio?

Citation :Jodorowsky dice che se non sei lucido da sveglio non lo sarai neanche nel mondo onirico.

Monad intendi dire lucido cioè senza alcuna sostanza estranea in corpo (e quindi "purificato" come prima di un rituale di aya) o lucido nel senso "buddista" di risvegliato, illuminato?

Non conoscevo Jodorowsky, ho wikipediato e sembra molto interessante, vedro' di colmare la lacuna. Grazie per la dritta Smile

Citation :Credo che ci siano diverse concezioni di onironautica tra noi...

eheh vediamo di mettere a posto anche questo e arrivare ad un "linguaggio comune", a volte le persone esprimono gli stessi concetti con parole diverse... e succede anche col termine psiconautica, troppa gente che conosco la associa solo agli psichedelici, del tipo "mi faccio un cartone quindi sono uno psiconauta..." tralasciando autoanalisi, arte, meditazione, danza/giocoleria e quant'altro.

Onironautica - Wikipedia

Io per onironautica intendo la pratica di cercare di comandare a piacimento i propri sogni (avrete di sicuro visto il film Inception, con DiCapron, in caso contrario cosa ci fate ancora qui? correte! è validissimo e complicatissimo), oltre che a decifrarli usandoli come strumenti di autoanalisi (in questo frangente sono indispensabili) come sosteneva gia Freud, e creare un ponte tra l'Io cosciente e l'Es subcosciente (il Super Io sarebbe difficilmente domabile...).

Oltre al succitato Inception, vi consiglio questo film L'arte del sogno - Wikipedia , veramente ben fatto, partorito dalla mente di un regista che dir psichedelico è riduttivo (su tutti i videoclip dei Chemical Brothers), Michel Gondry.
Avere il corpo pulito sicuramente aiuta ed e' una cosa a cui tutti dovrebbero puntare.

Intendo cosciente, presente, come nello stato meditativo.

Si, Jodorowsky lo reputo uno dei miei maestri! Guardati "la montaña sagrada" e leggiti "la danza della realtà" e "psicomagia" (in quest'ordine) Wink
di recente ho avuto un dejavu nel sogno, e da sveglio cercavo di capire se ho sognato una cosa successami davvero (che magari ero strafatto e ubriaco) oppure ho sognato due volte la stessa cosa.

il fatto che fossi in un palazzo con diversi ascensori, e riutilizzando lo stesso ascensore non tornavo nello stesso posto di prima, (me li sono sognati altre volte gli ascensori, tipo quello di willie wonka (l'originale, non so se c'è anche nel remake), in effetti era più nel primo videogioco silent hill, e in un altro film..

uno addirittura era un ascensore ma si muoveva orizzontalmente come se fosse su un piano inclinato mobile..

non c'entra col sogno lucido, purtroppo è raro che sogno, con o senza droghe.

oppure ero in ospedale, di quegli ascensori che si aprono su entrambi i lati.. ho ancora il dubbio.. Smile

il fatto che poi ricordo che c'era un "ponte d'attracco" dove portava questo ascensore, dal quale poi c'era la fila di tantissime persone che potevano prendere una specie di "astronave", ma era una roba più urbana/futuristica, per andare in non ricordo quale città americana.

è passata una ventina di giorni ancora me lo ricordo. la mattina dopo ero shockato a capire se una cosa così assurda potesse realmente essermi successa, almeno in parte...

forse avevo preso gbl, forse avevo un po' di febbre, è vero che capita spesso sognare cose legate al volo, assenza di gravità, e anche la volta che assaggiai il dxm ho avuto, da sveglio, la sensazione di essere su un nastro trasportatore.. ma è stato uno dei più "angoscianti".

grazie per i titoli

ieri avevo bevuto un caffè (ristretto, che dovrebbbe essere più leggero) alle ore 14, e sono riuscito a dormire, malissimo, circa due ore. e ho risognato parti di quel sogno! ahah solo che c'era anche samuel jackson (purtroppo non sua figlia dedita ai porno..), in effetti è una via di mezzo tra gattaca e xxx Smile
Mmmh io a dire il vero non so che dire: il rapporto che ho io con i sogni non lo ha nessun altro, nel senso che io ho scoperto l' onironautica da solo, senza che nessuno me ne parlasse...
Per indurre sogni lucidi utilizzo metodi miei, che magari saranno gli stessi che utilizzano anche le altre persone, ma non mi sono mai documentato, non ho nemmeno mai letto libri in merito; anzi solo adesso
ne parlo in modo più approfondito con qualcuno. Perciò posso dare semplicemente consigli che a ME sembrano giusti, e che con me funzionano...
Fatto sta che io non ho preso mai droghe prima dei 18 anni ed almeno a 15 anni io già facevo sogni lucidi, se pur raramente.
Il primo è stato quando ho sognato di baciare una tipa che adesso è la mia migliore amica: ne sogno ho preso coscienza del paradosso, dell' improbabilità di ciò che stava accadendo.
E senza capirlo, come se fosse normale ho iniziato a pilotare il sogno...
Una cosa che io ancora non so fare benissimo è pilotare il sogno a lungo: non so se avete presente quando vi stonate di brutto di canne, vi prefiggete di fare una cosa, ma mentre che la fate ne dimenticate il
perché o addirittura non riuscite proprio a fare quello che volevate perché lo avete già dimenticato..
Per me accade una cosa simile durante i sogni lucidi... Mente lo piloto, piano piano vado dimenticando che posso fare ciò che voglio... E il sogno ritorna "normale"...
Non so se capita anche a voi...
Comunque, ritornando al discorso delle droghe...
Secondo me moltissimi fraintendono il significato di sogno lucido: da quello che ne so io, è un sogno in cui tu sei il "regista"...
Per me non il sogno lucido non è semplicemente un sogno che sembra reale...

Ora mi rivolgo invece ad Brandy...
Una cosa simile capita anche a me da quando sono piccolo, e penso che sia dovuto a una specie di trauma, qualcosa che sarà successa in macchina mentre dormivo forse, da bambino.
Sogno spesso, tipo 2 volte all' anno, un tratto di una strada statale -che esiste davvero - che mi ha sempre messo inquietudine perché le illuminazioni sono di colore diverso da tutte quelle precedenti e diventano per un tratto
dal classico colore bianco della luce neon a quello arancione...
Dunque sogno che la macchina si ferma, e i miei non ci sono... Io sono piccolo e potrò avere tipo 4-5 anni...
Scendo dalla macchina, e cammino per un po'... le luci si spengono e inizia a materializzarsi davanti a me una specie di nuvola e dentro ci sono degli occhi arancioni....
Ovviamente mi cago sotto e cerco di scappare.

Questa specie di sogno a puntate va avanti da non so quanto tempo, non sono mai riuscito a ricordare quando e come cavolo è iniziato sto incubo...
Ogni volta che sogno questa scena viene aggiunto qualche "fotogramma" e va avanti il "film" ...
E ... Mi dispiace, potete dirmi e sputarmi in faccia tutte le ricerche e studi scientifici che volete, da freud a chi volete.
Per me la psicologia non è non sarà mai una scienza, ovvero una scienza esatta, cioè capace di fare previsioni certe su un fenomeno in base ai dati raccolti.
Ovviamente non voglio offendere nessuno! Anzi, io stesso sono il primo che ammette che probabilmente dovrebbe fare qualche seduta...
Ma... detto fra noi, secondo me, è un po' come l' oroscopo... Puoi andarci molto vicino, ma non potrà mai prevedere con esattezza il fenomeno che prendi in considerazione...
Penso che la mente umana sia semplicemente qualcosa che è ancora fuori portata per noi, perché se un fenomeno non si può comprendere certamente non si può prevedere.
E quando dormiamo inizia a sparare stronzate a random in modo che quando ci risvegliamo siamo più rincoglioniti e schizzati di prima! Smile Happywide
Rispondo di nuovo informandovi che per ora sono abbastanza scazzato e se dico cose un po' strane è semplicemente perché non voglio essere preso sul serio xD
Non voglio essere capito, e nemmeno compatito!
ah, dimenticavo la cosa fondamentale: il mio stato di coscienza in questo momento è alterato.
Wow, mi sembra di essermi accorti di sognare varie volte!
E' una cosa assurda, ci ho riprovato delle volte ma di proposito mi sembra una cosa impossibile. Ora che ho trovato questo topic mi è presa voglia di riprovarci Smile

Una cosa strana che ho notato è stata che ogni volta che me ne sono reso conto è stata per qualche particolare infimo (la prima volta perché un mio amico stava giocando al 25* livello di un videogame che ne ha 12 e la seconda perché mangiavo un pezzo di ceramica). Mai che mi sia venuto alcun sospetto con dei sogni che distaccavano dalla realtà nel modo più assoluto!
io ho notato che la melatonina usata per periodi prolungati aiuta molto a ricordare i sogni e personalmente a farne di molto particolari.io lo consiglio personalmente anche come utilizzo di per se visto che aiuta il sonno e soprattutto la sua durata fino al risveglio(visto che io mi sveglio 20 volte di notte).certo non funziona se la prendete una volta non si percepisce il funzionamento la melatonina inizia a funzionare dopo un uso costante ,ripetitivo e puntuale.alla lunga potrebbe essere utile per questo scopo .molto differente da un sonnifero di per se aiuta le normali funzioni sonno /veglia ,economica e del tutto non tossica .
Monad a écrit :Avere il corpo pulito sicuramente aiuta ed e' una cosa a cui tutti dovrebbero puntare.

Intendo cosciente, presente, come nello stato meditativo.

Si, Jodorowsky lo reputo uno dei miei maestri! Guardati "la montaña sagrada" e leggiti "la danza della realtà" e "psicomagia" (in quest'ordine) Wink

Seguirò anche io questo percorso! di film e libri Happywide
Mi era sfuggito questo topic. L'arte del sognare è stato l'inizio del mio viaggio nel mondo del sogno Smile l'hai letto?
Silver O a écrit :Oltre al succitato Inception, vi consiglio questo film L'arte del sogno - Wikipedia , veramente ben fatto, partorito dalla mente di un regista che dir psichedelico è riduttivo (su tutti i videoclip dei Chemical Brothers), Michel Gondry.

L'arte del sogno l'ho visto un bel po' di tempo fa, e devo dire che merita.
io riesco ad avere abbastanza di frequente sogni lucidi, ma non riesco a mantenerli cioè alla fine il sogno prende il sopravvento e torno ad essere uno spettatore come se stessi guardando un fil cioè capisco che è un sogno ma non possso modificarlo ....
Ci sono molte tecniche per prolungare la lucidita'... Fai una ricerca.
ma quindi come si dovrebbe riuscire ad indurre un sogno lucido? perche sono sicuro che mi sia capitato, quest'estate poi che bevevo la sera in casa con la mia famiglia, a scazzo, e dormivo 11-12 ore al giorno, ho avuto dei sogni lucidio semi almeno 5 volte a settimana, ma da quando ho ripreso a svegliarmi la mattina presto, non sogno piu per niente.
forse dovrei dormire di piu..
svarions a écrit :ma quindi come si dovrebbe riuscire ad indurre un sogno lucido? perche sono sicuro che mi sia capitato, quest'estate poi che bevevo la sera in casa con la mia famiglia, a scazzo, e dormivo 11-12 ore al giorno, ho avuto dei sogni lucidio semi almeno 5 volte a settimana, ma da quando ho ripreso a svegliarmi la mattina presto, non sogno piu per niente.
forse dovrei dormire di piu..
Io spesso riesco ad avere sogni lucidi per suggestione, ad esempio un giorno mi è successo di guardare siti sui sogni lucidi tutto il tempo e la notte ne ho avuto uno ben fatto, poi ci sono diverse tecniche che non sto a elencarti perché sono troppe però ci sono dei siti molto ben fatti.
Fino ad ora, avevo letto molto poco sui viaggi astrali o esperienze fuori dal corpo, ma dopo quello che mi è successo ieri notte, ho deciso di informarmi molto di più.Desidererei avere una vostra opinione sul fatto in questione, dato che sarete più esperti di me.Allora, ieri sera vado a letto verso le 3 di notte, da quando ho finito la scuola ho acquisito delle brutte e assurde abitudini di sonno, sviluppando anche una forma di insonnia, arrivando nelle notti più gravi ad addormentarmi alle 5 o 6 del mattino.Ieri notte decido di tentare e coricarmi prima, così mi metto a letto e inizio a pensare al più e al meno, ad occhi chiusi.Facevo i ragionamenti più svariati, così invece di rilassarmi tenevo il cervello troppo in funzione ed attivo.Ad un certo punto però inizio a sentire che la mia parte cosciente, o forse meglio dire fisica, si sta iniziando ad addormentare, ed intorpidire, ma con la mente ancora perfettamente sveglia.Dopo però sono arrivate le vertigini, veri e propri capogiri che prima erano deboli e brevi, ma nel giro di qualche secondo si sono intensificati ed allungati, iniziando anche ad essere accompagnati da vuoti di stomaco, proprio come quando sei sulle montagne russe, che prima sali piano sulla struttura e poi scendi velocemente e a picco, oppure come quando attraversi in macchina dei sottopassaggi.Tutto questo mentre il mio corpo dormiva e la mia mente lavorava, ed io ero conscio di questi vuoti.Poi inizio a sentire voci, canzoni, melodie, le une che si accavallano alle altre, ed inizio pure ad avere le palpitazioni.Ricordo che nella mia mente ridevo di questa cosa, e mi chiedevo che cosa fosse tutto quello, cioè non stavo sognando, mentalmente ero sveglio, sembravano allucinazioni uditive.Poi arrivano delle specie di vibrazioni.Era come se partissero dal mio cervello e poi si propagassero lungo tutto il mio corpo, e ricordo distintamente che al loro passaggio il mio corpo trasaliva, come se stessi venendo rianimato da un defibrillatore.Il suono che emettevano era come quello che fa una zip quando viene aperta e chiusa più volte, solo amplificato.Inizio ad avere paura.Decido così di aprire gli occhi, e a questo punto non so più se lo abbia fatto davvero oppure no, ma fatto sta che ricordo di averli aperti, e di aver visto la mia stanza in una maniera diversa dal solito.Era tutta buia, vedevo solo il mio letto e la tapparella della finestra, ma il buio non era nero, era di un colore bluastro, quasi un blu elettrico, come quando ti addormenti in salotto con la televisione accesa, e la luce rischiara un po' l'ambiente attorno, ma stavolta era così in tutta la stanza, e all'improvviso ricordo di essermi ritrovato in salotto, disteso sul divano.Ero protagonista e spettatore, non so proprio come spiegarlo al meglio, ma ero steso, in semiveglia, davanti al televisore, e accanto a me c'era una persona che parlava, ma non capivo cosa dicesse, e allo stesso tempo osservavo l'intera scena.Chiudo di nuovo gli occhi, dicendo a me stesso che tutto ciò non fosse reale, che fosse solo un allucinazione, e allora inizio a vedere dei temi floreali che si muovono, che ruotano su se stessi, colorati di accessi colori fluorescenti.Così mi ritrovo nella piazza della mia città.*A questo punto nella mia mente, sempre attiva, e soprattutto consapevole, mi convinco che tutto ciò sia solo un sogno, un sogno estremamente vivido.Sono nella piazza della mia città, dicevo, di notte, ma mi sembrava di essere quasi in una dimensione parallela.Tutto quanto era ultrarallentato, come se il tempo non avesse più significato, e ricordo che mentre camminavo in questa piazza, tutt'intorno a me fluttuavano piccole sfere luminose che al loro passaggio lasciavano una scia.Era tutto molto suggestivo.Davanti a me vedo un ragazzo dai capelli neri, ed una giacca bianca, l'unica cosa che aveva indosso.Mi dava le spalle, così gli poso una mano sulla spalla e dico ad alta voce, tutto questo non può assolutamente essere reale.A questo punto non ne posso più e decido di aprire gli occhi, e questa volta li apro sul serio.Mi sento affaticato, spossato, e il mio cuore batte a mille.*Provo a rimettermi giù, ma appena chiudo gli occhi sento di nuovo i vuoti di stomaco, ma tutto questo finisce quando mi corico in posizione fetale.Finalmente mi addormento.Ora, possibile che abbia fatto un sogno lucido?So che sembra tutto impossibile, ma *giuro che mi è veramente successo.Pò essere classificato come esperienza extracorporea? Fenomeno di bilocazione? O sogno lucido?

Ps: non avevo preso nulla.

PPS: È stata una gran figata.
Certo che è assurdo, mai provata una cosa simile..
Probabilmente è stata una paralisi del sonno, ho un amico a cui è già capitato...
Giusto, ora che mi ci fai pensare non è la prima volta che mi succede, e potrebbe essere così.
Ma sapevo che la causa principale di queste paralisi fosse lo stress, e io non mi sento particolarmente stressato in questo periodo.
Ma sicuramente sarà stato quello, però teniamo conto che queste paralisi non durano più di un paio di minuti, e quello che ho passato è durato la bellezza di tre quarti d'ora!
Be', l'insonnia puo' essere un sintomo di stress, ansia, ecc.
Pages : 1 2 3 4 5 6