S’enregistrer Bienvenue sur le forum de Psychonaut, un espace de discussion autour des produits psychoactifs et de l’exploration de l’esprit.

Pour prendre part aux discussions, n'hésitez pas à vous inscrire. Nous serions heureux de vous compter parmi nous !

S’enregistrer


The Essential Psychedelic Guide - By D. M. Turner (Traduzione in Italiano)

#1
Sto traducendo in italiano The Essential Psychedelic Guide di D. M. Turner... forse già molti di voi l'avranno letta, per intero o qualche pezzo, comunque mi sono trovato a tradurla e quindi ho pensato bene che potesse essere utile un po' per tutti postarla qua.
Ho preso il testo in inglese su questo sito.
Appena ho tempo di rivedere un attimo le prime parti comincierò poi a postare (spero a breve) :yawinkle:
#2
ottima idea...premetto che alcuni passaggi risultano un po' difficili da tradurre...tempo fa, in modo rapido, avevo tradotto la pagina sui funghetti:

[h=4]FUNGHI PSILOCIBINICI[/h]

LE INFILTRAZIONI EXTRATERRESTRI DELLA TERRA?
INTENSITA': da 3 a 7 per la maggior parte delle esperienze.
MATERIALE:
Ci sono decine di specie di funghi che contengono alcaloidi psicoattivi psilocibina / psilocina in quantitativi attivi. Il 99% dei funghi psilocibinici che ho visto vendere sul mercato sotterraneo sono la varietà conosciuta come Psilocybe cubensis (chiamata anche Stropharia cubensis), e i livelli di dose discussi di seguito si riferiscono a questa varietà. Alcune specie di funghi contengono psilocibina fino a 10 volte di più in peso, producendo una equivalente esperienza a una dose molto più bassa.
STORIA:
L'uso di funghi psilocibinici si può far risalire a migliaia di anni fa.
In Plants of the Gods,
Schultes e Hofmann tracciano l'uso di questi funghi in numerosi luoghi e culture indiane precolombiane del Messico e del Sud America. Gli indiani trattavano i funghi con riverenza e gli Aztechi li chiamavano Teonanacatl, che significa "carne degli dei" o "carne divina". Sono stati trovati oggetti sacri a forma di funghi risalenti al 1000 aC.
Terence McKenna suggerisce che l'uso dei funghi allucinogeni possa risalire a molto più di 3000 anni fa, e che i funghi potrebbero essere stati consumati e adorati dalle prime forme di umanità. Egli suggerisce anche che le spore di funghi arrivarono dallo spazio e potrebbero essere state alcune delle prime forme di vita e di intelligenza sul nostro pianeta. Molti scienziati ritengono che la vita non avrebbe potuto svilupparsi su questo pianeta nel corso dei 200-400 milioni di anni da quando la crosta terrestre si è raffreddata. La teoria della "panspermia" ha suggerito di tenere conto di ciò. Studi condotti da astrofisici presso l'Università di Leiden nei Paesi Bassi hanno stabilito che alcune spore di funghi possono sopravvivere fino a 45 milioni di anni nel transito interstellare.
(vedi Nature - Ago 1, 1985).

DOSAGGIO:
Anche se alcuni utilizzatori mangiano un solo grammo di "shrooms", peso secco, io trovo che questo produca poco oltre degli effetti soglia. Due grammi dovrebbero produrre un lieve high psichedelico, cinque grammi dovrebbero produrre un'esperienza di intensità simile a 250 mcg. di
LSD.
(Cinque grammi di Psilocybe cubensis secchi tipicamente contengono circa 15 mg. di psilocibina / psilocina.) Fra 10 e 14 grammi ho avuto esperienze che sono abbastanza incredibili. La potenza delle diverse porzioni di funghi varia di solito entro un range di + / -10%, anche se ho trovato alcuni ceppi che erano quasi il doppio più potenti dello standard. I funghi perdono potenza con l'età (circa il 25% in sei mesi). Si conserveranno più a lungo se conservati in un contenitore ermetico nel freezer. I funghi freschi devono essere essiccati a bassa temperatura, circa 95 gradi F, per preservare la loro potenza.

L'HIGH:

I funghi producono un'esperienza simile all'LSD, ma con una diversa sfumatura. L'high del fungo tende ad essere sognante e contemplativo rispetto alla penetrante brillantezza e lucidità dell'acido. Gli utilizzatori riportano sensazioni più rilassate sotto funghi, a volte anche sonnolenza, piuttosto che il rapido, tagliente sentimento comune con l'acido. Mediamente un viaggio con i funghi dura da cinque a sette ore, con le parti più intensw e visivamente allucinogene dell'esperienza che si svolgono durante le prime due ore.
Il contenuto di un viaggio con i funghi è anche un po' diverso da quello in acido, e come per tutti gli psichedelici ogni viaggio è un'esperienza unica. Spesso gli utilizzatori sostengono che i funghi mettono più in contatto con il "mistero", mentre la sensazione con l'acido è più fredda e lineare. Con i funghi ho spesso sentito di essere in presenza di un antico maestro, mentre con l'LSD sento semplicemente di stare attraversando i miei percorsi mentali.
Le immagini con i funghi possono essere magnifiche sotto grandi dosi, specialmente in un ambiente nero pece. Molta gente trova le immagini visive dei funghi più "organiche" rispetto alle immagini acide. Le immagini con i funghi tendono verso forme arrotondate, e immagini congruenti con la natura, mentre le immagini acide sono di solito più angolate, con immagini caleidoscopiche o astratte.
Una esperienza con una grande dose di funghi può essere abbastanza simile a quella con N,N-DMT (dimetiltriptamina), ma con meno intensità. Le immagini tendono ad avere lo stesso carattere di quelle col DMT, e trovo che sia facile andare in trance, il che è frequente con N,N-DMT. La somiglianza delle esperienze non è inaspettata, poiché i funghi contengono effettivamente in definitiva triptamina. La formula chimica della psilocina, il componente attivo del fungo, è 4-OH-DMT. Consultare il capitolo sul DMT per maggiori informazioni su questa affascinante sostanza.
Ho anche trovato alcune qualità negative nel confrontare l'esperienza dei funghi con l'acido. L'esperienza col fungo procede un po' più lentamente di quella con l'acido e l'high tende ad essere meno intenso. Mi sembra più difficile entrare in un pieno stato psichedelico con i funghi. E il viaggio non può essere guidato facilmente come un viaggio acido.
Ho usato LSD più spesso dei funghi perché è più adatto a diversi ambienti, e quasi sempre produce i risultati attesi. Ho sentito i funghi essere più "sacri", e ho riservato loro per le occasioni in cui una più significativa esperienza mistica era desiderata.
COMBINAZIONI:
ALCALOIDI DELL'HARMALA - L'Harmala si abbina magnificamente con i funghi per produrre una esperienza mistica. Quando l'Harmalina è stato scoperta per la prima volta è stata chiamata telepatina a causa della sua reputazione di produrre esperienze telepatiche. Queste esperienze telepatiche era stato supposto che si verificassero specialmente qual'ora l'Harmana fosse combinata con la psilocibina. Personalmente non ho sperimentato la telepatia, anche se ho trovato la combinazione molto divertente. A seguito un rapporto di un amico di un'esperienza di Harmala più fungo.
"I più belli e raffinati modelli su pavimento, pareti e soffitto della mia stanza. Queste immagini sono state così stupefacenti che sarei stato più contento con loro, ma l'esperienza è cresciuta fino a diventare ancora più incredibile. Ho cominciato a sentire come se la mia stanza fosse stata piena di "spiriti" di musicisti, artisti, visionari il cui genio ha colpito più fortemente la mia vita. E mi sono sentito come se fossi tra amici. Questo mi ha riempito due volte con una forte esaltazione come niente ho sentito sotto ecstasy, e per un po' di tempo niente non sembrava impossibile in qualsiasi parte del mondo. Le cose si sono gradualmente decostruite in un vorticoso idromassaggio astrale, e non solo. E' stata di gran lunga una delle più incredibili esperienze psichedeliche che ho avuto, e tutto ciò semplicemente aggiungendo l'Harmala".
La psilocibina può essere combinata anche con LSD, DMT, o ossido nitroso. Vedi il capitolo Multiple Combinations.



fonte: D.M. Turner, The essential psychedelic guide
#3
Grazie per il capitolo tradotto sui funghetti sd&m!
Nel frattempo colgo l'occasione per postare la mia prima traduzione, ovvero quella della prefazione del libro... so già che ci saranno errori ed imperfezioni, e invito coloro che le noteranno a segnalarle in modo da poterle correggere per un lavoro più ordinato Wink grazie!


PS. Il testo originale è stato letto qui.



Essential Psychedelic Guide
by D.M. Turner

Prefazione all'edizione HTML
di Forbidden Donut

Tu, caro lettore, sei un individuo estremamente fortunato per essere capitato su questo particolare portale digitale. Quello che ci aspetta è uno dei volumi più importanti nei canoni della letteratura psichedelica. La Essential Psychedelic Guide è stata scritta da D.M. Turner, straordinario e coraggioso pioniere nell'esplorazione e nella divulgazione del regno dell’immaginario. Tuttavia, a causa di una serie di sfortunati eventi che causarono la prematura dipartita del suo autore, questo libro è stato molto vicino ad esser perso per sempre. Furono ben pochi gli psiconauti abbastanza fortunati da esser a conoscenza della prima tiratura di questo libro ed a potervi metter su le mani. Fortunamente, però, grazie all’azione propizia di una qualche misteriosa forza benigna dell’universo che si è presa la briga di digitalizzare il libro, potete ora consultarlo a vostro piacimento.

Essential Psychedelic Guide, sebbene apparentemente sottile nella sua forma stampata, è una vera e propria fonte della conoscenza per l’aspirante psiconauta. Essa riunisce in un unico volume le nozioni di base della storia psichedelica, informazioni essenziali in materia di sicurezza fisica e mentale, e capitoli dettagliati su 8 degli enteogeni più importanti, inclusi alcuni difficili da trovare, e dati precisi sul dosaggio e sulla somministrazione. Turner presenta anche un po' di pensiero altamente innovativo per quanto riguarda i fondamenti filosofici delle dimensioni bizzarre, estreme, e a volte sublimi che possono rendere accessibili gli enteogeni. In effetti, difficilmente si potrebbe immaginare un testo introduttivo migliore per il nuovo arrivato al mondo visionario, o un più pratico ed utile riferimento per l’esperto viaggiatore psichedelico.

Ciò che realmente mette il lavoro di Turner in una classe a sé sono le sue narrazioni vivaci, lucide ed evocative dalla frontiera della coscienza stessa. I suoi racconti di viaggio trasmettono l'essenza dell'esperienza psichedelica in un modo che non avevo precedentemente pensato possibile utilizzando uno strumento grezzo come la lingua inglese. Anche particolarmente degna di nota è la grande varietà di combinazioni chimiche nuove e impegnative che questo maestro alchimista ha riunito nel suo alambicco fisico e poi riportato. Questo rende il lavoro particolarmente importante, così come è probabilmente la prima e unica persona ad aver provato alcune di queste miscele. Alcuni potrebbero considerarne alcune come eccessive o addirittura pericolose; anzi, la morte di Turner sembra essere direttamente collegata a uno dei suoi esperimenti. Dopo la sua scomparsa, c’è stato chi lo ha definito come leggermente “refrattario”, dal momento che necessitava dell’assunzione di dosaggi ben più alti della media per ottenere l’effetto desiderato. ‘Prudenza’ è la parola d'ordine, in particolare per i nuovi arrivati ​​sulla scena psichedelica. Tuttavia, dobbiamo ricordare che Turner era il Chuck Yeager degli psiconauti, il pilota collaudatore di un pilota di test. I suoi viaggi devono pertanto essere giudicati di conseguenza.

Le tristi circostanze riguardanti la sua morte, tuttavia, hanno gettato un'ombra inquietante su alcune delle sue avventure più intrepide, e, purtroppo, hanno trasformato la storia di un eroe in un racconto ammonitore. Più o meno il 31 dicembre 1996, Turner si era preparato per un altro viaggio, probabilmente per celebrare la venuta del nuovo anno. Purtroppo, sarebbe stato il suo ultimo. Poco dopo è stato trovato morto, annegato nella vasca da bagno, con vicino una fiala di ketamina. È probabile che sia scivolato sotto la linea di galleggiamento, mentre era sotto i suoi effetti, o scivolato, caduto e ha battuto la testa, lasciandosi inconsciamente annegare in diversi centimetri d'acqua. Alla luce della lode incandescente di Turner per la ketamina in questo libro, come esattamente il lettore dovrebbe visualizzare il fatto che essa sembra aver giocato almeno un ruolo di supporto nella sua morte? La mia interpretazione preferita viene dal ricordo di un amico anonimo di Turner nel numero de “The Resonance Project” dell'estate 1997:

“Mr. Turner era in fase di revisione della sua Essential Psychedelic Guide, ma visto che i cambiamenti non potranno mai venire alla luce, è opportuno precisare che la sua opinione verso la ketamina era cambiata notevolmente. Era sensibile ai problemi di sicurezza, ed è stato sempre più turbato da quello che lui chiamava le proprietà da 'eroina psichedelica' della ketamina. Ha confidato agli amici che la DMT, che egli considerava il suo alleato più utile, ha avuto un momento difficile nel contrastare gli effetti di dipendenza e sempre più negativi di vita di questa droga. La DMT gli aveva trasmesso che la ketamina era una sorta di 'molecola Frankenstein' che non rispettava le regole sciamaniche, ed era stato più volte avvertito di farla cadere dal suo programma. In ultima analisi, la sua incapacità di fare completamente così ha portato alla sua prematura scomparsa.

Sia d’accordo che non interamente d'accordo con la citazione precedente, credo che offra la prospettiva più utile da cui partire per imparare dalla grande perdita che la comunità psichedelica ha subito la notte di Capodanno del 1997. Se non altro, spero che la morte di Turner ispiri in tutti noi di essere solo un po' più attenti durante la navigazione nella cosmica corrente a getto. Infatti, se solo avesse avuto un sitter vicino nel suo ultimo viaggio, potrebbe essere ancora vivo. Inoltre, mi auguro che questa tragedia possa insegnarci ad ascoltare più pienamente le nostre personale intuizioni della direzione riguardo questi strumenti potenti , usandola come una bilancia che permetta di valutare la veridicità di ciò che i materiali stessi possono dirci in uno dei loro capricciosi stati d'animo. Nei trentaquattro anni trascorsi nella sua incarnazione come DM Turner, lui ha toccato innumerevoli vite con il suo calore, la sua saggezza, l'onestà, il coraggio, e la gentilezza. E per fortuna, ci ha lasciato una ricca ed impressionante eredità. Enjoy...

[ATTACH=CONFIG]8053[/ATTACH]
Più di 300 sculture a forma di fungo sono state rinvenute nell’America Centrale, alcune datate prima del 1000 A.C. La scultura rappresentante un fungo sopra fu trovata negli altopiani del Guatemala e fu una delle prime ad essere scoperte. Fotografia ristampata cortesemente dalla Libreria Wasson, Harvard Botanical Museum.
#4
Proseguo, con calma, ma proseguo... con l'introduzione...


INTRODUZIONE

Gli "psichedelici" sono sostanze con la caratteristica di espandere la coscienza umana al di là dei nostri normali modi di percezione. La famiglia degli psichedelici include piante, come i funghi psilocybe, che sono stati utilizzati in setting "sciamanici" per migliaia di anni, così come i composti sintetici recentemente sviluppati, come l'LSD e ecstasy.

Gli psichedelici sono le più incredibili sostanze conosciute per l'umanità. Alcuni sono così potenti che solo 1/10.000 di grammo può mandare uno su un viaggio di là del tempo e dello spazio, oltre la vita e la morte. Qui il viaggiatore psichedelico è in grado di sbloccare e sperimentare la coscienza collettiva evolutiva di miliardi di anni passati e un futuro infinito. Può trascendere il corpo, la personalità, e visualizzare la sua mente da inimmaginabili prospettive. Si può sperimentare la percezione extrasensoriale e supersensibile, scegliere tra una varietà infinita di "realtà", e modificare in modo permanente la propria esperienza di vita.

Sto scrivendo questo libro, perché in questo periodo primitivo di lotte per il potere politico e della "guerra alla droga", la maggior parte delle informazioni sulle sostanze psichedeliche che raggiungono il pubblico sono parzialmente negative, parziali, ed erronee. Vi è una mancanza di informazioni disponibili precise riguardanti: la storia delle sostanze psichedeliche, come vengono consumate, i livelli di dosaggio, gli effetti e le esperienze prodotte, e se sono sicure o no.

Ho cercato di focalizzarmi sulle sostanze psichedeliche meno comuni e sulle combinazioni, ma anche di discutere le sostanze più familiari come l'LSD, la psilocibina e MDMA. Nei miei 18 anni da utilizzatore e ricercatore psichedelico ho trovato solo alcuni riferimenti ad alcune delle sostanze psichedeliche più esotiche, spesso incompleti e scritti da persone che non le avevano vissute in prima persona. Le informazioni presentate qui attingono dalla mia ricerca, così come da una vasta esperienza personale con queste sostanze, e il loro coinvolgimento nelle comunità in cui sono utilizzati. Ci sono molte cose che non ho cercato di coprire in queste poche pagine, e consiglio al lettore i seguenti libri:

L’ESPERIENZA PSICHEDELICA - Questa è la prima "guida di viaggio", che è utile per chi cerca di capire gli stati d'animo prodotti dalle sostanze psichedeliche. E' la descrizione più completa che ho visto dei cambiamenti e delle esperienze che si è portati a vivere attraverso un viaggio psichedelico. Tuttavia, questo libro è un adattamento di un testo spirituale orientale, e può sembrare esoterico e difficile da capire per chi non ha familiarità con gli stati descritti.

PLANTS OF THE GODS - Questo fornisce una breve panoramica sulla storia delle numerose piante psichedeliche che sono stati utilizzate fin dai tempi antichi. Avere una prospettiva a lungo termine sull'uso delle sostanze psichedeliche può dare una migliore comprensione di come queste sostanze hanno influenzato le società umane. Molte persone oggi non sanno nemmeno che gli psichedelici esistevano prima degli anni Sessanta e che gli ultimi 30 anni sono solo l'ultimo paragrafo della storia psichedelica.

IL NUTRIMENTO DEGLI DEI – L’autore Terence McKenna espone eloquentemente le sue teorie sul ruolo dell’utilizzo delle piante psicoattive nel corso dell'evoluzione umana. Le sue teorie sono sorprendenti ma ben messe a terra e offrono una visione completa del rapporto tra l'uomo e le piante che alterano la mente.

Altri libri sono elencati nei vari capitoli, così come la bibliografia che elenca anche fonti di libri che sono in stampa.

Considero la mia ricerca un lavoro in corso, in nessun modo definitivo o completo. Con gli psichedelici stiamo facendo i primi passi in un regno di infinite possibilità, come i primi anfibi saliti sulla terraferma, o, usando una metafora più accurata, come i primi esseri umani che lasciarono l'atmosfera terrestre e si avventurarono nello spazio. Credo che verrà un giorno in cui l'umanità riconoscerà gli psichedelici come la medicina universale, l’ambrosia del paradiso, e le chiavi per una maggiore intelligenza.

Ci sono molti altri metodi per entrare in stati alterati simili, dalla meditazione e yoga alle macchine del cervello e la realtà virtuale. Ho provato molti di questi metodi, mi sono piaciuti, e li ho trovati più preziosi utilizzati insieme alle sostanze psichedeliche. Ma confrontare l'esperienza di questi metodi singolarmente all'esperienza degli psichedelici è come paragonare una candela al sole. Altri metodi nemmeno si avvicinano al regno dei liquidi, fluidi sogni digitali che possono essere accessibili con sostanze psichedeliche come la DMT!
#5
Aggiorno la traduzione, nuovo capitolo (se ci sono errori o inesattezze, come probabile che sia, vi prego di segnalarmele, grazie Wink)



BREVE STORIA DEGLI PSICHEDELICI
DALLA CREAZIONE DEGLI DEI ALLA SCOMPARSA DELLA RIVERENZA PSICHEDELICA NEI TEMPI MODERNI

Raccogliendo il cibo, gli uomini e le donne preistoriche devono aver mangiato le piante psichedeliche che crescono in quasi tutte le regioni del mondo. L'ingestione di queste piante avrebbe prodotto soggezione ed esperienze ispiratrici, ed è molto probabile che l'origine delle idee riguardanti divinità, paradisi e inferni, la vita dopo la morte, ecc abbia avuto inizio con l'ingestione di piante psichedeliche.

Provate ad immaginare voi stessi come un essere umano neolitico, la maggior parte della vostra attenzione è per la sopravvivenza giorno per giorno, e le aree più complesse del cervello hanno appena iniziato a svilupparsi. Ora ingerite diciamo, una manciata di funghi psilocibinici, o la radice psichedelica della pianta africana Iboga. Immaginate che ricchezza di immagini e informazioni che scorrerebbe adesso attraverso la vostra mente! Nel suo recente libro, Il Nutrimento degli Dei, Terence McKenna presenta un'ipotesi plausibile che l’homo sapiens discenderebbe dagli ominidi che utilizzavano psichedelici. La capacità delle sostanze psichedeliche di facilitare lo sviluppo del cervello umano è una parte importante della sua teoria.

Il culto che coinvolge le piante psichedeliche e il loro uso nella ricerca spirituale può essere rinvenuto agli inizi della storia. Il ruolo di primo piano che queste piante hanno giocato nella formazione delle religioni primitive è stato documentato da diversi storici. R. Gordon Wasson ha forti argomenti che l’inebriante Soma degli antichi indiani Rg Veda fosse il fungo Amanita Muscaria [1]. Altri storici hanno trovato evidenti prove di utilizzo di psichedelici nei riti eleusini e dionisiaci della Grecia antica [2]. Altri riferimenti a piante psichedeliche si possono trovare in antichi testi buddisti, indù, ed altri testi dell'Estremo Oriente. E in Africa, l’utilizzo di Iboga è stato notato dal primi esploratori inglesi della zona.

Le piante psichedeliche sono molto più abbondanti nel Nuovo Mondo e fino ad oggi hanno giocato un ruolo nelle religioni dei nativi americani. Quando gli spagnoli invasero quello che oggi è conosciuto come il Messico e il Sud America hanno giustiziato l’uso psichedelico degli indigeni, e le religioni e le pratiche di guarigione sono stati costretti alla clandestinità. Una forte tradizione sciamanica è persistita per secoli. Negli Stati Uniti, solo la Chiesa dei nativi americani del Nord America ha mantenuto il permesso legale di continuare l’uso religioso del suo psichedelico sacramento, il Peyote.

La conoscenza di un sacramento psichedelico, il fungo Psilocybe, era tutto ma è stata persa dagli europei per secoli. R. Gordon Wasson ha iniziato la sua ricerca sulla conoscenza dei funghi nel 1927, dopo aver sperimentato una grande differenza di atteggiamento culturale nei confronti dei funghi tra se stesso e sua moglie russa. La loro ricerca ha portato a comprendere che la maggior parte degli occidentali sono micofobici, aventi paura o disgusto per i funghi. La gente in molte altre parti del mondo sono micofili, essendo spesso in grado di distinguere molti tipi di funghi con la vista, sapendo quali sono commestibili, e utilizzando nomi comuni per diverse specie. Wasson ha esplorato tutto quello che poteva trovare sui funghi attraverso il folclore, l’etimologia, e riferimenti nella letteratura e nell'arte. Egli è giunto a risultati completamente al di là di tutto quello che si sarebbe mai immaginato: che i funghi che producono "ebbrezza divina" sono stati utilizzati e adorati numerose volte e in diverse aree del mondo.

Wasson scoprì anche che un esistente "culto del fungo" continuava tra certi Indiani in Messico, lontano dalla civiltà. Nel 1955 è riuscito a mettersi in contatto con questi indiani e ha partecipato a una cerimonia di funghi guidata da una sciamana 65enne, forse diventando il primo uomo bianco a mangiare funghi psilocibinici in centinaia di anni. Questa storia è stata pubblicata sulla rivista Life, il 13 maggio 1957. Si tratta di un eccellente articolo con splendide foto e una movimentata descrizione del primo viaggio coi funghi di Wasson. Wasson ha continuato ad esplorare l’etnologia dei funghi ed altri sacramenti vegetali utilizzati in tutto il mondo, collaborando con artisti del calibro del famoso etnobotanico Richard Evans Schultes, ed Albert Hofmann, l'inventore e scopritore dell'LSD. Durante gli anni Cinquanta e primi anni Sessanta gli atteggiamenti in materia di sostanze psichedeliche in tutto il mondo sono stati generalmente positivi. La conoscenza era limitata in primo luogo alla comunità scientifica e scolastica, con un po' di attenzione da parte dei circoli letterari e d’arte. I documenti e gli articoli sugli psichedelici di questo periodo mancano d'isteria, e manca la connessione delle droghe al peccato che i media hanno poi al pubblico a metà degli anni Sessanta.

Beh, cosa è successo negli anni Sessanta, e come l'atteggiamento della maggioranza nei confronti degli psichedelici è così cambiato? Ecco una spiegazione semplice: il governo degli Stati Uniti aveva paura dei cambiamenti indotti dall’uso degli psichedelici. Hanno usato le forze fisiche, finanziarie e politiche che controllavano per diffondere paura e screditare le virtù delle sostanze psichedeliche. Niente di ciò che è accaduto sembra troppo sorprendente. Si adatta ai modelli che la mente umana si trova spesso ad utilizzare. La maggior parte della popolazione è ancora il tipo che resiste qualcosa di nuovo, a qualsiasi modifica (neofobico). Questa mentalità è continuamente rafforzata attraverso i giornali, la televisione, il governo, le religioni, le scuole, e la struttura gerarchica della società. Tutte queste organizzazioni sono dominate da persone con mentalità neofobiche. La maggior parte possiede anche i concetti giudaico-cristiani: gli esseri umani sono il male, il sesso è male, siamo al di sotto degli dei, saremo eternamente puniti se disobbediremo alle regole della chiesa, o, Dio ci perdoni, prendere uno psichedelico e provare a sperimentare uno stato estatico di felicità.

Molte delle persone che rinforzano questa mentalità non sono neanche a conoscenza del fatto che stanno diffondendo negatività. Essi vanno sostenendo ciò in cui credono sia corretto. Queste persone, convinte che la vecchia morale sia il "modo giusto" di vivere, hanno generato menzogne sugli psichedelici, sentendo che qualcosa che scoraggi l'uso di droghe sia giustificato. Naturalmente, altri membri di queste organizzazioni diffondono informazioni negative con intenzioni puramente nefaste, come i gruppi politici che ordinano alla CIA di vendere la cocaina per il finanziamento delle operazioni militari segrete, e poi predicare che i farmaci sono gli strumenti del diavolo in TV.

I metodi di diffusione di paranoia sulla droga sono numerosi e utilizzano tutte le forme di media. La maggior parte della popolazione ottiene le informazioni dalle controllate neofobiche principali fonti di comunicazione: televisione, giornali e riviste di grandi dimensioni. C'è anche pressione politica a tutti i livelli di conformarsi alle opinioni dei politici al potere. Pensi che la CBS avrebbe trasmesso uno spot apertamente pro-droghe anche se tu li avessi pagati bene? Il governo controlla anche il contenuto di ciò che viene insegnato nelle scuole. Ciò che è comunemente chiamata "educazione sulle droghe" è meglio definita come "un lavaggio del cervello anti-droga." Le valutazioni positive sui farmaci sono assenti dal materiale didattico della scuola. Gli insegnanti raramente informano i loro studenti che oltre il 99,9% delle persone che prendono l’ecstasy hanno un'esperienza positiva. Un neo-laureato psichiatrico di Harvard non era nemmeno a conoscenza del fatto che le sostanze psichedeliche fossero mai state utilizzate in terapia. L’utilizzo psichedelico in terapia era diffusa fino a quanto l’LSD è stato reso illegale nel 1966, ed i risultati del loro uso sono stati di grande successo. Nel corso degli ultimi 28 anni si è continuata una ricerca limitata e terapie con sostanze psichedeliche, soprattutto in Svizzera e in Germania (anche se negli ultimi anni la FDA ha accettato di riprendere un piccolo numero di studi che coinvolgono un uso umano di sostanze psichedeliche qui negli Stati Uniti).

Molto di un viaggio psichedelico si basa sul set mentale di una persona. I media negativi sugli psichedelici inducono molte persone ad assumere queste sostanze con paure ingiustificate, riducendo così il potenziale dell’esperienza, e, probabilmente, mandando alcune persone fuori di testa. Qualcuno che sta per intraprendere un viaggio con l'idea "Questa sostanza è un dono antico degli Dei, che mi permetterà di acquisire una nuova esperienza di vita" avrà un’ esperienza diversa da una persona che pensa "Qualcuno mi ha detto che questa cosa è divertente, ma è illegale e sono preoccupato che mi possano arrestare, e ho paura che magari perderò il controllo e salterò fuori da una finestra."

Ci sono sempre state un po' di informazioni disponibili accurate sulle sostanze psichedeliche, ma è stato qualcosa che si è dovuto ricercare. Molti di coloro che hanno trovato, compreso e applicato questa conoscenza ne hanno beneficiato immensamente. Questo libro è stato scritto per diffondere queste informazioni a un gruppo più ampio di persone nella speranza di illuminare molti sulle potenzialità dell'esperienza psichedelica, e dissipare alcune delle disinformazioni che in precedenza sono state diffuse su questo argomento.

Note:
1. Vedi Soma: Divine Mushroom of Immortality di R. Gordon Wasson.
2. Vedi The Road to Eleusis di Hofmann, Ruck, e Wasson.
#6
Toungerayer: Grande angel !! Quest' è un idea fantastica e un contributo importante per tutti noi!! (per me poi che l'inglese non lo mastico proprio bene è una manna dal cielo).
Passo subito alla lettura ^^..
Ogni frase, pensiero o quant'altro da me scritto-espresso deve essere considerato falso, inattendibile e/o puramente inventato.
#7
angel10 sono le persone come te che fanno la differenza!

Love and light!!
"But how can the one liberate the many? By first liberating his own being. He does this not by elevating himself, but by lowering himself. He lowers himself to that which is simple, modest, true; integrating it into himself, he becomes a master of simplicity, modesty, truth. Completely emancipated from his former false life, he discovers his original pure nature, which is the pure nature of the universe. Freely and spontaneously releasing his divine energy, he constantly transcends complicated situations and draws everything around him back into an integral oneness. Because he is a living divinity, when he acts, the universe acts." Lao Tzu

"It’s too early for a science. What we need now are the diaries of explorers. We need many diaries of many explorers so we can begin to get a feeling for the territory." T. McKenna

"The man who dies before he dies, does not die when he dies." A. a Sancta Clara


ATTENZIONE! Tutti i miei post sono scritti a puro titolo informativo e non vogliono incitare in alcun modo all'utilizzo di sostanze stupefacenti e/o psicotrope!
#8
Grazie ragazzi siete troppo buoni Happywide
Per ringraziarvi vi posto la traduzione del capitolo, o meglio, della prima metà del capitolo sulla sicurezza psichedelica :yawinkle: Buona lettura!




SICUREZZA PSICHEDELICA

CAPIRE GLI STRUMENTI


Gli psichedelici naturali sono stati usati per migliaia di anni, e prevedo che gli psichedelici sia sintetici che naturali saranno ancora utilizzati per migliaia di anni da oggi.

Contrariamente ad essere considerati pericolose, la maggior parte delle sostanze psichedeliche nella storia sono stati considerate doni degli Dei, e sono state associate con la guarigione del corpo, della mente e dell’anima.

La storia è piena di sciamani e sciamane che hanno consumato queste sostanze centinaia di volte ogni anno per tutta la loro vita e non hanno subito effetti negativi [1]. Allo stesso modo le mie migliaia e più di esperimenti con varie sostanze psichedeliche sembrano non aver fatto nulla di male. Al contrario, credo di aver ricevuto numerosi benefici grazie al loro uso.

Ho il sospetto che la maggior parte delle spaventose storie psichedeliche pubblicate alla fine degli anni Sessanta e negli anni Settanta sono stati create da persone che perseguono i propri programmi politici o finanziari, o da persone con costumi fondamentalisti che avevano paura di perdere il loro potere, o anche persone che stavano troppo bene. Altre storie spaventose sono state scritte esclusivamente per il sensazionalismo per vendere riviste e giornali. Molte delle storie, come che l'LSD provochi danni cromosomici, si sono rivelate false. Altre storie, come la CIA che lo avrebbero somministrato a persone ignare che poi saltarono giù dalla finestra ... Beh, come dice Robert Anton Wilson: "Loro o non sapevano cosa stava accadendo loro, hanno creduto di andar fuori di testa, e saltarono fuori dalla finestra. Oppure hanno realizzato cosa stava succedendo, che l'agenzia del loro governo stava segretamente dando loro droghe che alterano la mente ..., e saltarono fuori dalla finestra." Un esame approfondito della storia psichedelica mostrerà che i problemi riscontrati con l’utilizzo degli psichedelici sono rari, soprattutto se si considera che solo in questo paese (USA, N.d.T.), milioni di dosi di sostanze psichedeliche sono consumate ogni mese.

Quando discuto della sicurezza psichedelica penso che sia importante separare la sicurezza fisica dalla sicurezza mentale. La sicurezza fisica si occupa principalmente delle sostanze e delle varie combinazioni delle stesse. La sicurezza mentale è una questione molto più individuale e deve essere monitorata e valutata da ciascun utilizzatore psichedelico. Questa sezione si occupa di sicurezza generale con gli psichedelici. Maggiori informazioni sono fornite per sostanze specifiche, se del caso.

Ritengo che l’ecstasy e altri materiali sintetici della famiglia delle fenetilammine siano eccezioni in termini di sicurezza psichedelica. Si tratta di parenti delle anfetamine che possono rovinare il proprio equilibrio, lasciando una sensazione di fisico drenato e mentalmente increspato. Io controllo sicuramente la mia assunzione di queste sostanze, ma ho trovato che l'uso occasionale di dosi moderate non provoca alcun danno durevole. Ci sono stati pochi casi riportati in cui alcune persone sono morte per disidratazione dopo l'assunzione di ecstasy in discoteche calde e affollate, ballando di fila per diverse ore senza bere acqua.

SICUREZZA FISICA:

A parte l'uso di ecstasy, ed di alcaloidi della Belladonna, non conosco altri casi in cui qualcuno possa sperimentare danni fisici dall'uso degli psichedelici. E questo in ultima analisi, considerando la potente combinazione di armalina e 5-MeO-DMT. L'ansia per il danno fisico è una risposta frequente che la mente può generare quando subisce la trasformazione psichedelica, e spesso la maggior consapevolezza delle funzioni corporee può comportare che qualcuno si senta male. È utile essere in grado di distinguere se un sintomo è in realtà il risultato di una sostanza, o solo la fantasia della mente. Il libro The Psychedelic Experience descrive ciò abbastanza bene. Mentre si è sotto effetto di psichedelici è anche possibile prendere coscienza del complesso rapporto corpo/mente, e scoprire come alleviare i disagi del corpo attraverso il rilascio di blocchi mentali/emozionali.

Ogni volta che si sperimenta una nuova sostanza, gli utenti più cauti inizieranno con una piccola dose e si faranno strada. Durante questo periodo possono osservare come il loro corpo e la loro mente reagiscono alla sostanza e determinare quale dosaggio sia efficace per loro. Questo può essere importante dato che alcune persone possono avere reazioni forti con quantità che producono solo attività minime nella maggior parte delle persone. Alcuni psichedelici, come l'LSD, hanno un ampio margine tra la dose attiva e la quantità che può essere considerata tossica. Altri psichedelici, come l'ecstasy, possono presentare effetti tossici con solo due volte la dose media. Sfortunatamente, la ricerca scientifica legale su queste sostanze è praticamente inesistente, ed i dosaggi massimi di sicurezza non sono stati accuratamente calcolati.

Non è raro provare nausea su molte delle sostanze psichedeliche. Gli utilizzatori riportano in genere che se sentono il bisogno di vomitare è meglio non resistere, e che di solito si sentono meglio dopo averlo fatto. La nausea non è un'indicazione che c'è qualcosa che non va nel proprio viaggio. I popoli indigeni sono noti per dire che il Peyote, o l’Ayahuasca, agiscono come una purga, e puliscono il corpo e l'anima. Dicono anche che quando il corpo e l'anima sono purificati non si sente più il disagio del Peyote. Ho spesso notato che gli psichedelici purgano e purificano il mio corpo in modo simile al digiuno. Molti utenti adottano diverse diete o digiuni prima del viaggio, essendo così in grado di eliminare o ridurre la sensazione di nausea durante il viaggio.

Alcune persone si sentono esaurite o fuori dal contatto con la realtà il giorno dopo un viaggio psichedelico. Questo può essere previsto in quanto hanno attraversato tante cose durante l'esperienza. Molti utilizzatori trovano ottimo avere un giorno in più dopo il viaggio per recuperare prima di tornare al lavoro, ecc. Evitare la routine familiare per un giorno permette alle persone di conservare di più dai loro viaggi psichedelici.

Spero che tutti sappiano che sotto effetto di queste sostanze, è pericoloso guidare, manovrare un aereo, ecc. Vorrei sottolineare questo punto, dal momento che viviamo in una società dove la guida in stato di ebbrezza da alcol è abbastanza comune.

Molte persone possono aver guidato mentre erano sotto leggeri effetti psichedelici senza causare incidenti. Tuttavia, sono sicuro che ci sono alcuni che guidando sotto effetto ora non sono più in vita per raccontarlo. Se uno dovesse prendere una grande dose di uno psichedelico sarebbe in uno stato d'animo in cui il mondo che appare davanti ai propri occhi sta attraversando grandi cambiamenti in ogni momento. Potrebbe avere difficoltà a ricordare il proprio nome, e quindi guidare sarebbe del tutto fuori discussione. Dosi più piccole di sostanze psichedeliche producono cambiamenti simili ma più miti nella propria coscienza. L'esperienza psichedelica non è semplicemente compatibile con le decisioni in frazioni di secondo e le manovre che si devono regolarmente fare, mentre si guida in giro su un pezzo d’acciaio di due tonnellate a 60 MPH.

Credo che per ottenere il massimo da un'esperienza psichedelica si deve mettere da parte del tempo completamente dedicato all’esperienza, e prendere una dose che alteri in modo significativo la percezione. L'uso "ricreativo" di piccole quantità di sostanze psichedeliche, comune in contesti sociali come rave, concerti e feste, raramente fornisce un’esperienza con una gamma completa dell'esperienza psichedelica. Questo non vuol dire che l'utilizzo di sostanze psichedeliche in questo contesto non può essere utile o divertente, ma molte persone con cui ho parlato che hanno usato sostanze psichedeliche solo in questo modo non sembrano aver avuto profonde o potenti esperienze trasformative. In una situazione in cui è richiesto il trasporto, le persone dovrebbero cercare di avere un amico che guida, prendere un taxi, o semplicemente trovarsi già dove vogliono andare!

Chiunque abbia qualsiasi tipo di problema di salute, o stia prendendo medicinali soggetti o non a prescrizione, dovrebbero essere cauti nell’uso di psichedelici. La maggior parte delle sostanze psichedeliche aumenta la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. Gli effetti dell'utilizzo di sostanze psichedeliche con problemi di salute, o con la maggior parte dei farmaci da prescrizione, sono in gran parte sconosciuti. Chiunque sia in questa situazione dovrebbe trovare un medico competente e aperto a dare loro qualche consiglio. Le donne incinta dovrebbero consultare un medico prima di usare sostanze psichedeliche.

Il principale pericolo fisico con le sostanze psichedeliche è con quelle che sono inibitori MAO e con le combinazioni. Due sostanze psichedeliche trattate in questo libro sono inibitori MAO: 5-MEO-DMT e gli alcaloidi harmala. Anche molti farmaci anti-depressivi sono inibitori MAO. MAO (Mono-Amino-ossidasi) è un enzima nel corpo che suddivide alcuni alimenti e prodotti chimici. Se uno ingerisce questi alimenti o sostanze chimiche nel proprio sistema durante l'assunzione di un inibitore MAO, questi non saranno suddivisi, e ciò può portare a disagio, malattia, o addirittura alla morte. A seguito di questa sezione c’è un elenco di elementi da non prendere con gli inibitori MAO. Prima di assumere un inibitore MAO io aggiorno questo elenco e faccio un doppio controllo su ciò che è nel mio sistema. Ho anche trovato utile memorizzare questo elenco di elementi in modo che io non mangio dei cibi che mi fanno male durante l'utilizzo di inibitori delle MAO.

Note:
1. Maria Sabina, la sciamana che svolse la cerimonia per il primo viaggio coi funghi di R. Gordon Wasson, morta all’età di 97 anni, dopo circa 67 anni di uso regolare di funghi.
#9
Mi aggiungo ai ringraziamenti!! Sei un grande!! Toungerayer:
Mi piacerebbe avere più tempo libero per poter contribuire anche io Angry
LSD, psilocybin, and the other hallucinogens do indeed constitute "cracks" in the edifice of materialistic rationality, cracks we would do well to explore and perhaps widen. Albert Hofmann
#10
So che è passato un po' di tempo, comunque vado avanti a tradurre...
Questa è la seconda parte del capitolo sulla sicurezza psichedelica. Buona lettura.
PS: Come al solito, se ci sono errori e volete segnalarmelo mi fate un favore, grazie Happywide



SICUREZZA MENTALE:

La mente e la capacità di gestione delle sostanze psichedeliche sono diverse in ogni persona. Gli psichedelici non sono per tutti, e alcune delle sostanze discusse in questo libro sono particolarmente pesanti. Sebbene la maggior parte dei viaggi psichedelici siano vissuti come benefici, alcune persone hanno avuto esperienze che hanno disturbato loro in seguito. La ragione principale di queste esperienze negative è la mancanza di preparazione, piuttosto che qualcosa inerente alla persona o alla sostanza. Le probabilità di ciascuno di avere un brutto viaggio, o di non essere in grado di reintegrarsi in seguito, possono essere fortemente ridotte con l'apprendimento dell'esperienza.

Un punto che qui vorrei sottolineare è che non ho mai sentito di nessuno sperimentare effetti negativi a lungo termine con l'uso di sostanze psichedeliche naturali, come i funghi psilocibinici ed i cactus contenenti mescalina. Quando queste sostanze producono esperienze inquietanti, gli utilizzatori sembrano fare progressi e tornare nel mezzo.

Le persone affette da schizofrenia, o da qualsiasi altro tipo di disturbo mentale al di là delle nevrosi comuni, dovrebbero prestare la massima attenzione nell'uso di sostanze psichedeliche. Quando la ricerca psichedelica era diffusa fino al 1966 ci sono stati molti risultati con successo che trattano pazienti squilibrati mentalmente. Tuttavia, le persone con squilibri mentali hanno un rischio maggiore di avere un’esperienza negativa, in particolare senza la guida di un terapeuta.

Gli psichedelici sono molto più che droghe ricreative. Hanno la capacità di cambiarci significativamente anche con un singolo uso. Molti utilizzatori esperti considerano questa capacità di "rimprimere la mente", come il beneficio più importante delle sostanze psichedeliche. Se esaminate attentamente, la maggior parte delle esperienze psichedeliche si inserisce nel seguente modello. Gli psichedelici dissolveranno la propria identità e il quadro percettivo, un processo comunemente chiamato "ego death (morte dell’ego)". Successivamente si sentono le energie grezze e indifferenziate scorrere attraverso i propri sensi da uno stato informe o indefinito. Essi possono attingere alle vaste banche dati di immagini all'interno della propria mente, aggiungendo le loro capacità creative per generare illimitate visioni di intricata bellezza, e significato. Durante questo lasso di tempo uno può provare vari "filtri" attraverso i quali viene percepito il tutto, e creare allucinazioni o sperimentare molte personalità. Il viaggiatore sarà al di fuori del suo normale quadro concettuale e sarà in grado di guardare i propri processi di pensiero e la propria personalità da nuove angolazioni. Più tardi nell'esperienza si ri-assemblerà una nuova personalità, in base alla propria personalità vecchia, ma speranzosamente migliorata. In alcuni casi, gli utilizzatori passano attraverso numerose sessioni del processo di morte dell'ego (ego death), e si staccano dal loro modo familiare di percepire le cose. Questo si verifica spesso quando qualcuno inizia a sperimentare con piccole dosi, ed aumenta molto gradualmente la quantità che consuma. In questi casi lo psichedelico non li trasporta mai completamente fuori dalla consapevolezza ordinaria. Quando la morte dell'ego si estende su settimane o mesi, può assumere strane manifestazioni, come uno che sperimenta la separazione da vari aspetti del proprio familiare tunnel di realtà.

Gran parte dell'esperienza di ogni persona si basa sul set e sul setting. Il termine set si riferisce alle aspettative mentali ed emotive di una persona circa l’esperienza, l’educazione culturale, ecc. Il termine setting si riferisce all'ambiente circostante e agli stimoli presenti durante l'esperienza sia all'aperto o in un edificio, con gli amici o da soli, la presenza o l'assenza di musica, opere d’arte, ecc.

Se dovessi scegliere un setting come il più favorevole per un’esperienza positiva, propenderei per quello che più assomiglia agli metodi di utilizzo onorati nel tempo per queste sostanze. Questo implica l’assunzione di psichedelico naturale come i funghi o il Peyote. Dovrebbe essere fatto all’aperto nella natura, lontano dal rumore e dall'attività della città e con un gruppo di amici o familiari rispettati. Per i novizi iniziati al mondo psichedelico la seduta sarebbe guidata da “anziani” di fiducia e con esperienza.

Le persone che cercano di mettere in atto le lezioni apprese attraverso l'uso degli psichedelici sembrano trarne i maggiori benefici. Alcuni esempi sono persone che assumono sostanze psichedeliche per modificare il loro processo di pensiero o la propria personalità, che li utilizzano come parte di un processo di guarigione, o per avere qualche sbocco creativo per l'arte o la musica. Oltre alla mia ricerca psichedelica e alla scrittura, trovo che le sostanze psichedeliche mi danno l'ispirazione e la capacità di progettare e produrre lavorazioni ad alta tecnologia audio / visiva, come artista di performance, perseguendo diversi hobby artistici, nonché una posizione da senior management nel mondo delle imprese. Spesso le persone che non passano attraverso un cambiamento personale con le sostanze psichedeliche trovano che le loro esperienze tendono a ristagnare e ad entrare in un solco ripetitivo. Ho visto persone passare con successo attraverso questa fase, fermandosi per un po', perseguendo altri interessi o mezzi di auto-esplorazione, quindi provare di nuovo con le sostanze psichedeliche in un secondo momento.

Quante volte si possono usare effettivamente le sostanze psichedeliche varia da persona a persona. Gli utilizzatori devono controllare la loro mente, il corpo, e la loro vita, così come ascoltare i propri amici e gli altri intorno a loro per capire se stanno esagerando. Gli psichedelici sono da gustare quando il corpo e la mente sono in buona salute, nutriti correttamente, esercitati, e riposati. Assumere sostanze psichedeliche quando si è esausti tende a produrre più esperienze negative. Ciò può anche portare a problemi di salute, perché dal momento che il corpo è in uno stato di esaurimento, le cose principali di cui esso ha bisogno sono il nutrimento e il riposo, e gli psichedelici interrompono i normali modelli di appetito e sonno. Una piccola percentuale di utilizzatori "abusano" degli psichedelici prendendo più di quanto la loro psiche o il loro corpo possa integrare. Tuttavia, ho visto che questo accade solo con persone che utilizzano sostanze sintetiche, come l'ecstasy, ketamina, e LSD.

Tradizionalmente, le uniche persone che utilizzano sostanze psichedeliche su base "quotidiana" sono gli sciamani, i curanderos, o medici popolari. Usano queste sostanze per la capacità di aiutare e curare le persone delle loro comunità. Per lo sciamano l'esperienza psichedelica è come un pozzo, nel quale egli può entrare per portarsi dietro "acque curative" e conoscenza per curare i mali fisici delle persone, i dilemmi mentali e i problemi sociali. Dubito che le persone come artisti, inventori, o in cerca di raffinatezza personale o divertimento possano effettivamente utilizzare e assimilare queste esperienze con una tale frequenza.

Gli psichedelici amplificano notevolmente tutto ciò che prova utilizzatore. Questa intensità può essere percepita come una bomba atomica che esplode all'interno del cranio. E se uno sente gioia brillante o un inferno di paura si sentirà intensamente su una buona dose di sostanze psichedeliche.

Chiunque utilizzi regolarmente sostanze psichedeliche più forti dell’ecstasy può aspettarsi un'occasionale esperienza sgradevole. Questo può essere molto più spiacevole di qualsiasi altra cosa sperimentata nella vita normale, così come la gioia vissuta con le sostanze psichedeliche può essere molto più intensa di quella della vita ordinaria. Anche i viaggiatori più esperti a volte hanno una brutta esperienza. Ho avuto diverse escursioni durante le quali ho pensato che fossi morto, o non avrei saputo dire se ero vivo o morto. Se si usano sostanze psichedeliche con frequenza si finirà per affrontare quasi tutti gli scheletri sepolti nella propria psiche. Si dovrebbe affrontare queste sostanze con la volontà di affrontare qualunque questione venga fuori. Come uno integra un'esperienza oscura o spaventosa è importante. Trovo in generale che ho imparato più dai viaggi spiacevoli che da una sessione psichedelica media. Uno può utilizzare queste esperienze per rivalutare la propria identità e le proprie idee sulla vita. Se arriva una spiacevole esperienza durante un viaggio è meglio fluire con essa, cercare di imparare da essa, e passare alla fase successiva di questa esperienza. Non c'è bisogno di spendere una intera sessione psichedelica avvolti in una questione o in un sentimento.

Una delle cose più importanti da ricordare durante un viaggio è quella di fluire con l'esperienza. Non cercare di mantenere la tua precedente identità mentre viene dissolta. Non aver paura di lasciarti andare a un sentimento o a una visione bella se essa comincia a svanire. Se sta avendo un’esperienza terribile non fuggire, ma guarda e vedi cosa puoi imparare. E quando riconosci che sta iniziando la discesa degli effetti, non avere fretta di recuperare un’identità familiare. Riflettere e facilitare il ritorno alla realtà di routine vi permetterà di conservare il massimo dal vostro viaggio.

Le droghe psichedeliche differiscono in modo significativo per intensità. Gli utenti più saggi passano gradualmente dal più mite al più intenso. Per ogni psichedelico ho assegnato un livello di intensità da 1 a 10. (1 = lieve, 10 = intenso.) Questi livelli di intensità sono per un'esperienza media con la sostanza. Una dose elevata di qualcosa come l'LSD può dare un viaggio di 10 come livello di intensità. E poiché l'esperienza è nella mente, si può anche fare un viaggio ad alta intensità con una piccola dose di uno psichedelico.


MAO INIBITORI


I seguenti psichedelici sono MAO inibitori: 5-MEO-DMT e gli alcaloidi harmala. Anche molti farmaci anti-depressivi su prescrizione sono MAO inibitori. Questi non devono essere assunti in combinazione con gli alimenti o i farmaci elencati di seguito.

Cose da non prendere in combinazione con MAO inibitori

MOLTO PERICOLOSI
Sedativi e Tranquillanti
Antistaminici
Narcotici
Anfetamine
Asarone / Calamus
FORMAGGIO STAGIONATO
VINO ROSSO
Triptofano – alte dosi
Tirosina – alte dosi
Fenilalanina - alte dosi
Alcool
Efedrina
Macromerina
Alcuni Anestetici

??? Medicine e supplementi (sia da prescrizione sia OTC)

A meno che non si sia certi che possano essere assunti con I MAO inibitori essi dovrebbero essere interrotti abbastanza a lungo in modo da uscire dal sistema prima di prendere i MAO inibitori.

??? Ecstasy, Mescalina, 2C-B e altre Fenetilammine -
Vedi discussione dopo questa tabella.

POTENZIALMENTE PERICOLOSI
Birra
Cacao
Estratto di lievito
Ananas
Crauti
Aringhe in salamoia
Salsa di soia
Crema
Avocado (soprattutto stramaturo)
Banana (soprattutto stramatura)
Vino bianco
Noce moscata – alte dosi
Olio di aneto - alte dosi
Olio di prezzemolo - alte dosi
Fegato
Caffè
Fichi e uvetta
Yogurt


Queste informazioni sono state ottenute da diverse fonti inerenti i MAO inibitori.


Ecstasy, Mescalina, 2C-B e altre Fenetilammine - (Combinate con i MAO Inibitori)

Ci sono informazioni contrastanti sulla compatibilità di fenetilammine con inibitori MAO. Molti libri le elencano come incompatibili e pericolosi, ma senza alcuna spiegazione.

All'altro estremo, ho sentito molti report di prima mano da parte di persone che hanno provato spesso queste combinazioni e non hanno avuto problemi.

Qualcuno molto competente in questo campo mi ha detto che le fenetilammine non sono assimilate nel proprio sistema rapidamente come a cose normali, se uno ha preso un MAO inibitore. Questo vuol dire che è necessario una quantità molto minore di sostanza fenetilammina per ottenere gli stessi effetti.

Questa informazione conferma i miei limitati esperimenti con 2C-B insieme ad un MAO inibitore. Ho scoperto che il 2C-B è significativamente intensificato in queste situazioni, che richiedono un alto grado di cautela quando si usano combinazioni di questo tipo.

In tutti i capitoli che trattano sia sostanze della classe delle fenetilammine o MAO inibitori ho elencato questa combinazione come notevolmente intensificata, forse pericolosa.


Note:
1. Maria Sabina, la sciamana che svolse la cerimonia per il primo viaggio coi funghi di R. Gordon Wasson, morta all’età di 97 anni, dopo circa 67 anni di uso regolare di funghi.
#11
Curiosità: traduci solo per diletto personale?
#12
Citation :Curiosità: traduci solo per diletto personale?
Sì :yawinkle:

A un mese esatto di distanza, proseguo a postare la mia traduzione... si inizia con le sostanze! Buona lettura!



Capitolo I – Psichedelici Tradizionali


LSD
LA MOLECOLA DELLA PERFEZIONE


INTENSITA’: da 3 a 7 per la maggior parte delle esperienze.

MATERIALE: L’LSD è un composto sintetico. È derivato dall’acido lisergico che si trova in Hawaiian woodrose e nei semi di ipomea (morning glory), o nel fungo dell’ergot, che può crescere sulla segale, sul frumento e altre graminacee. Anche l’acido lisergico è psicoattivo, sebbene non così potente come l’LSD, ed è stato consumato per millenni nella forma delle fonti vegetali sopra citate. Il nome di strada più comune per l'LSD è "acido".

STORIA:
L’LSD fu sintetizzato nel 1938 dal Dr. Albert Hofmann della società farmaceutica Sandoz in Svizzera. Hofmann è stato anche il primo essere umano a sperimentare l'LSD quando lo ha inavvertitamente assorbito attraverso la punta delle dita nel 1943. Tre giorni dopo ha preso la prima dose di LSD intenzionale.

Nel corso dei successivi 20 anni, l'LSD è stato promosso come aiuto psichiatrico e sono stati eseguiti numerosi esperimenti in ambito clinico. La CIA e altri servizi segreti hanno ugualmente sperimentare l’ LSD per determinare la sua efficacia nel lavaggio del cervello e nel controllo mentale.

All'inizio degli anni Sessanta Timothy Leary e compagnia, iniziarono a diffondere la parola che l'LSD produceva magnifiche esperienze spirituali. La rivoluzione scaturita da questo è leggendaria. Ha avuto un forte impatto sulla cultura occidentale, sulla sua musica e sull'arte, e ha contribuito all' espansa accettazione di diverse filosofie, religioni e stili di vita nel nostro paese, così come allo sviluppo di una società ad alta tecnologia d’informazione [1].

DOSAGGIO:
LSD è estremamente potente in rapporto peso e la quantità necessaria per una singola dose è appena visibile ad occhio nudo. LSD è di solito venduto in blotter, in pasticche o liquido. Con tutte queste forme è impossibile dire la quantità di LSD che si sta effettivamente consumando. Spesso la gente dirà che ogni dose contiene 100 mcg., 200 mcg., ecc, ma a meno che non uno non ha lavorato con la sostanza solida cristallina per produrre la forma di consumo, le informazioni sono solo per sentito dire o stime personali. Anche dopo molti anni e diverse centinaia di dosi di LSD, non ho mai avuto un indicatore preciso per misurare il dosaggio. La mia descrizione dei livelli di dosaggio è una stima da quello che mi è stato detto nel corso degli anni, abbinato ai livelli di intensità descritti dagli utilizzatori di LSD della Sandoz che è stato prodotto in quantità certificate.

100 mcg. di LSD è considerata una minima dose psichedelica. (un microgrammo (mcg.) = un milionesimo di grammo.) Questa quantità produce un basso livello di esperienza psichedelica, non esagerata, e senza allucinazioni. 200 mcg. è la dose minima necessaria per produrre una completa esperienza psichedelica, completa di immagini e allucinazioni, anche se per vorrà la maggior parte delle persone ci vorrano più di 200 mcg. per sperimentare questi effetti completamente. La dose media di acido di strada in questi periodi è in una gamma da 50 a 100 mcg.
La quantità di LSD necessaria per entrare in uno stato psichedelico pieno varia da individuo a individuo, e anche per ogni esperienza. Come uno familiarizza con l'esperienza è probabile che avrà bisogno di una dose maggiore per raggiungere uno "stato di trasformazione." Io di solito prendo circa 500 mcg. e stimo le mie dosi più alte nella gamma + 1000 mcg., e ho sentito di persone che prendono molto di più. Altri fattori, come la quantità di cibo nello stomaco influenzeranno l'intensità dell’LSD e della maggior parte degli altri psichedelici, il dosaggio a stomaco vuoto produce l’esperienza più forte. Come la maggior parte degli altri psichedelici, l’LSD produce una tolleranza della durata di due o tre giorni. Consumando una quantità equivalente durante questo periodo non sarà possibile ottenere una seconda volta un trip dello stesso livello.

Dosi più alte rendono più probabile che si avrà un viaggio in piena regola, ma a volte l'intensità può essere troppa e sentita come un sovraccarico neurale. (Alla fine di molti viaggio ad alte dosi di acido avrei voluto poter abbassare il livello di intensità dei miei sensi.) La sezione successiva spiega di più sulla gamma di esperienze con l’LSD.

THE HIGH:
Sentimenti estatici di amore e felicità, affinità per gli altri, sensazione di essere con se stessi e l'universo, visioni che scorrono con complessità, bellezza, e colori più di ogni altra cosa presente in natura, si possono assaporare i suoni e sentirli con il cuore e l’anima, un senso di sospensione nel tempo e sentirsi affini con l'eternità e l’infinito, una mente brillante lucida in grado di vedere se stessi da vaste e nuove prospettive, una marea travolgente di emozioni ... Sono questi i sentimenti comuni con l'LSD e con la maggior parte degli altri psichedelici. Si dovrebbe essere preparati anche per i lati negativi: confusione, visioni e immagini spaventose, paura di morire o di perdere il controllo, sentirsi controllati e incapaci di sfuggire alle definizioni a cui si è abituati, o sentirsi sopraffatti dalla immensità della vita.

Le possibili esperienze con gli psichedelici sono infinite, e non ne esistono due uguali. Nelle definizioni che riporto per "THE HIGH" di ciascuna sostanza, cercherò di descrivere gli effetti sperimentati più spesso e di distinguere le esperienze prodotte dalle diverse sostanze psichedeliche.

LSD è la più trasparente delle sostanze psichedeliche. La maggior parte degli utilizzatori segnala che i loro primi viaggi sono come un viaggio attraverso la casa dei divertimenti. Tutto sembra bizzarro e del tutto differente dalla realtà normale. Dopo aver familiarizzato con l'esperienza alcune persone assumono l'acido per effettuare complesse programmazioni con il computer, suonare musica dal vivo, o fare altre attività che richiedono controllo e un forte legame con il piano fisico. Gli utilizzatori abituali possono essere in grado di sbattere gli occhi, sospendere momentaneamente gli effetti, e vedere le cose come appaiono nella loro coscienza normale, mentre sono nel picco di un viaggio da 500 mcg..

La trasparenza dell’LSD rende possibile avere qualsiasi tipo di esperienza. Gli utilizzatori possono portare se stessi verso un particolare tipo di esperienza con la messa a fuoco interna, come la meditazione, o con stimoli esterni come la musica o l'arte. Anche l’intensità dell’LSD è abbastanza variabile. Un viaggio da 200 mcg. può essere percepito com più intenso rispetto a un viaggio da 500 mcg. della stessa partita, e l'intensità può aumentare e diminuire durante una sessione psichedelica. In genere ci si sente più “sballati" se si prende la stessa quantità di LSD, o di qualsiasi altro psichedelico, in un ambiente non familiare. Un aspetto del dosaggio che sembra coerente è la lunghezza del viaggio. 100 mcg. durano circa 5 o 6 ore, 200 mcg. – da 8 a 10 ore, con dosi elevate può durare fino a 20 ore.

L’LSD ha la capacità di permettere alla propria mente di penetrare le cose molto profondamente. Riscontro questo prevalentemente ascoltando musica, guardando opere d'arte, o facendo l'amore. Con l'LSD ci si può "agganciare" a qualcosa come un pezzo musicale e permettergli di guidarci in un viaggio sensuale attraverso un giardino di suono liquido. Si può sentire in maniera sontuosa un sentimento, un modello di pensiero, o un’emozione con intensità simile. E 'anche possibile attaccarsi a sentimenti negativi. Se uno si trova in una spirale discendente in genere può reindirizzare la propria consapevolezza verso qualcos’altro con poco sforzo. La maggior parte delle persone tende a trascorrere la maggior parte della propria esperienza in uno stato positivo, perché una volta in esso si può restarci per ore senza fatica. Gli aspetti negativi dell’LSD che molti utilizzatori riportano sono un "lato metallico" (un leggero stridore sui nervi), e, talvolta, una intensità prepotente che alcuni psichedelici, come i funghi, tendono a non produrre.

Per dare un'idea di quanto possano essere diverse tra loro le esperienze con LSD, (o proprio le esperienze psichedeliche in generale) ho elencato diverse pubblicazioni nella bibliografia che contengono lucide descrizioni di esperienze forti. Una di queste descrizioni che ho incluso qui è la prima esperienza con LSD di Stanislav Grof. Stan Grof è diventato uno primi ricercatori psichiatrici dell’LSD durante i primi anni Sessanta. La sua terapia senza medicinali, nota come respirazione olotropica, ha prodotto potenti esperienze "transpersonali" in molte persone. Qui di seguito si riporta la descrizione di Grof della sua esperienza con l'LSD nel 1956 [2].

"Non riuscivo a credere a quanto ho imparato sulla mia psiche in così poche ore. Ho provato un fantastico display di visioni colorate, alcune astratte e geometriche, altre figurative e piene di valore simbolico. L' assoluta intensità della gamma di emozioni che ho provato mi ha semplicemente stupito. Sono stato colpito da una luce che sembrava paragonabile all'epicentro di un’esplosione nucleare, o magari alla luce di una brillantezza soprannaturale riportata nelle scritture orientali che dovrebbe apparirci al momento della morte. Questo fulmine mi ha catapultato fuori dal mio corpo. Per prima cosa ho perso la consapevolezza dei miei dintorni più immediati, poi dell’intera clinica psichiatrica, poi di Praga (Cecoslovacchia), e, infine, dell’intero pianeta. Ad una velocità inconcepibile la mia coscienza si è estesa a dimensioni cosmiche. Ho vissuto il Big Bang, ho attraversato i buchi neri e i buchi bianchi nell'universo, mi sono identificato con supernove in esplosione, e sono stato testimone di molti altri strani fenomeni che sembravano pulsar, quasar e altri eventi cosmici. "

Durante il suo viaggio di LSD Grof capì al volo che la sua esperienza stava assomigliando a quelle descritte nelle Scritture dei grandi mistici del mondo. "Sono stato in grado di vedere l'ironia e il paradosso della situazione. Il divino si è manifestato e mi ha preso in un moderno laboratorio scientifico nel bel mezzo di un esperimento scientifico condotto in un paese comunista, con una sostanza chimicamente nel 20° secolo. "

Talvolta con grandi dosi di LSD, e meno frequentemente con altri psichedelici, si può incontrare ciò che è noto come la "Luce Chiara " o la "Luce Bianca". Questa è percepita come una pura luce soprannaturale, brillante e fiammeggiante, che irradia dall'interno. La sensazione che accompagna la presenza di questa “Luce Chiara” è quasi sempre descritta come la beatitudine divina. L'esperienza della “Luce Chiara” può essere raggiunta solo passando attraverso una completa morte dell'ego. Questo processo è descritto in dettaglio nel libro ‘L'Esperienza Psichedelica’.

COMBINAZIONI:
ALCALOIDI HARMALA – L’Harmala aggiungerà una dimensione unica per un'esperienza con l’acido. Trovo che infonde nel viaggio una qualità mistica e antica. Mentre in acido mi sento normalmente interfacciato con la mia mente, con Harmala invece mi sento come se fossi in contatto con il mondo invisibile degli spiriti. Un grado ancora maggiore di sinergia c’è tra l’Harmala e le triptamine psichedeliche, ossia psilocibina e DMT.

DMT – Ho avuto alcune esperienze fortemente illuminanti fumando DMT mentre ero in acido. L'esperienza della DMT travolge l'esperienza dell’acido durante la sua breve durata. Io di solito mi trovo immerso nelle fluenti ed intricate immagini caratteristiche della DMT. L'acido mi mette essenzialmente su una piattaforma più alta per il lancio nella DMT. E lo stato di "mente aperta" prodotto dall’acido mi permette di sperimentare la DMT molto di più rispetto allo stato normale. Vedi il capitolo DMT.

PROTOSSIDO DI AZOTO – Un tiro di azoto di solito mi mette in una piacevole stato mentale alterato, e questo viene amplificato se sono già alterato. Una singola boccata di azoto, come generalmente si consuma per uso ricreativo, produrrà uno o due minuti di stato "dissociativo", durante i quali mi sento un po' fuori dal mio corpo. Ho scoperto l’azoto funziona bene con ogni psichedelico con cui l’ho provato. Posso così sperimentare un ulteriore picco nel mio picco, oppure può essere utilizzato per "rompere" uno stato d'animo in modo da poter concentrare la mia attenzione su qualcosa d'altro.

LUDIOMIL – Ho tratto l'ispirazione di provare l’LSD con il Ludiomil (un antidepressivo), dopo aver letto un articolo in ‘Psychedelic Monographs and Essays’ in cui lo sperimentatore riportò di aver avuto sogni lucidi dopo l'utilizzo di questa combinazione. Questo rianimò il mio interesse in quanto fui praticante di sogni lucidi negli anni scorsi.

L'esperienza è stata molto piacevole e ha superato le mie aspettative. Durante l'esperienza ho notato che il Ludiomil ha quasi raddoppiato la potenza dell'acido, pur modificando leggermente l'esperienza. Mi sentivo come se ci fosse una sottile membrana invisibile tra me e tutto ciò che i miei sensi toccavano. Questo era una novità, ma non mi permetteva di sentirmi completamente "fuso con l'esperienza", come è comune di solito mentre si è in acido. Il mio flusso di pensiero sembrava anche un po' diverso, da sentirsi "attraverso il sangue" allo stato di sogno.

Non ho provato nulla di strano durante la prima notte di sonno. Ma la notte successiva ho avuto circa 25-30 sogni molto vividi. Ho continuato ad avere questi sogni vividi, in numero decrescente, per le successive tre o quattro notti. Da notare che i sogni che ho vissuto, anche se piuttosto vividi, non corrispondono alla definizione di sogni lucidi, come definiti da Stephen LaBerge o da altri nel campo del sogno ludico. LaBerge utilizza la dicitura ‘Sogno Lucido’ per identificare un sogno in cui si è consapevoli del fatto che si sta sognando, e in cui spesso si ha accesso ai ricordi della propria normale coscienza di veglia, e in grado di manipolare gli eventi nel sogno.

Vedere i capitoli Ecstasy e Combinazioni Multiple.

Note:
1. Vedi Gentleman's Quarterly, July 1991.
2. Vedi Yoga Journal July/August 1990
#13
cavolo...ti sarà venuto un crampo al dito,comunque brava/o! :+1:
#14
ottimo lavoro grazie mille
#15
Grazie! Splendido
#16
ancora ancora!!
#17
kataz a écrit :
ancora ancora!!

Prima o poi continuerò :yawinkle: Ora come ora ho un po' mollato!
#18
In tutto solo 14 likes. :Oo:
... noi scendiamo in piazza, siamo democratici, siamo antifascisti, la realtà è più avanti! Siamo sempre indietro!
[cit: Giorgio Gaber]

Se è assolutamente necessario che l’arte o il teatro servano a qualche cosa, dirò che dovrebbero servire ad insegnare alla gente che ci sono attività che non servono a niente e che è indispensabile che ci siano.
[cit: Eugène Ionesco]

“Fanno quello che vogliono, ma quel che si può non possono farlo. Chi può, può soltanto l’impossibile”.
[cit: Carmelo Bene]



Ogni frase da me riportata è da ritenersi falsa, inventata e senza nessun fondamento scientifico-logico-razionale
#19
Letto tutto in un botto questo libro, scritto in un inglese facile, scorrevole e con molti spunti, dalla società alle religioni orientali.
Abbraccia la meravigliosa teoria di Huxley dove la nostra mente, è solo eliminatoria (come direbbe Eraclito) e mai addizionale o espansiva, perchè altrimenti si verrebbe a creare un sovraccarico di materiale, da portare la schizofrenia. Ma le triptamine portano proprio a questo stato, per parlare anche con la Coscienza.

Turner l'autore del libro, da molta importanza a due sostanze: Ketamine, e DMT.

La K afferma che è una sostanza un po' pericolosa, perchè può portare a dipendenza, infatti lui per un periodo aveva capito che senza la dose settimanale non poteva starci.
E inoltre che ha potato viaggiare sia indietro che in avanti nel tempo, facendo previsioni anche, oppure entrare in una specie di cyberspace, o coscienza cosmica, estasi, superare la mente razionale.
Inoltre afferma che sotto l'effetto di 2C-R ha ottenuto un bella combo, mentre con funghi, era molto sconsigliato, per via dello stato mentale solo confuso.

Mentre con la DMT ha potuto dire che: in luoghi aridi o come Deserto o vicino al fuoco dava più immagini o senso di bad trip al contrario di luoghi acquosi, come laghi oceani, dando proprio un senso di estasi.
Combinandola inoltre con l'Harmala ha potuto fare anche viaggi cosmici, con varie entità interagendo con loro anche. Durata del trip con Harmala: fino 3ore.

Consiglia l'uso dell'Harmala in ogni triptamina, perchè da più potere religioso/mistico all'esperienza, ma presa da sola rende poco.
Infine, ha affermata che la Mescalina è il suo psichedelico preferito, senza troppo down.
#20
Riporto in vita il thread per fare una domanda da novellino, cosa sono i MAOi? Che relazione hanno con le sostanze, tipo mescalina, psilocibina, psilocina ecc...? La parte dove lo spiega non mi è chiara.
#21
Mushroomer a écrit :
Riporto in vita il thread per fare una domanda da novellino, cosa sono i MAOi? Che relazione hanno con le sostanze, tipo mescalina, psilocibina, psilocina ecc...? La parte dove lo spiega non mi è chiara.


Detto in maniera molto semplice, sono sostanze che inibiscono temporaneamente le monoammino ossidasi (MAO), queste ultime sono coinvolte nei complessi processi di metabolizzazione dell'organismo.
Ciò consente a determinate sostanze di non essere subito "attaccate" una volta ingerite e quindi di liberare il loro potenziale chimico. Quindi i MAOi permettono ad una determinata sostanza di liberare un potenziale che altrimenti sarebbe andato perso oppure di potenziare gli effetti di altre sostanze che si sarebbero comunque manifestate con un certa intensità in quanto verrebbe inibita/ritardata la reazione del corpo nei confronti delle sostanze assunte.

Ovviamente bisogna andarci cauti ed informarsi per bene! Non a caso quando si assumono MAOi si devono assolutamente evitare determinati cibi proprio perché il corpo non sarebbe in grado di metabolizzarli nel tempo necessario rischiando intossicazioni pesanti ed anche il decesso!

A questi indirizzi troverai altre info:
http://www.psychonaut.com/piante/39752-peganum-harmala.html#post731185
Cibi da evitare con MAO inibitori
I never found a companion that was so companionable as solitude.

Henry D. Thoreau
#22
Horror Vacui a écrit :
Detto in maniera molto semplice, sono sostanze che inibiscono temporaneamente le monoammino ossidasi (MAO), queste ultime sono coinvolte nei complessi processi di metabolizzazione dell'organismo.
Ciò consente a determinate sostanze di non essere subito "attaccate" una volta ingerite e quindi di liberare il loro potenziale chimico. Quindi i MAOi permettono ad una determinata sostanza di liberare un potenziale che altrimenti sarebbe andato perso oppure di potenziare gli effetti di altre sostanze che si sarebbero comunque manifestate con un certa intensità in quanto verrebbe inibita/ritardata la reazione del corpo nei confronti delle sostanze assunte.

Ovviamente bisogna andarci cauti ed informarsi per bene! Non a caso quando si assumono MAOi si devono assolutamente evitare determinati cibi proprio perché il corpo non sarebbe in grado di metabolizzarli nel tempo necessario rischiando intossicazioni pesanti ed anche il decesso!

A questi indirizzi troverai altre info:
http://www.psychonaut.com/piante/39752-peganum-harmala.html#post731185
Cibi da evitare con MAO inibitori



Grazie Horror, vediamo se ho capito bene, i MAOi sono sostanze che impediscono al metabolismo di """digerire""" determinati cibi? Ma questo non dovrebbe limitare il potenziale chimico di cui parli, invece di liberarne? O il compito dell'enzima è proprio eliminare determinati composti chimici in modo da tenere l'organismo pulito, e quindi inibendolo si ha la possibilità di assorbire quello che abitualmente si elimina?
Ora leggo per bene i link ;D

Un'altra cosa che non mi è chiara, queste sostanze MAOi, non hanno nulla a che fare con gli psichedelici? O meglio da quello che viene fuori dalla guida si deduce che ci sono alcuni psichedelici che sono MAOi (5-MEO-DMT e gli alcaloidi harmala tra quelli presenti nella guida ) mentre altri no, esiste una lista di cosa sia MAO inibitore e cosa no? Se uno assume uno psichedelico non MAO inibitore mentre è già MAO inibito(ma magari non sa di esserlo)? Lo so troppe domande, ma è che l'argomento per me è nuovo e mi sembra tutto confuso. Happywide
#23
Mushroomer a écrit :
Grazie Horror, vediamo se ho capito bene, i MAOi sono sostanze che impediscono al metabolismo di """digerire""" determinati cibi? Ma questo non dovrebbe limitare il potenziale chimico di cui parli, invece di liberarne? O il compito dell'enzima è proprio eliminare determinati composti chimici in modo da tenere l'organismo pulito, e quindi inibendolo si ha la possibilità di assorbire quello che abitualmente si elimina?
Ora leggo per bene i link ;D

Un'altra cosa che non mi è chiara, queste sostanze MAOi, non hanno nulla a che fare con gli psichedelici? O meglio da quello che viene fuori dalla guida si deduce che ci sono alcuni psichedelici che sono MAOi (5-MEO-DMT e gli alcaloidi harmala tra quelli presenti nella guida ) mentre altri no, esiste una lista di cosa sia MAO inibitore e cosa no? Se uno assume uno psichedelico non MAO inibitore mentre è già MAO inibito(ma magari non sa di esserlo)? Lo so troppe domande, ma è che l'argomento per me è nuovo e mi sembra tutto confuso. Happywide

Le mie competenze in ambito biochimico sono inesistenti ma stando a ciò che succede almeno superficialmente è proprio così, alcuni composti agiscono in quanto non vengono "attaccati" dal corpo e quindi non vengono distrutti/convertiti!

Da quello che so, esistono alcune sostanze che appartengono alla classe dei MAOI e stop. Il legame che possono avere con gli psichedelici da questo punto di vista è meramente strumentale. Oppure come nel caso del Peganum Harmala trattasi di una pianta che può avere un suo ruolo da "solista" in ambito psichedelico oppure essere appunto un semplice strumento.
Una lista è presente qui: Inibitore della monoamino ossidasi - Wikipedia

Riguardo all'ultima domanda, non penso che tutte le sostanze psichedeliche siano affette da questo tipo di meccanismo. Ad esempio la psilocibina, se siamo inibiti pare avere un effetto più intenso, la DMT invece per essere efficace oralmente necessita dell'inibizione. Altre presumo che essendo strutturalmente diverse abbiano interazioni completamente diverse e quindi nessun tipo di affezione col meccanismo suddetto.

Dal punto di vista biochimico mi rendo conto di essere stato terribilmente brutale, quindi per un parere estremamente tecnico dovrai approfondire ulteriormente. Mi sono limitato a fornirti un po' quella che sarebbe in certo senso "saggezza popolare" Wink
I never found a companion that was so companionable as solitude.

Henry D. Thoreau




Utilisateur(s) parcourant ce topic : 1 visiteur(s)

À propos de Psychonaut

Psychonaut.fr est une communauté d'auto-support francophone, dédiée à l'information et à la réduction des risques liés à l'usage des substances psychoactives.