Papaver rhoeas (papavero comune o rosolaccio)
#91
oggi ho provato a fare una tisana con la 40ina circa di petali che ho raccolto ieri, l'ho scolata tutta a stomaco vuoto (con limone e zucchero) ma non ho sentito nessun effetto psicoattivo(se non forse, ma dico forse, una leggerissima pesantezza alla testa)
ci vorrebbe il fratello.. peccato che nei campi crescano spontanei i rosolacci e non i somniferumSmile

p.s. ho provato a incidere un paio di capsule e anche ad aprirle a vedere se c'era qualche liquido ma non ho visto niente(anche se in effetti una volta aperte con l'aria diventava color bruno l'interno). E' il rosolaccio a non produrre/produrre poco lattice oppure ho sbagliato qualcosa?
  Répondre
#92
scaltro a écrit :esatto è proprio il papavero che si vede nei campi o ai bordi delle strade, sapete se contiene gli stessi alcaloidi del papaver somniferum?


No, mi spiace è molto più blando. Altrimenti avrebbero reso illegale pure questo stanne pur certo.
Nel somniferum sono presenti "anestetici" e "antidolorifici" e sadivi e altro....come morfina codeina e così via... tutti molto più potenti del comunissimo rosalaccio.
Io credo che nessuna sostanza sia pericolosa, pericolose sono le persone e l'uso che ne fanno.
(Cit. by Mr_T.)
  Répondre
#93
Salve a tutti... nelle aiuole dei paesi capita di imbattersi in papaveri con delle belle teste, credo siano quelli da oppio, feci un incisione ed usciva il lattice, sono già un esperto raccoglitore di Lattucario, che uso ogni anno con discreti risultati, ma quelle teste di papavero mi ispiravano... essendo in una zona visibilissima, sotto gli occhi di tutti, ho tagliato le teste verdi (circa 10) e me le sono portate a casa, purtroppo incidendo le teste già recise il lattice non usciva, ovvero, usciva ma in minime quantità, ne ho fatta una pallina e l'ho funata nella stagnola, era poco, l'effetto l'ho sentito, molto leggero ma c'era.
Per non buttere le teste, le ho messe a decotto in acqua per circa 2 ore a fuoco basso.
Poi ho messo il liquido ottenuto in un piatto e l'ho lasciato al sole.
Dopo 3 giorni il liquido è evaporato lasciando un residuo scuro, come sangue coagulato, ne ho fatto delle palline.
A dire il vero, mi sembra un metodo troppo semplice per estrarre oppio, lo farebbero tutti, so che la percentuale di sostanza attiva non rispercchia la quantità di materiale che ho ottenuto, ho molto materiale ma credo che sia poco il principio che mi serve.
Non so se fumarle o cosa... non ho idea di che farci, anche perchè ho sentito che il papavero è velenoso.
Secondo voi può questo rudimentale metodo di estrazione, dare effetti positivi?
  Répondre
#94
Il decotto viene spesso bevuto con buoni risultati, pero' accertati che siano i papaveri giusti!
"But how can the one liberate the many? By first liberating his own being. He does this not by elevating himself, but by lowering himself. He lowers himself to that which is simple, modest, true; integrating it into himself, he becomes a master of simplicity, modesty, truth. Completely emancipated from his former false life, he discovers his original pure nature, which is the pure nature of the universe. Freely and spontaneously releasing his divine energy, he constantly transcends complicated situations and draws everything around him back into an integral oneness. Because he is a living divinity, when he acts, the universe acts." Lao Tzu

"It’s too early for a science. What we need now are the diaries of explorers. We need many diaries of many explorers so we can begin to get a feeling for the territory." T. McKenna

"The man who dies before he dies, does not die when he dies." A. a Sancta Clara


ATTENZIONE! Tutti i miei post sono scritti a puro titolo informativo e non vogliono incitare in alcun modo all'utilizzo di sostanze stupefacenti e/o psicotrope!
  Répondre
#95
si so bene che il decotto viene bevuto, questo papaveri non so se siano i sonniferum ma comunque il lattice lo fanno e la testa è abbastanza grossetta, non capisco perchè l'impasto appiccicaticcio che ho ottenuto non si secca, rimane resinoso e non emana fumi mettendolo sulla stagnola
  Répondre
#96
frullato le piantine intere (esclusi i petali e le foglie, quindi fusto e cappocchie) poi ho aggiunto un pò di soda caustica (scaglie) non serve una misurazione giusta, aggiungi e mischia fin che quello che ce nel frullatore diventa caldissimo (sui 60° non serve il termometro, basta toccare il contenitore x accorgersene :grin:) adesso filtri quello che hai ottenuto con un filtro non troppo stretto. tipo calzamaglia. devi eliminare i residui solidi solo e ti rimane un liquido verdognolo. al quale aggiungi la stessa quantità di acqua e la stessa quantità di solvente(etere, kerosene, butano(ricarica zippo)). mescoli il tutto e poi lasci riposare fin che si creano 3 strati. sopra c'è il solvente in mezzo c'è quello che serve a te e sotto c'è la soluzione acquosa acida. con una pippetta, cucchiaio vedi come ti trovi meglio elimina più solvente possibile da sopra (che tra l'altro potrai riutilizzare). adesso recuperi lo strato in mezzo pippetta\cucchiaio facendo attenzione a non prendere nulla dallo strato di sotto se non vuoi ritrovarti a fumare soda caustica :grin: meglio che hai un pò di perdita di materiale, piuttosto che ti ritrovi qualcosa dentro. prendi 5-6 filtri da caffè\tè di carta e mettici dentro quello che hai recuperato. ci vorrà un paio di orette prima che si filtri il tutto. appena vedi che nel filtro ti rimane una specie di gelatina unta verdognola, ci sei quasi. il liquido che hai filtrato deve rimanere più chiaro possibile, se ci vedi abbastanza verde dentro filtra di nuovo. ora fai scaldare un piatto e mettici dentro quello che trovi nei filtri. ogni tanto riscalda il piatto (x velocizzare l'evaporazione del solvente) e ti rimarà una specie di crosta marrone. grattala con qualcosa lametta coltello e quello che hai ottenuto è quello che puoi fumare :grin: giratelo in una canna (3 quarti tabacco, 1 quarto sostanza) e goditi il viaggio :grin: unica cosa, non metterne troppo che senno non brucia Wink fammi sapere come va. se hai dubbi chiedi pure[/QUOTE]
ho provato con il metodo che hai descritto ma la sostanza non passa nella calza e non è verde ma marrone ho continuato comunque facendola passare in un colino a forza ora vado arecuperare la sostanza ma non sono sicuro di distinguere la soda caustica quale può essere il mio errore?ho forse macinato troppo i papaveri all?inizio?ho fottuto pure il mixer.
  Répondre
#97
fa brutto aggiungere soda caustica direttamente al materiale verde, magari è giusto per carità, ma mi immagino una brutta scena :grin: Io preferisco fumarlo non fa nulla di eccezionale ma brucia molto veloce e fa poco fumo, lo uso come base per qualsiasi rollata. Non ho mai tossito una volta fumando papavero XD
  Répondre
#98
io vorrei sapere come mai il mio "passato di capocchie"mi è venuto fuori marrone,e se una volta tolto il butano(nel mio caso) è facilmente distinguibile la soda caustica? o è meglio buttare direttamente tutto?please,help me!!:'(
  Répondre
#99
non sono espertissimo in chimica ma un po' mi sono interessato a qualche esperimento, il marrone penso che sia la soda caustica che essendo molto "potente" diciamo trasforma la parte vegetale. E' un po' come l'acido cloridrico, se tu lo butti nel parto, secca e diventa marrone, stessa cosa fa una base forte come la soda caustica. Riguardo la separazione non lo so dovresti vedere se la soda caustica si scioglie nel solvente che hai usato tu. perchè magri se ne scioglie poca ti sembra che il resto rimanga sul fondo, poi però quando vai a far evaporare il solvente magari ti rimane qualche traccia di soda caustica nel prodotto. Io ti consiglio di lasciar stare. La basificazione si fa sciogliendo la soda caustica nell'acqua e assicurandosi che sia sciolta tutta, non buttando direttamente il sale sul materiale verde. Poi decidi tu se ascoltarmi o no perché non me ne intendo molto. Però con sostanze cosi pericolose non mi va di giocare..ho già avuto una brutta esperienza.. Wink
  Répondre
il marrone mi si é creato tritando(con un frullatore a immersione)prima di mettere la soda caustica forse ho frullato troppo.comunque è vero che ho messo la soda cosi com'è nella pentola ,avevo capito si facesse così il risultato è stato una poltiglia marrone con il butano (quello degli zippo è quello che ho trovato subito)sopra che poi ho tirato via(ho letto che è riutilizzabile,ma anche se è diventato verde?)ma la soda non è chiaro dove sia,quindi butto tutto ,credo sia molto meglio.comunque è un estrazione che voglio riprovare.
  Répondre
Faustone a écrit :sapevo di questa pianta... comunque...
" Sono appunto i fiori la parte attiva farmacologicamente, Vanno raccolti d'estate, fatti seccare all'ombra e conservati in luogo asciutto. I principi attivi sono costituiti da una sostanza colorante: la mecocianina, un alcaloide (la rhoeadina), acido gallico e malico.Si adopera come calmante della tosse ed ipnotico. "

Headache a écrit :Comunque sia, secondo me per avere maggior concentrazione di alcaloidi, bisognerebbe fare
un infuso di capsule secche, come si fa per fare l'infuso di capsule di oppio, Aggiungendo il classico goccio di limone Smile

angel10 a écrit :Comunque 15 petali quanti grammi saranno stati? Perché credo che per un effetto decente ci sia bisogno almeno di 3-4 g di petali secchi (in un infuso intendo).

dima a écrit :comunque ho cominciato la settimana scorsa e adesso ho una pallina più o meno grande quanto il mio pollice che sto facendo seccare.

Perchè continuate a dire che sarebbe più potente solo dopo l'essicatura?? Non capisco. Ci sarà pur moOoOolto più principio attivo quando la materia è ancora fresca, viva ed appena colta anzichè aspettare che si secchi, si inaridisca, si volatizzi e diventi praticamente nulla ..morta. Non capisco davvero..è un controsenso sperare che vi sia ancora traccia di principio attivo in qualcosa che è ormai bello che morto e secco (sfido io che vi servono anche più di 50/60 petali SECCHI per sentir qualcosa (ve ne serviranno anche 1000 magari Smile
Provate con capsule e petali FRESCHI APPENA COLTI e vedrete quanti pochi ve ne basteranno!)



dima a écrit :oggi raccogliendo altre capsule mi sono accorto che spremendole verso il gambo esce del lattice bianco ma se le spremi ancora di più quando sembra finito in alcune capsule esce lattice marrone e ce ne sono altre invece che esce direttamente lattice marroncino
c'è qualche differenza fra il lattice bianco (che dopo un po' diventa marrone) e il lattice già scuro?
P.S. ah dimenticavo oggi con quel lattice ci ho intinto una sigaretta il liquido era poco ma il papavero si è fatto sentire, all'inizio mi sono sentito un po' rilassato anche grazie al tabacco poi l'effetto è aumentato un po' e alla fine mi sono sentito la lingua e la bocca strana come leggermente anestetizzata poi nient'altro, questo a bassissime dosi

Come volevasi dimostrare: se si assumono cose ancora vive e fresche il principio attivo lo potete sentire PERCHE' C'E'
(l'esatto contrario di quel che invece avverrà se farete seccare le cose sperando di poterne sentire ancora qualcosa)
  Répondre
dima a écrit :oggi ho fatto a metà col mio amico con il lattice secco che avevo più o meno erano 1, 5 g quindi sui 7,5 a testa.
devo dire che pur essendo così poco mi sono sentito leggermente stordito e molto rilassato è stata una buona esperienza ma le dosi sono ancora troppo basse.
riproverò con più lattice e vi farò sapere.

perchè invece non fate una cosa più saggia? Riprovate NON con maggior quantità di quella roba SECCA, ma con MENO quantità con lattice FRESCO!! (poi mi saprete dire, se è più potente del vostro secco-metodo, o no)
dima a écrit :A proposito mi consigliereste dei metodi per prendere il lattice perchè io stacco tutta la capsula ma in questo modo ne ricavo meno che incidendolo metodo che non posso usare perchè dove vado a prenderli io i papaveri è sempre pieno di gente cosa mi consigliate?

ti consiglio di consumare il lattice appena lo vedi fuoriuscire: è il metodo + potente che c'è, e ve ne basteranno davvero poche gocce (MANGIATELO/BEVETELO così com'è cioè). Mandatelo giù con un pò d'acqua zuccherata o qualcosa di dolce (spalmatelo sopra una barretta di cioccolato o una brioche) da mascherarne il sapore amaro se proprio vi schifa:
ma la morale sarà sempre e SOLO UNA: con più è fresco e con più è potente.
La cavolata di "essiccare" le capsule e i petali, non so da chi sia stata inventata ma è una cavolata forse attuata da quelli che vendono, per poter vendere maggiori quantità di lattice di quelle che sarebbero necessarie se lo si vendesse fresco appena raccolto. Più si indurisce e più perde il principio attivo. Il principio attivo è LIQUIDO. Cosa mai potrete avere se aspettate che si secchi tutto??? Solo una cosa: N U L L A
  Répondre
Scusa ma tutta questa conoscenza da dove salta fuori?! Non hai mica aperto un 3D apposta per capire come funge l'estrazione del lattice ecc.

Con così tanto coraggio da far dell'arrogante, saccente a chi ti ha solo consigliato come muoverti nel forum visto che alla tua domanda avresti trovato sicuramente una risposta
  Répondre
Guarda che la solo ed unica arroganza che c'è è quella che sto vedendo in alcuni di voi che mi rispondono come ora tu fai e come fece quello che mi "consigliò" come dici.
Inoltre "Tutta sta conoscienza" come la chiami, nasce dalla LOGICA.
Non ci vuole dello studio per capire che le cose secche non contengono più un tubo. Te/voi non ci siete ancora arrivati a capirlo?? Strano..
  Répondre
...la logica non serve a niente senza la conoscenza, non puoi parlare a vanvera e a fare il sapientino senza conoscere nemmeno la differenza fra 2 papaveri solo perchè sai fare 2 ragionamenti...un cervello grazie a dio ce l'abbiamo tutti.... Alcuni composti con il tempo, e a contatto con l'ossigeno e altre sostanze reagiscono e si trasformano in altri composti, magari più psicoattivi o psicoattivi in modo diverso, quando l'estratto si secca, cio che va via è l'acqua che evapora, gli alcaloidi al massimo reagiscono...quindi come vedi non basta "la logica" per vedere se effettivamente è più attivo l'estratto fresco o secco. Non so se vale lo stesso per gli alcaloidi del rosolaccio, ma appunto non mi esprimo...per cui perfavore visto che anche tu non ne hai idea, taci al posto di sparare cazzate...oppure quando non sai qualcosa chiedi...o ancora meglio sviluppa un ipotesi raccogli papaveri, prova entrambe le forme di estratto e vedi qual'è più attiva, considerando che avrai un maggior effetto placebo per l'estratto fresco, visto il tuo ego smisurato, e poi ci fai sapere molto tranquillamente qui sul forum cosa hai dedotto dalla tua esperienza..
  Répondre
cavoli, mi dispiace solo che hai l'Avatar di Hendrix (un grande) ma devo risponderti ugualmente
hendrix68 a écrit :...la logica non serve a niente senza la conoscenza, non puoi parlare a vanvera e a fare il sapientino senza conoscere nemmeno la differenza fra 2 papaveri solo perchè sai fare 2 ragionamenti...

No, io ne so fare anche 4 di ragionamenti, se è per questo, non solo 2.
Punto 1) la logica serve comunque (dato che viviamo in un Universo logico/virtuale con leggi ferree)
Punto 2) la conoscenza null'altro è che il risveglio della coscenza interiore primordiale dalla quale tutto e tutti veniamo (e che già conosce tutto. Quindi tutte le risposte a ciò che non conosciamo sarebbero GIA' dentro ognuno di noi: basta sapersele ascoltare)
Punto 3) ci ho messo poche ora per conoscere la differenza tra due papaveri o ciò che non sapevo: documentandomi (e appunto ascoltandomi) e ti posso ben dire che la Verità vuole che un qualcosa di SECCO ha perso pressochè tutto (alcaloidi attivi compresi)(il tempo di trasformazione di cui già sai, non richiede settimane o mesi..ma semmai solo pochi giorni..superati quelli va tutto a puttane ed è inservibile [sempre che uno non l'avesse conservato in freezer]). Quindi nessuno ha giocato col "Sapientino". (Vedi invece di vendere il tuo in qualche mercatino dell'Usato che magari ci prendi anche due €Wink.


hendrix68 a écrit :un cervello grazie a dio ce l'abbiamo tutti....

Dì, speriamo! (l'importante è esserne convinti)

hendrix68 a écrit :Alcuni composti con il tempo, e a contatto con l'ossigeno e altre sostanze reagiscono e si trasformano in altri composti, magari più psicoattivi o psicoattivi in modo diverso, quando l'estratto si secca, cio che va via è l'acqua che evapora, gli alcaloidi al massimo reagiscono...

cavolata! Innanzitutto stabiliamo un QUANTO TEMPO, perchè se si parla di settimane o più allora non è solo "l'acqua" che evapora. (non menzionando il fatto poi che il 70% di quell'acqua che chiami contiene principio attivo. Il principio attivo..una volta andata via TUTTA l'acqua sarà evaporato anch'esso). Certo, si trasformano in alcaloidi più attivi, e infatti è per questo che i grandi raccogliatori incidono il papavero (MA NLASCIANDOLO ATTACATO E VIVO) e non certo lo staccano e lo uccidono, e conservano per mesi sperando che poi sia ancora attivo, o sperando che qualcosa in esso si sia "trasformato"..poichè l'unica cosa che si sarà trasformata sarà il loro imputridume.


hendrix68 a écrit :quindi come vedi non basta "la logica" per vedere se effettivamente è più attivo l'estratto fresco o secco.

già, ho magari visto: (sarebbe bastato leggere! Tutti quelli qui che han testimoniato di aver consumato lattici liquidi [e quindi NOn secchi] han perfettamente dimostrato di quanto siano ben + attivi di cose secche, morte)


hendrix68 a écrit :Non so se vale lo stesso per gli alcaloidi del rosolaccio, ma appunto non mi esprimo...per cui perfavore visto che anche tu non ne hai idea, taci al posto di sparare cazzate...

No, solo tu non ne hai un'idea vedo. Quindi taci TU. (e non dirle tu cazzate: IO non l'ho ancora fatto!)
  Répondre
mai sentito un concentrato di stronzate e arroganza più grande... seguirò la filosofia di Novello...la colpà è anche mia quandi smetto completamente di risponderti
  Répondre
hendrix68 a écrit :mai sentito un concentrato di stronzate e arroganza più grande...

Mai sentite? (strano le tue son ben peggiori). CAMBIA CUFFIE allora (quelle che hai non funzionano) Wink
  Répondre
messy, sto passando la mattinata a moderare i tuoi messaggi e te lo dico: stai iniziando ad irritarmi, e non solo a me. Per favore, cambia i toni ed evita di dare informazioni sbagliate

A meno che i principi attivi non siano molto molto termolabili (quindi che si degradino a 50°C, per dire) o particolarmente soggetti ad ossidazione, quella che tu chiami pianta morta è materiale vegetale privo di clorofilla e senza acqua. Dove vanno i principi attivi? Che fanno, svaporano, fanna harakiri insieme alla clorofilla, vengono assassinati? Rimangono lì nelle cellule vegetali finché non si alterano, non vengono dilavati (se idrosolubili), ecc.
Considerando poi che l'acqua è circa il 90% del peso della pianta, tolta quella la potenza aumenta di 10 volte (potenza=quantità di materiale necessario per ottenere una X quantità di principi attivi). Se tu prendi un grammo di funghi freschi e un grammo di funghi secchi quale è più forte? Se tu prendi un grammo di stramonio fresco e un grammo secco quale è più forte?
Te lo dico io: quello secco.

E se qualcuno ti insulta o ti senti offeso segnalalo ad un moderatore, non rispondere.
E se qualche utente si sente insultato da messy non risponda, lo segnali.
  Répondre
Chi si trova a leggere questo (e altri) topic pieno di OT non ci capisce una beata mazza.. prima che questi inutili OT vengano cancellati aggiungerei:

Esiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l'ignoranza. (Socrate)

Non c'è niente di più terribile di un'ignoranza attiva. Purtroppo il mondo ne è pieno.. e va a rotoli..
Svegliaaaaa!!!!
http://www.giornalettismo.com/archives/1...marijuana/
Disapprovo quel che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto di dirlo !! (Informazione Libera)
  Répondre
Messy, dato che ne sai così tanto, mi spieghi come fanno gli alcaloidi a volatilizzarsi? Sublimano o gli spuntano le ali? Perchè la chimica non fuziona ESATTAMENTE in questo modo...a meno che non si parli di terpenoidi, ma non è questo il caso
  Répondre
arimane a écrit :messy, sto passando la mattinata a moderare i tuoi messaggi e te lo dico: stai iniziando ad irritarmi, e non solo a me. Per favore, cambia i toni ed evita di dare informazioni sbagliate

A meno che i principi attivi non siano molto molto termolabili (quindi che si degradino a 50°C, per dire) o particolarmente soggetti ad ossidazione, quella che tu chiami pianta morta è materiale vegetale privo di clorofilla e senza acqua. Dove vanno i principi attivi? Che fanno, svaporano, fanna harakiri insieme alla clorofilla, vengono assassinati? Rimangono lì nelle cellule vegetali finché non si alterano, non vengono dilavati (se idrosolubili), ecc.
Considerando poi che l'acqua è circa il 90% del peso della pianta, tolta quella la potenza aumenta di 10 volte (potenza=quantità di materiale necessario per ottenere una X quantità di principi attivi). Se tu prendi un grammo di funghi freschi e un grammo di funghi secchi quale è più forte? Se tu prendi un grammo di stramonio fresco e un grammo secco quale è più forte?
Te lo dico io: quello secco.

E se qualcuno ti insulta o ti senti offeso segnalalo ad un moderatore, non rispondere.
E se qualche utente si sente insultato da messy non risponda, lo segnali.

Ascolta, quella è tutta roba che scrivemmo ieri..e quindi quello che è andato è andato. Se tu la vedi solo oggi, io non ci posso far niente, specie se ad ogni commento dici di iniziar ad alterarti, come se l'avessi postato ora. Dovevi leggerli a tempo dovuto magari. Avresti saputo seguire meglio le discussioni e veder da te, che ero nel giusto e che loro han sparato per primi.
Hai ragione sul segnarlo ai Moderatori. Non avevo ancora visto chi lo era e chi no. Lo farò senzaltro


E inizia da questo ,se ora sei attivo e VEDI e svolgi bene il tuo lavoro:

A quel LUX li sotto a te, allora gli dici di piantarla, e di ficcarsi quell'ignoranza attiva nell'unico buco pensante che ha...(cioè la dietro dove non batte il Sole Wink

Ma li VEDI o no come si comportano?? cazzo!
(questa se permetti VA evidenziata)
  Répondre
Ho letto su internet che le capsule del rosolaccio provocano intossicazione e si consiglia di limitarne l'uso
  Répondre
Ciao ragazziSmile
Qualche mese fà sono andato alla ricerca di papaveri comuni e ora mi ritrovo con un bel po' di teste e petali;
Volevo chiedervi : qualcuno di voi ha provato a fare una bella tisana di teste?

Io ieri notte ho provato questa ricetta (inventata sul momento ):
4 g di teste di papavero
2g di petali
7g di passiflora
7 semi di datura inoxia

Dopo circa mezz'ora ho iniziato ad avere una leggera nausea e a sentimi gli arti caldi, la voglia di muovermi era praticamente a zero...dopo un pò sono entrato in uno stato di dormiveglia abbastanza lungo e quando aprivo gli occhi mi sembrava che le immagini del sogno rimanessero qualche istante davanti ai miei occhi, provando a fare pensieri che di solito mi innervosiscono il mio corpo restava calmo: zero tachicardia o cose simili. ...

Tutti questi effetti sono stati abbastanza leggeri e essendo molto portato per i viaggi onirici non sò ancora se qualcosa fosse placebo , ma sicuramente ha fatto più effetto di quel che mi aspettavo....
Uno di questi giorni provo ad aumentare i grammi di teste e magari ad aggiungere un pò di assenzio o tabacco per aumentare l'effetto onirico


Probabilmente i papaveri che ho raccolto non sono tutti della stessa specie , le capocchie hanno forme diverse e certi aveno i petali rossi con la base un pò più carnosa di color viola (papaver setigerum ?)

Qualche parere? Smile
  Répondre
Riprova senza passiflora e senza datura.

Comunque penso che la roseaina o simil alcaloidi nel Papavero comune siano lipo-solubili, quindi vi consiglio magari qualcosa di piu' grasso, anche l'alcol va bene.

La datura inoxia rispetto allo stramonio é molto piu' sedativa, quindi anche lei ha contribuito.
  Répondre
In effetti,tradizionalmente, se non sbaglio all'infuso di papavero veniva aggiunto anche il latte. ....
Comunque domani proverò :

6 g di teste di papavero
3 g di petali
7 semi di inoxia
Però invece di fare una tisana con acqua proverò con latte .
La datura mi è venuta subito in mente proprio per il torpore che crea con sottodosaggi (anche se 7 semi sono proprio pochi) e soprattutto per come aiuta l'attività onirica.
  Répondre


Sujets apparemment similaires...
Sujet Auteur Réponses Affichages Dernier message
  Papaver Somniferum ilgrinch 336 66,146 16/08/2015 22:28
Dernier message: Natur4l
  Papaver Setigerum angel10 12 3,917 23/04/2014 12:00
Dernier message: Karonte
  Glaucium flavum (Papavero giallo) sd&m 1 3,297 22/04/2012 23:12
Dernier message: flcl

Atteindre :


Utilisateur(s) parcourant ce sujet : 1 visiteur(s)