S’enregistrer Bienvenue sur le forum de Psychonaut, un espace de discussion autour des produits psychoactifs et de l’exploration de l’esprit.

Pour prendre part aux discussions, n'hésitez pas à vous inscrire. Nous serions heureux de vous compter parmi nous !

S’enregistrer


Destrometorfano DXM

#1
L' esperienza che viene descritta in seguito è puro frutto della mia fantasia! Con il seguente racconto non intendo spingere nessuno al consumo di sostanze psicotrope e/o illegali. Ricordo inoltre a tutti che il mondo sarebbe veramente un posto migliore senza queste cattivissime droghe che inquinano la nostra rispettosa e democratica società civile!! grazie.


Qualche mese fa, per un leggero mal di gola comprai uno sciroppo contenente DXM. Lo misi nel cassetto e li lo lasciai prelevandone giusto un cucchiaino per alleviare il mio mal di gola. Ho già avuto un esperienza con questa sostanza, ma come esperienza mi lasciò al quanto deluso. Nessuna sensazione positiva, semmai una moltitudine di spiacevoli effetti. Da allora non presi più in considerazione questa molecola.

Due giorni fa, in una domenica mattina parecchio piovosa dove la voglia d'uscire scarseggiava, così come la voglia di perdere tempo guardando un film o in compagnia di un libro, mi sdraiai sul letto guardando lo sciroppo, riflettendo sul perché 300 mg di DXM la scorsa volta mi lasciarono così insoddisfatto (Cristo; 300-400 mg sono considerati un dosaggio forte). Così decisi di riprovarci, questa volta promettendo a me stesso di non vomitare nell'arco del esperienza.E signore e signori questo impegno con me stesso fu veramente la scelta migliore.


Sostanza: destrometorfano (sciroppo)
Dosaggio: 300 mg
assunzione: orale
Setting: Camera mia. Voglia di sperimentare anziché esplorare.


Sono le 10 di mattina circa, quando decido di scolarmi la bottiglietta di sciroppo. Questa volta a differenze della mia prima esperienza decisi di sdraiarmi da subito a letto senza girovagare. La scelta migliore.
Nell'arco di una ventina di minuti una strana sensazione cominciò a pervadermi. Bevvi qualche gocciò d'acqua per levarmi quel sapore dolciastro lasciatomi dallo sciroppo (stando attento a non esagerare, riempiendo lo stomaco di liquido inutile) e mi misi a riflettere del più e del meno. Erano almeno 10 le ore che mi separavano dall' ultimo pasto, ero tranquillo e nessuna nausea fece capolino.... almeno per un po’.

Presi il cellulare e chiamai la mia ragazza con la quale passai al telefono le 4-5 ore più singolari della mia vita!

Verso le 11 la nausea si fece sentire sotto forma di dolciastri rutti, ma niente di che. Continuando a stare sdraiato e parlando del più e del meno con la ragazza non diedi troppa importanza a questi piccoli seccanti fenomeni. Rammaricato e deluso stavo per rassegnarmi ad un ennesimo fiasco, quando alcune strane sensazione corporee e mentali si fecero sempre più evidenti.

Alle 12, circa due ore dopo l'assunzione cominciò la vera e propria salita, sempre stando al telefono (cominciai non più a parlare, bensì a farfugliare cose senza seguire un filo logico) cominciai a percepire alcuni cambiamenti nella percezione del mondo circostanze. Fu allora che la nausea tese ad incrementarsi, a diventare quasi insostenibile, ma la volontà di non vomitare fu parecchio forte e stando sdraiato e parlano riuscì a non vomitare alcun'ché. (E' qui sta il trucco...risolto il perché del fiasco dell'esperienza precedente, nella quale vomitai circa 30 minuti dopo l'assunzione).

Verso mezzodì cominciò a presentarsi il picco dell'esperienza (!!circa 2 ore e mezza dopo l'assunzione!!) La parlantina si fece più lenta, sofferente e faticosa. La nausea era persistente e a momenti era dura trattenerla, le labbra si seccarono e precisamente non ricordo in che modo, ma scivolai in una specie di mondo tra sogno e realtà.

Farfugliando al telefono mi misi a fissare il soffitto bianco diventato ai miei occhi come un velo ricoperto da gocce di pioggia (un po’ come l'umidità che si forma sui vetri delle serre), sfere trasparenti come gigantesche gocce d'acqua pendevano dalle pareti cambiando forma, modellandosi come gelatina. Tentai di allungare le amni per raggiungerle ma niente. Si dissolvevano .. sparivano.

Scoppi di risate incontrollate accompagnavano questo mio stato mentale, seguiti da parole insensate quali: " amore, amore, macchinine e trenini" …parole senza senso. Io parlavo e le visioni si presentavano.. le visoni si presentavano e io le chiamavo come a convincermi della loro esistenza. Non saprei dire se queste visioni fossero visibili ad occhi chiusi o aperti, (non ricordo) sta di fatto che figure di ogni genere, appunto da macchinine, trenini facce e cose delle quali nemmeno mi ricordo, mi si presentarono in continuazione.. ad occhi chiusi paesaggi chiari mi si presentarono in maniera definita e tante luci (da me definite in quei momenti di "delirio" discoteche) lampi arancioni che ben presto si trasformarono in paesaggi esotici, persone...di tutto.

Con il passare del tempo (c’è da dire che in questo frangente di tempo ho completamente perso la cognizione del tempo) La parlantina, che prima era lenta e faticosa, acquistava sempre maggior vigore, scioltezza e velocità. Verso l'una e mezza parlavo come in maniera sciolta e veloce, pervaso da una strana iperattività, che mi spinse pure ad alzarmi. La sensazione era strana, camminavo come sotto una leggera dose di ketamina, senza equilibrio ballonzolando a destra e sinistra. Decisi quindi di rimettermi a letto. Saranno state circa le 14 quando mi alzai senza troppa difficolta. MI sentivo strano, molto strano, anche se le visioni erano sparite un senso di benessere e allegria mi pervadeva, tanto che decisi poi anche di uscire la sera.

Durante l’arco della serata mi prese una stanchezza spaventose, sbadigliavo in continuazione e una spossatezza pazzesca mi accompagnò per tutto il tempo, ci volle una bicchierino di sake a 62 gradi per svegliarmi un po’ Wink.

Valutando l'esperienza posso dire che 300 mg di destrometorfano, per quel che mi riguarda, sono decisamente psichedelici!! Ne ma ne se! E' stata un esperienza bellissima e veramente interessante. Comunque sia sicuramente non è una sostanza da assumere in contesti sociali! Una sostanza che a mio parere necessita la possibilità di stare comodi e per i fatti propri.
Ogni frase, pensiero o quant'altro da me scritto-espresso deve essere considerato falso, inattendibile e/o puramente inventato.
#2
Grazie del report, direi che per 300 mg è già stata una bella esperienza.
Io personalmente ho avuto 3-4 esperienze col dxm, con importi crescenti, e ho riscontrato anch'io quella bella sensazione di essere come in un sogno. Per la nausea non ho mai avuto grossi problemi, comunque credo dipenda anche dallo sciroppo, quello che (da quel che ho capito) dovresti aver usato, è molto liquido e non troppo concentrato, come la maggior parte di quelli in commercio. Una canna d'erba di sicuro aiuta con la nausea, e anche stare sdraiati o comunque non troppo in movimento. Anche a me ricordo che dava noia, anche verso la fine dell'esperienza, andare in posti affollati Big Grin
Di una di queste esperienze, con circa 550 mg di dxm, presi qualche appunto, se li ritrovo semmai posto anch'io l'esperienza visto che ad oggi questa è l'unica testimonianza nella nostra sezione :wink:
#3
Figurati ^^, dovere ...visto che un esperienza con dxm ci mancava ne ho approfittato e l' ho postata, spero tu riesca a ritrovare i tuoi appunti che sono proprio curioso, non avrei mai pensato si potesse rivelare così interessante quindi mi farebbe piacere leggere qualche altro report, sopratutto a dosaggi più elevati.

Come dicevo, i 300 mg si sono rilevati essere psichedelici più che dissociativi. Tu ci sei arrivato alla dissociazione ? A che dosaggio ? Mamma mia, tra la gente non farmici nemmeno pensare io avrei sbottato e vomitato di brutto :puke: , la nausea era veramente troppa..in pm mi devi assolutamente dire il prodotto che usi tu :wink:..

ah dimenticavo..come eri messo a prurito ? la pelle ti dava qualche tipo di fastidio? Io la sentivo scottare e prudere in determinati punti (so che a certe persone questo fatto può provocare ansia e complicare di un bel po' l'esperienza.. io essendoci già passato non ci ho fatto nemmeno caso Smile )
Ogni frase, pensiero o quant'altro da me scritto-espresso deve essere considerato falso, inattendibile e/o puramente inventato.
#4
flcl a écrit :
Figurati ^^, dovere ...visto che un esperienza con dxm ci mancava ne ho approfittato e l' ho postata, spero tu riesca a ritrovare i tuoi appunti che sono proprio curioso, non avrei mai pensato si potesse rivelare così interessante quindi mi farebbe piacere leggere qualche altro report, sopratutto a dosaggi più elevati.

Come dicevo, i 300 mg si sono rilevati essere psichedelici più che dissociativi. Tu ci sei arrivato alla dissociazione ? A che dosaggio ? Mamma mia, tra la gente non farmici nemmeno pensare io avrei sbottato e vomitato di brutto :puke: , la nausea era veramente troppa..in pm mi devi assolutamente dire il prodotto che usi tu :wink:..

Fatto :wink: Io con 750 mg credo di essere arrivato alla dissociazione, perlomeno in certi frangenti dell'esperienza sicuramente... Appena ho tempo posterò sicuramente qualcosa. Comunque con importi più bassi anch'io ho riscontrato effetti psichedelici, tipo con 375 e 560 mg, anche se meno pronunciati rispetto a uno psichedelico classico, si sente comunque quella classica sensazione da dissociativi... :retard:
flcl a écrit :
ah dimenticavo..come eri messo a prurito ? la pelle ti dava qualche tipo di fastidio? Io la sentivo scottare e prudere in determinati punti (so che a certe persone questo fatto può provocare ansia e complicare di un bel po' l'esperienza.. io essendoci già passato non ci ho fatto nemmeno caso Smile )

Mai avuto prurito. Come disturbi ho avuto giusto un pochino di nausea ma niente di che, camminare è difficile/molto difficile a seconda dei dosaggi, e con 750 mg nei giorni seguenti un pochino male al fegato.
#5
Gran bel report, ho notato che dev'essere piaciuto anche a sd&m per averlo inserito nel suo bellissimo sito!
"E' una vergogna che un UBRIACO stia fra uomini sobri,
ma è anche una vergogna, per un SOBRIO, stare fra ubriachi"
#6
Salve ragazzi,
scrivo per descrivere la mia esperienza con questa sublime sostanza. Non risparmierò i particolari, neanche quelli più UMILIANTI, in modo - lo spero vivamente - che chi intende provare questa sostanza possa godersi al massimo il viaggio evitanto gli intoppi.

Ho 30 anni, 70kgx1,80cm ed ho provato il DXM due volte, la prima assumendo 375 mg, la seconda 1125 (3 flaconcini uno dopo l'altro) a 10 giorni di distanza. In entrambi i casi ero a stomaco vuoto(tutta la notte e mezza mattinata).

1FASE EUFORICA
Nel primo caso la fase di salita è stata lenta, un'oretta. Periodo nel quale ho provato una leggera sensazione di EUFORIA,
che chiaramente non mi ha impedito di andare tranquillamente al supermercato, fare la spesa e mangiare n. 5 kinder cereali.
Nel secondo caso, invece, dopo 5 minuti che avevo ingurgitato la sostanza davanti alla farmacia ho iniziato a sentire i primissimi leggeri effetti della seconda fase: l'UBRIACATURA.

2 FASE ALCOLICA
Nel primo caso ho iniaziato a sentire i sintomi tipici dell'UBRIACATURA quando già ero davanti al computer, a casa. A differenza di una buona sbornia, questa fase è caratterizzata da una maggiore DIFFICOLTA A CONTROLLARE IL CORPO, senza tuttavia la classica mancanza di lucidità mentale ed i problemi intestinali che si hanno con una botta di alcool di pari intensità.
Nel secondo caso la fase è cominciata, come stavo dicendo, quasi instantaneamente. Quindi, avvertendo difficoltà nei movimenti sono tornato a casa di corsa, a piedi, in una quindicina di minuti. Una volta a casa ho acceso il computer, ma
l'avvento della terza fase e le difficoltà coordinative mi hanno impedito di usarlo nonostante mentalmente fossi lucidissimo.


3 FASE DEI DISTURBI FISICI
La terza fase è l'unica che ho trovato ESTREMAMENTE NEGATIVA. è la FASE FISICA per eccellenza.
La durata, i sintomi e l'intensità nelle due esperienze sono stati gli stessi... con un' unica grande differenza.
La fase è durata 15/20 minuti, i sintomi, completamente assenti nelle fasi successive, sono stati:

-CRAMPI ADDOMINALI FORTI, tanto forti da farmi prendere in considerazione la prima volta l'ipotesi di chiedere aiuto per una lavanda gastrica.

- FORTE DIARREA, tre/quattro fucilate di un paio di litri l'una.

-Un pò di VOMITO.

-FORTE PRURITO, più intenso di quello classico dell'eroina, ma meno esteso, in quanto ha riguardato soprattutto la TESTA. Nel primo caso c'è stato anche un

-IRRIGIDIMENTO DELLA MASCELLA (nel secondo caso non l'ho avvertito).

La differenza sostanziale tra le due esperienze per questa fase è stata il controllo del corpo. Con 375 mg mi muovevo tranquillamenteConfusedono andato in bagno, in cucina e poi sono ritornato in stanza sdraiandomi sul letto.
Invece quando ho assunto 1125 mg il CORPO NON RISPONDEVA PIU'. Ero già completamente DISSOCIATO e la mia IDENTITA' era come divisa in 3/4 parti. Non provo neanche a spiegarlo, è un qualcosa di meraviglioso ed incomprensibile per chi non l'ha provato. Si arriva ad un livello precendente a quello epistemologico, si vede la realtà assumere contemporaneamente molti SIGNIFICATI E VALORI, si tocca la radice del proprio ESSERE, strato dopo strato, fino a frantumarla. L'IO non c'è più o se c'è, è qualcosa che cambia, si divide, si espande. A livello ontologico è terribile ed illuminante allo stesso tempo, ti cambia per sempre, cambia il modo di vedere le cose, di reagire alla vita, agli altri...

A livello fisico il mio corpo - per la cronaca -ha cagato ovunque, sul letto(ho dovuto buttare anche il materasso), a terra, sui mobili(non so come ci sia arrivato, considerando che si muoveva a stento), ecc.
Poi si è denudato, ha chiuso la porta a chiave, ha messo uno straccio davanti, ha aperto la finestra e si è coricato a terra, completamente nudo immerso negli escrementi, per giunta si è goduto la frescura e l'odore aspro riflesso armoniosamente dal freddo marmo. Non c'era assolutamente senso di umiliazione, vivevo gli input sensoriali con stupore e curiosità... non so perchè... forse perchè non c'era un io che poteva vergognarsi (ero come un cane che non si imbarazza a mangiarla).

A livello mentale c'era ancora la consapevolezza di chi era a terra (anche se non mi ci identificavo, sapevo che ero io), di dove si trovava e di cosa era successo. Consapevolezza che, a differenza del primo caso, nel quale l'ho mantenuta anche nelle successive tre fasi, ho completamente perso nella fase 4. In pratica, la fase 4 e buona parte della 5 (la fase PSICHEDELICA e la BLISS) le ho vissute vivide, reali più della realtà quotidiana, ma senza la consapevolezza della mia vita e del mio ruolo in questo piccolo mondino di merda che si ripete ogni giorno.
Merda metaforica in questo caso, ma più anestetizzante ed omologante di quella vera, che vi dirò in fondo, in fondo, non è malaccia.

Sapete qual'è una delle cose che ho imparato da questa esperienza?

Ho imparato che stando con la faccia nella merda, dopo un pò ci si abitua e non ci si fa più caso.

E' tardi, continuerò il racconto domani...
CIAO!
E' la dose che fa la droga
#7
mi secca terribilmente inserirmi tra due "puntate" di un report, però non capisco bene quali fasi e quali parti del racconto fanno parte dell'esperienza 1 e quali dell'esperienza 2 (la fase dissociativa ad esempio l capitata solo con la dose sopra al grammo???)
ps: sembra che ad alti dosaggi assomigli un po' alla keta...può essere???
-Signore non può parcheggiare quì!
-Perchè no?! Non é un posto ragionevole?
#8
Benvenuto nel forum Row, grazie del report (attendiamo la 2^ puntata del resoconto :wink: ). Se ti va puoi presentarti qui post-37677.html?f=77&start=435 e dare un'occhiata alle regole e linee guida del forum post-37801.html?f=77&start=0 .
chessman a écrit :
ps: sembra che ad alti dosaggi assomigli un po' alla keta...può essere???

Sì, al 4° plateau è simile ad alti dosaggi di K.
Row a écrit :
3 FASE DEI DISTURBI FISICI
La terza fase è l'unica che ho trovato ESTREMAMENTE NEGATIVA. è la FASE FISICA per eccellenza.
La durata, i sintomi e l'intensità nelle due esperienze sono stati gli stessi... con un' unica grande differenza.

Volevo chiederti, li hai avuti solo col dosaggio più alto o anche con quello dei 375 mg? Perché con dosaggi anche da 750 mg (col tuo stesso prodotto, credo) non ho avuto alcuno di questi disturbi, forse solo un po' di nausea.
#9
chessman a écrit :
mi secca terribilmente inserirmi tra due "puntate" di un report, però non capisco bene quali fasi e quali parti del racconto fanno parte dell'esperienza 1 e quali dell'esperienza 2


Mi dispiace per la poca chiarezza, cercherò di migliorarmi nella seconda parte. Il problema è che quando scrivo di queste cose raramente sono al massimo della lucidità :wink:


chessman a écrit :
(la fase dissociativa ad esempio l capitata solo con la dose sopra al grammo???)


La fase dissociativa c'è stata in entrambe le esperienze, nella seconda è cominciata molto prima ed è andata molto oltre, mentre nella prima ha accompagnato solo la fase psichedelica, con il classico effetto montagne russe ed un piacevolissimo rilascio di endorfine. Insomma,con 375 mg si è trattata di una dissociazione che non ha toccato la percezione di me stesso(ego).


chessman a écrit :
ps: sembra che ad alti dosaggi assomigli un po' alla keta...può essere???

[/quote]

Ci sono molte analogie... anche se... un giro di keta me lo rifarei volentieri, uno di Dxm ad alti dosaggi no. E' un'esperienza da provare, si, una volta Big Grin. Sono convinto che la Keta sia molto più sicura. Tale convinzione non è stata indotta solo dal mezzo badtrip, ma anche dalla botta fisica. Ad esempio, ad un certo punto ho avvertito una scarica elettrica molto forte che ha coinvolto nuca, collo, spalle e gambe... in quel momento ho temuto di lasciarci la pellaccia.
E' la dose che fa la droga
#10
angel10 a écrit :
Volevo chiederti, li hai avuti solo col dosaggio più alto o anche con quello dei 375 mg? Perché con dosaggi anche da 750 mg (col tuo stesso prodotto, credo) non ho avuto alcuno di questi disturbi, forse solo un po' di nausea.


Grazie del benvenuto Angel10. La risposta è si, forse non sono stati proprio della stessa intensità, ma i crampi addominali, il vomito, la diarrea ed il prurito ci sono stati anche con 375 mg. Non so bene se possano esserci state delle concause.
Altre sostanze non ne avevo ingurgitate, l'assunzione a STOMACO VUOTO e la cioccolata, presa dopo per togliere il cattivo gusto dalla bocca, possono aver giocato un qualche ruolo.

A dirti il vero, l'idea che mi ero fatto leggendo i report, la scheda degli effetti collateriali e poi provandola...
era che per pudore molti evitassero di parlare degli effetti negativi. Ora, se tu mi dici che a te non è successo quasi nulla, non mi resta che lavorare sul setting e riprovarci Big Grin

IN TEORIA, c'è solo un modo per dare una risposta più precisa: LA PRATICA :wink:
E' la dose che fa la droga
#11
Anche io ho assunto un dosaggio uguale al tuo, 3 flaconcini pari a circa qualcosa oltre il grammo. Quando è salito completamente ho avuto una sensazione di nausea (neanche troppo forte) che mi è passata stando nel letto per 30, 45 min (penso). Non ho avvertito i tuoi forti effetti collaterali. Non ho vomitato nè cagato. Solo un po' di nausea gestibilissima. Tu parli di prurito, io non ne ho avuto, secondo me è stata una risposta allergica del tuo corpo nei confronti della sostanza o degli eccipienti.
Comunque gente non provate sti dosaggi che sono veramente da paura, io sono riuscito a gestirmelo il viaggio però dopo qualche ora (non so quantificare di preciso) mi sono preso 2 En perchè la situazione non mi stava piacendo proprio per niente, ero assolutamente dissociato, non ricordavo chi ero, che cosa facevo nella vita, quale fosse il mio ruolo... però riconoscevo di essere io quello nella camera. Poi era come una specie di continuo entrare in coma e risvegliarsi: stavo quardando un film, Bastardi Senza Gloria di Tarantino, e sapete che ci sono vari pezzi in Francese, Tedesco e Italiano, io percepivo delle voci ma non capivo di quale lingua si trattasse, mi dovevo concentrare per capire se era Italiano. Poi ad occhi chiusi mi sembrava di girare come se fossi su una barella e mi stessero trasportando. Questo era piacevole. Poi aprivo gli occhi con la sensazione di essermi risvegliato da un coma e sentivo come se dovesse succedere qualcosa di importante nel film, qualcosa che desse una svolta alla trama. Nei momenti in cui ero ad occhi chiusi, in questa specie di coma, era come se il film non andasse avanti e continuava a riavvolgersi, a ripetersi e io ero bloccato dentro a questa situazione eterna. Allora dovevo aprire gli occhi per far succedere qualcosa e andare avanti.
Molto meglio ad un dosaggio di 750, lì mi sono più divertito, a un dosaggio sopra il grammo mi sono impaurito, e anche andando al di là della mera sensazione personale, credo che sia molto dannoso a livello organico per il cuore, fegato ma sopratutto per il cervello e ancora più alla mente, slatentizza psicosi.
Scusami se ho parlato della mia esperienza ricollegandomi alla tua, ma lo ritenevo una cosa importante da fare.
#12
mr-benzene a écrit :
Poi era come una specie di continuo entrare in coma e risvegliarsi

Sensazione identica alla mia che ho avuto in fondo alla mia esperienza con 750 mg (anche se non so se lo definirei proprio un coma... però quando mi risvegliavo mi sembrava che prima ci fosse il nulla)...
Comunque consiglio a chi lo assume di evitare di superare gli 11-12 mg/kg. (per i motivi che giustamente ha elencato Mr Benzene) :wink:
#13
angel10 a écrit :
mr-benzene a écrit :
Poi era come una specie di continuo entrare in coma e risvegliarsi

Sensazione identica alla mia che ho avuto in fondo alla mia esperienza con 750 mg (anche se non so se lo definirei proprio un coma... però quando mi risvegliavo mi sembrava che prima ci fosse il nulla)...

Tipo l'anestesia che ti fanno prima di essere operato: appena il liquido bianco (fenobarbital) entra in vena perdi coscienza completamente e quando ti risvegliano i medici non si ricorda assolutamente niente da quando è entrato il liquido bianco alla fine dell'ooperazione.
Una cosa del genere. Poi non so se si può dire di essere entrato in coma, o se sia più o meno uguale al k-hole.
A proposito di quest'ultimo, chi l'ha provato si ritrova con le esperienze col dxm?
#14
Anche a me è capitato qualcosa di analogo, più che come-risveglio, era come un ritornare ogni tanto nel mio corpo, con la consapevolezza di quello che stava accandendo. Ricordo che riuscivo leggermente a muoverlo, una volta mi sono alzato e mi sono cimentato in un paio di passi a piedi paralleli, come un vecchietto di 90 anni, per poi crollare. Credo sia avvenuto 3/4 volte, per una durata al massimo di un minuto(soggettivamente).

Il k-hole non so,da quello che ho letto si tratta di un complesso di esperienze, non qualcosa di specifico. Ad esempio, la sensazione di volare l'ho provata con 375mg e non con la dose maggiore, forse perchè alzando il dosaggio il contatto con il corpo si perde completamente.

Sulla questione "reazione allergica", se a nessun altro è capitato nulla di simile, allora si tratta senza dubbio dell'ipotesi più plausibile. Comunque, una cosa voglio dirla a chi si accinge a provarla per la prima volta:

Non è una sostanza da rave, non è una sostanza per socializzare o uscire con gli amici :lol:
E' la dose che fa la droga
#15
Row a écrit :
Non è una sostanza da rave, non è una sostanza per socializzare o uscire con gli amici

Già in dosi massicce è vero, visto che la dissociazione incede bella forte...eppure stando alla mia esperienza personale credo che vari molto in base alle dosi e alle modalità di assuzione...ancora non mi sono spinto oltre i 700mg, eppure anche con questa dose almeno durante l'up iniziale l'effetto è stato ben più euforizzante che dissociativo; vero è che si comincia a perdere il controllo del corpo, il mondo è storto, ti senti fluttuare, ma ridarola parlantina ed eccitazione mi sono sembrate prevalenti in questa fase. La botta dissociativa per me viene almeno 2 ore abbondanti dopo l'assuzione, quando veramente tutto diventa parecchio strano, a tratti quasi irreale, corpo ed ego compreso :retard: :confused: :wasted:
Onestamente mi gusterebbe parecchio farmi una fumata di dxm, tanto per capire la differenza rispetto all'assunzione orale ( e per evitarmi tutta quella sbroda sciroppo-mentolosa :puke: ) solo che al momento non ho modo di tentare una qualsivoglia estrazione...Che dite se procuro delle compresse, le sminuzzo e provo a fumarle potrebbe funzionare? xD
O c'è il rischio di morire avvelenati sotto i fumi del bromuro vaporizzato? xD
Man muss noch Chaos in sich haben, um einen tanzenden Stern gebären zu können.
#16
Su come renderlo fumabile non so dirti nulla.
Però a mio avviso è meglio prenderlo da un rivenditore di RC in modo che sia puro, rispetto a comprare un medicinale che conterrà anche altre sostanze.
#17
Io siti RC sulla vendita di sestrometorfano non ne ho trovati!
Comunque si, io con un dosaggio di 0,9g mostravo questi effetti:
Effetti corporali:
-Sguardo nel vuoto
-Difficolta a parlare
-Difficolta a camminare
-Insensibilità al dolore
-Mandibola rilassata con conseguente bocca spalancata XD
-Nausea
-Perdita di appetito
Effetti Mentali:
-Domande innerenti l'ego
-Sensazione di ondulare e stare attaccato al soffitto finchè ero sdraiato
-Poco dopo la salita della sostanza eccitazione e iperattività
-Ogni tanto visuals ad occhi chiusi
-Dilatazione del tempo
-Pensieri sovrapposti ma più concreti (è come se sentissi la mia voce che parlasse)
Poi ci sarebbero altre sensazioni che, aimè, non riesco a spiegare, comunque sia,
mi chiedevo se qualcuno sapesse se il destrometorfano puro può essere innietato in E.V. oppure I.M.
#18
mmm se lo ottieni in freebase e lo metti in soluzione con acqua distillata penso di sì...un pò come la coca
Man muss noch Chaos in sich haben, um einen tanzenden Stern gebären zu können.
#19
Sentire più voci di altre persone che parlano dentro di te vi è capitato? E' tipo schizofrenia, la sostanza dovrebbe mimarne gli effetti.
#20
A me è successo senza alcuna sostanza, ma solo con la febbre altissima...
Terribile, anche perché parlavano in francese e io non capivo una sola parola di quello che dicessero!!! :-)
#21
mr-benzene a écrit :
Sentire più voci di altre persone che parlano dentro di te vi è capitato? E' tipo schizofrenia, la sostanza dovrebbe mimarne gli effetti.

Si anche a me succede sempre con la febbre o con troppa caffeina...però non sono voci comprensibili, é come il brontolio sommesso di una folla. Secondo voi cosa potrebbero essere..."interferenze"?

Cmq anch'io una volta mi sono scolato una boccetta di DXM e ho accusato solo una leggera perdità di lucidità tipo sbornia e un pò di euforia, quindi concordo sul fatto che la soglia minima per ottenere effetti decenti sia di 2 boccette. E ricordatevi sempre che oltre a nausea, trip sgradevoli ecc. provoca le ben piú gravi Lesioni di Olney, come la ketch, soprattutto in dosi cosi massiccie!!
#22
Si, per sentire gli effetti in pieno è consigliabile bere anche succo di pompelmo, che aiuta la metabolizazione e l'assorbimento del DXM (l'effetto aumenta parecchio di potenza), per evitare nausea consiglio di fumare una canna di erba appena si presenta il malessere, e successivamente fumarne un'altra dopo 40 minuti, 1 ora...
#23
credo dipenda molto anche dal peso corporeo, io che son 65kg con 900mg ( due boccette da 150ml allo 0.3%) sto in aria xD
Man muss noch Chaos in sich haben, um einen tanzenden Stern gebären zu können.
#24
Ho assunto il dxm 2/3 volte, le poche allucinazioni che ho avuto erano di colore arancione. es. La luce della lampada che si definisce e piani piano diventa una palla di luce arancione

Leggendo esperienze qua e la ho constatato che altri oltre a me vedevano luci e sfere arancioni, curioso

Sono davvero combattuto, in questi giorni penso di farmi una sessione con questa sostanza, però non saprei, con la suddetta molecola difficilmente si raggiungono stati davverp "interessanti", al massimo a me è capitato di vedermi smontati tutti i valori e la definizione/immagine di me stesso, senza peró dissociarmo del tutto
aaabbbbooo si vedrá




Utilisateur(s) parcourant ce topic : 1 visiteur(s)

À propos de Psychonaut

Psychonaut.fr est une communauté d'auto-support francophone, dédiée à l'information et à la réduction des risques liés à l'usage des substances psychoactives.