• Moyenne : 0 (0 vote(s))
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Ayahuasca
Grazieeee Smile
Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga,
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sara` questo il genere di incontri
se il pensiero resta alto e un sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.

la conoscenza e' potere, la condivisione e' dovere
  Répondre
dovere!
' a écrit :dio balla / god dances

ed è felice / and he's happy


Albert Einstein:

«
Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà. Non c’è un’altra via. Questa non è filosofia. Questa è fisica.»

«Everything is energy and that’s all there is to it. Match the frequency of the reality you want and you cannot help but get that reality. It can be no other way. This is not philosophy. This is physics.»

  Répondre
sd&m a écrit :una ricetta che mi consigliarono su un altro forum:

Una ricetta Caapi -Chacruna:

Il loro rapporto di combinazione è 1:1 in peso ovviamente, potresti iniziare
a prendere 50 g di caapi e 50 g di chacruna.

La caapi, come avrai notato, è una liana molto dura, quasi come il legno,
non riuscirai mai a polverizzarla, non è necessario, con l'aiuto di pinze si
riesce a sfibrarla bene.

La chacruna sono foglie secche, puoi ,con un po' di pazienza, sbriciolarle
il più possibile con le mani, anche qui non è necessario polverizzare.

Metti i 2 prodotti lavorati in 2 pentole distinte di acciaio inossidabile,
ASSOLUTAMENTE NON DI ALLUMINIO e aggiungi in ognuna di esse 2 litri di Acqua
distillata.

Aggiungi succo di limone per acidifcare l'acqua(rende più solubili le
triptamine), circa mezzo limone per pentola.
Fai bollire il contenuto delle 2 pentole per 2 ore, dopo le 2 ore , con
l'aiuto di una maglietta di cotone, filtra le soluzioni, conserva sia i
liquidi che la parte solida.

Ripeti il procedimento per altre 2/3 volte per un totale di almeno 6 ore,
dopo l'ultima estrazione puoi buttare la parte solida e metti i 2 liquidi
sempre in pentole separate e scalda per ridurli fino a 100 ml circa,
dev'essere una quantità bevibile.

Lascia raffreddare le 2 pozioni e mettile in contenitori separati, puoi
conservare i liquidi in frigo per massimo 2 giorni anche se è meglio
consumare subito.

Quando deciderai di consumare l'ayahuasca dovrai bere prima la bevanda
ottenuta dalla caapi per dare tempo agli inibitori delle Mao di agire e dopo
20 minuti bevi l'altra.

Se non succede nulla prova ad aumentare le dosi, la preparazione è corretta.

Fammi sapere.


Ciao a tutti, questa ricetta mi sembra ottima e di facile preprarazione. Volevo solo chiedere un chiarimento riguardo le dosi, 50g di Caapi e 50g di Psycotria sono abbastanza? Per quale tipo di esperienza? Si può alzare la dose? Inoltre nel procedimento una cosa non ho capito: dopo aver fatto la prima bollitura per un paio d'ore, filtro tutto, metto da parte la parte liquida e faccio bollire di nuovo la parte solida...a questo punto però devo aggiungere altri due litri di acqua? Quindi se faccio tre bolliture in totale avrò ben sei litri di bollito per ciascuna pianta giusto? A questo punto devo ridurre ciascuno dei sei litri fino ad una quantità bevibile...un litro? Mezzo litro? A questo punto per procedere con l'esperienza va bevuta tutta un bicchiere per una alla volta o prima tutto il Caapi e poi la tutta la Psycotria?
Can you feel the spirit in the night?
  Répondre
ti scrivo questo commento solo per dirti la mia, non voglio in nessun modo interferire con le tue decisioni.... ma..

L'ayahuasca è una delle poche sostanze psichedeliche con le quali è possibile a tutt'oggi praticare una cerimonia in qualche modo "ufficiale"... Sostanze come l'acido e anche purtoppo i funghi non hanno questa possibilità "culturale"... Quindi il ragionamento che mi sono fatto è che aspetto di arrivare al momento giusto nel posto giusto con la cerimonia giusta e la guida giusta, diciamo che non sto cercando, ma il consiglio spassionato che mi sentirei di darti è: prepararti da te la bevanda richiedere una certa dose di energie, se tu usassi queste energie e questo tempo per cercare una cerimonia vera e propria forse potresti avere un'esperienza molto piu ricca e profonda... Detto questo conosco di gente che speriuamenta da sola con l'ayahuasca e non mi sento di giudicare o di calcare troppo la mano sul fatto che sono in disaccordo. Qualsiasi esperienza farai sarà la tua esperienza e ti auguro di trovare spuntii interessanti in qualsiasi caso...
Nei miei post non voglio incitare l'uso di alcuna sostanza, ma ritengo doveroso condividere le informazioni che ho raccolto con l'esperienza per ridurre al massimo i danni di tali condotte. Sconsiglio vivamente a chiunque di assumere qualsiasi sostanza psicoattiva.
  Répondre
Nullè a écrit :ti scrivo questo commento solo per dirti la mia, non voglio in nessun modo interferire con le tue decisioni.... ma..

L'ayahuasca è una delle poche sostanze psichedeliche con le quali è possibile a tutt'oggi praticare una cerimonia in qualche modo "ufficiale"... Sostanze come l'acido e anche purtoppo i funghi non hanno questa possibilità "culturale"... Quindi il ragionamento che mi sono fatto è che aspetto di arrivare al momento giusto nel posto giusto con la cerimonia giusta e la guida giusta, diciamo che non sto cercando, ma il consiglio spassionato che mi sentirei di darti è: prepararti da te la bevanda richiedere una certa dose di energie, se tu usassi queste energie e questo tempo per cercare una cerimonia vera e propria forse potresti avere un'esperienza molto piu ricca e profonda... Detto questo conosco di gente che speriuamenta da sola con l'ayahuasca e non mi sento di giudicare o di calcare troppo la mano sul fatto che sono in disaccordo. Qualsiasi esperienza farai sarà la tua esperienza e ti auguro di trovare spuntii interessanti in qualsiasi caso...


quoto del tutto, anche perché, che io sappia, chi la usa in cerimonia non la prepara qua, ma la fa preparare direttamente in terra d'origine con materiale fresco e non essiccato e poi la importa...
e ho notato che ci può essere molta differenza tra bevanda e bevanda, anche solo come gusto, ciò significa che le ricette sono oltretutto varie...
con questo cmq non voglio dire che da soli non si ottengano risultati e probabilmente è anche più economico...
però poi mancherebbe tutto il surplus della cerimonia...
Il 28 settembre 2014, grazie a 2 gr. secchi di uno stra-fottutissimo funghetto che mi cresce a circa un'ora da dove vivo, ho liberato completamente il mio spirito, adesso vaga libero, senza più alcuna catena, in ogni dove incontaminato...

Il 20 giugno 2015, tomando la santissima Ayahuasca a più riprese per 5 giorni consecutivi e senza mai smettere di camminare se non per mettermi schiena a terra, cuore e torace all'universo, in vetta al più dolce dell'Appennino nella nostra bellissima terra, ho visto tutto quello che c'è da vedere, ho parlato a lungo con la pianta, lei mi ha istruito con amore, ho svelato il mistero dentro il mistero...
  Répondre


Atteindre :


Utilisateur(s) parcourant ce sujet : 1 visiteur(s)